In viaggio tra i castelli della Svizzera

In viaggio tra i castelli della Svizzera, uno sguardo ad alcuni dei principali manieri, alcuni dei quali tra i più belli di tutta Europa. Ecco la guida ai castelli della Svizzera.

Svizzera, guida ai castelli

icona-articolo

In quello che per molti è uno tra i più bei paesi d’Europa, troviamo anche alcuni tra i più bei castelli di tutto il Vecchio Continente. La Svizzera, nota per i suoi paesaggi alpini, per i suoi laghi e per le città a misura d’uomo, offre infatti un ricco assortimento tra fortezze, roccaforti e castelli.

Sarà forse proprio per la sua neutralità a livello militare, ma i castelli in questo paese del centro-Europa propone castelli in ottimo stato di conservazione, alcuni costruiti durante il periodo medievale, altri in epoca più recente.
Ecco una piccola guida sui principali manieri in Svizzera.

Castello di Gruyères

Guida ai castelli della Svizzera

Nella località nota sopratutto per il suo formaggio, Gruyères è anche nota per il suo magnifico castello. Siamo di fronte infatti ad uno dei monumenti più significativi in termini di fortezza, costruito alla fine del XIII secolo e fino alla metà del XVI Secolo appartenuto ai Conti di Gruyères.
Realizzato in pianta quadrata, come usanza tipica nella Savoia, il Castello di Gruyères non si rivela imponente ma piuttosto affascinante.

Da ammirare le sue tante torri, il giardino interno elegantemente decorato e, all’interno, pareti decorate. Più che una struttura difensiva, il Castello di Gruyères rivela una essenza di regalità imperdibile durante una visita alla regione svizzera.

Castello di Tarasp

Guida ai castelli della Svizzera

Siamo nell’Alta Engadina per trovare il Castello di Tarasp, annoverato tra i tanti edifici Patrimoni Svizzeri. Le sue origini, medievali, ci riportano all’XI Secolo quando venne costruito sopra una collina in grado di dominare l’intero paesaggio. Posto infatti a 1500 metri sul livello del mare, fino al 1803 il maniero era di proprietà del governo dell’ Austria.
Altra caratteristica è quella della sua costruzione, avvenuta in maniera graduale con l’aggiunta dei palazzi a ben due secoli rispetto alla prima struttura, perlopiù muro e campanile. Ulteriormente dopo, il castello di Tarasp venne completato con l’aggiunta delle parti residenziali.

Castello di Thun

Guida ai castelli della Svizzera

Tra i castelli più riconoscibili della Svizzera, quello di Thun è situato in un contesto più fiabesco che battagliero. Siamo nel canton Berna e da qua è possibile ammirare l’intero paesaggio con l’immancabile lago e le montagne da contorno.
La sua costruzione venne completata alla fine del XII Secolo ma non fu mai utilizzato dalla famiglia Zähringen, la nobile famiglia tedesca proprietaria, tra l’altro, proprio della città di Thun. Gli Zähringen, infatti, preferirono vivere altrove e il castello divenne proprietà dei Kyburg che invece scelsero di viverci ampliando e migliorando la struttura.
Da non perdere il magnifico torrione, l’unica parte insieme alle quattro torri angolari aperte al pubblico.

Castello di Grandson

Guida ai castelli della Svizzera

Il secondo più grande castello svizzero è quello di Grandson, posto sullo splendido lago di Neuchâtel, nel Canton Vaud. Siamo di fronte ad una roccaforte medievale che colpisce per la sua maestosa imponenza.
Costruito inizialmente nell’XI Secolo, il castello subì una serie di ampliamenti successivi fino alla fine del XIV Secolo, quando venne completato. Tuttavia nel XIII Secolo il castello venne quasi completamente ricostruito, dandogli l’impronta che attualmente possiamo ammirare.
A differenza di altri manieri della Svizzera, il castello di Grandson vide
numerose battaglie, sopratutto nel XV secolo quando divenne fondamentale durante le guerre di Borgogna.

Castello di Vufflens

Guida ai castelli della Svizzera

Posto anch’esso nel Canton Vaud, il castello di Vufflens è privato e non aperto alla visite del pubblico. Interamente circondato da vigneti, il castello domina l’intero panorama con le sue belle torri, sia di costruzione quadrata che tonda.
Qui in precedenza sorgeva un castello di origine medievale, distrutto nel 1530 da un incendio. Parte della struttura originale è ancora oggi visibile, tra cui il muro di cinta, la guardiola ed alcune torri.
Visitare, anche se dall’esterno, il castello di Vufflens significa ammirare uno dei tipici castelli fortificati romani. I vigneti attorno forniscono uva unicamente per il castello e non risulta che sia posto in vendita.

Castello di Chillon

Guida ai castelli della Svizzera

Probabilmente il più noto, il castello di Chillon è uno tra i più spettacolari. Posto su una roccia sul lato orientale del pittoresco Lago Lemano, il castello è quello che ha il maggior numero di visitatori di qualsiasi edificio storico.
Non è certa la data di costruzione anche se alcuni documenti storici lo collocano nel 1150. Nel periodo medievale venne ampliato e gradualmente trasformato in residenza estiva per i conti. Presto il castello, in disuso per diversi mesi l’anno, cadde in abbandono totale. Nel XVIII secolo il castello è stato acquistato dal Canton Vaud che, dalla fine del XIX secolo, iniziò a restaurarlo completamente.
Il castello è completamente visitabile e al suo interno sono presenti spesso diverse mostre espositive.

Castello di Tourbillon

Guida ai castelli della Svizzera

Il castello di Tourbillon, costruito tra il XIII e il XIV Secolo, è posto nella parte sud-occidentale della Svizzera.
Diversi gli attacchi ed i tentativi di assedio alla fortezza, in modo particolare nel 1417 quando buona parte del castello venne distrutta. Dopo la sua completa ristrutturazione, il castello vide nel 1788 un nuovo episodio distruttivo, questa volta per un incendio che distrusse anche il centro abitato di Sion.
Recentemente, negli anni ’60 e ’90 dello scorso secolo, il castello è stato completamente rinnovato e oggi appartiene al complesso Valère & Tourbillon. Proprio di fronte alla collina dove troviamo il castello di Tourbillon troviamo infatti la cattedrale di Valère.

Castello di Rapperswil

Guida ai castelli della Svizzera

Situato sulle rive del lago di Zurigo, il castello si trova sopra la città di Rapperswil, spesso chiamata anche la “città delle rose”. La collina che lo ospita è chiamata Lindenhof e tra le particolarità dell’edificio storico è quella di ospitare il Museo Nazionale Polacco. La sua presenza non è recente, è infatti dal 1870 che il Museo trova proprio tra le spesse mura del maniero di Rapperswil la sua sede definitiva.
Ogni angolo del castello offre una torre, la più alta presente nel lato sud-ovest del castello. Da non perdere anche la Torre dell’Orologio, costruita a cinque lati.

Castello di Aigle

Guida ai castelli della Svizzera

Il cantone di Vaud vanta con orgoglio diversi castelli mozzafiato ed il castello di Aigle non fa eccezione. Siamo nella valle del Rodano, a poca distanza dal lago di Ginevra, è circondato da vasti vigneti e attrae grazie al suo aspetto che ricorda quello tipico da fiaba.
La struttura principale è stata costruita nel periodo che va dal XV al XVIII secolo mentre il castello originale fu costruito nel 12 ° secolo e alcune parti dell’edificio originale sono ancora visibili.

Castello di Aarburg

Guida ai castelli della Svizzera

Siamo nel nord della Svizzera dove troviamo il meraviglioso complesso del castello di Aarburg. Di origine medievale, nonostante la data precisa di costruzione non è confermata, si hanno notizie del castello intorno al XIII secolo.
Nel XVI Secolo iniziarono i lavori di ampliamento che durarano fino alla fine del XVII Secolo.
La parte centrale della struttura sono posizionate su una stretta cresta, in questa sezione troviamo un mastio in pietra calcarea e una torre abitativa. Il piano inferiore, costituito dalla roccia sulla collina, è invece direttamente scolpito.

Castello di Blonay

Guida ai castelli della Svizzera

Ennesimo castello presente nel Canton Vaud, quello di Blonay è un affascinante castello medievale. Costruito nel XII Secolo dall’omonima famiglia, il castello di Blonay è appartenuto alla famiglia fino ai giorni nostri, tranne per un breve periodo nel tardo XVIII secolo.
Come per molti altri castelli medievali, anche quello di Blonay è stato più volte restaturato per adattarsi alle mutevoli esigenze.

Condividi su: