Parco Nazionale della Mauricie, la riserva tra Montréal e Québec City
Condividi su:

Guida al Parco Nazionale della Mauricie,
la riserva tra Montréal e Québec City

Tutti gli articoli del Canada
parco-nazionale-delle-mauricie-mappa
© Google Maps

Icona articolo onemagUna delle più caratteristiche immagini a cui si associa il Canada è la natura incontaminata, foreste colorate, grandi fiumi e una ricca fauna selvatica.

Il Parco Nazionale della Maurice (Parc national de la Mauricie, in francese) racchiude tutti questi ideali naturalistici nel suo territorio, esteso poco più di 530 kmq. Qua i visitatori possono godere di lunghi e immersivi trails, i sentieri escursionistici che permettono di esplorare alcuni dei più suggestivi paesaggi di tutto il Canada Est.

A circa 230 km da ⇒ Montréal, il Parco Nazionale della Maurice è tra le mete predilette per le gite fuori porta, sia dai cittadini del Quebec che dai turisti. La vastità del Canada e le innumerevoli attrazioni, naturali, storiche e culturali, fanno si che i turisti prediligano viaggi anche di diverse settimane. In questi viaggi il Parco Nazionale della Maurice rientra tra le più importanti attrazioni naturali, imperdibile per tutti gli appassionati di eco-turismo.

Comodo da visitare anche partendo da ⇒ Québec City, il Parco Nazionale della Maurice si raggiunge percorrendo la strada che affianca il fiume San Lorenzo, finché, poco dopo il Lac-Saint-Pierre, ad altezza Trois-Rivières si segue l’A155, altresì chiamata Autoroute de l’Énergie. Addentrandosi verso nord sono sufficienti una cinquantina di chilometri prima di accedere all’area meridionale del parco. La Route Promenade attraversa il Parc de la Maurice, dividendolo in due fornendo ai visitatori due ingressi. Si percorre in auto o in moto, con la possibilità di fare sosta nei punti panoramici, nelle foreste e sulle sponde dei laghi.

OneMag-logo
Link-uscita icona  In viaggio a Toronto? Ecco dove mangiare italiano

Visitare il Parco Nazionale della Maurice

Guida pratica per una gita al Parc National de la Maurice

Visitare il Parco Nazionale della Maurice, veduta

La destinazione è particolarmente apprezzata nel periodo autunnale, momento in cui avviene il foliage, trasformando il vivace verde della foresta in varie tonalità di colori caldi, arancione, rosso e marrone. È il momento da preferire per visitarlo, grazie anche al fatto di essere una tra le riserve meglio organizzate di tutto il nord America.  È presente un punto vendita all’ingresso, in cui fare scorte di cibo e acqua (è possibile anche campeggiare) e richiedere informazioni per organizzare il proprio viaggio al Parc national de la Mauricie senza intoppi.

L’ingresso al Parco Nazionale della Maurice è compreso nel Discovery Pass, un abbonamento turistico canadese che permette di accedere ai migliori siti d’interesse naturali del paese.  E’ possibile ritirare, in forma del tutto gratuita, un’esaustiva cartina del parco, con sentieri e vari punti d’interesse per escursioni o attività.

Il parco è facilmente percorribile in due principali modalità. La prima è via terra, seguendo i trails già citati, con cui è possibile modulare a piacimento la propria permanenza, che può essere di poche ore cosi come anche di un’intera settimana. Non meno interessante è invece l’opzione via acqua, grazie ai numerosi corsi d’acqua che possono essere percorsi in canoa e che permettono di recarsi in punti del parco non battuti dai sentieri escursionistici.

Di laghi ne troviamo numerosi – spesso anche balneabili -, a partire dal più grande Éduard, che vanta appunto una una spiaggia, al più piccolo Étienne, non meno interessante per certo. Meritano essere menzionati anche il lago Bouchard e il lago Wapizagonke, noto per le grandi pareti rocciose e per le stupende cascate, luogo in cui molti sostano a gustarsi un picnic.

OneMag-logo
Link-uscita icona   Parc di Mont Royale, il polmone verde di Montreal

Flora e fauna della riserva

Il Parc National de la Maurice, orsi neri

La flora e la fauna sono, ovviamente, le protagoniste nel parco. Grazie alla morfologia del parco, prevalentemente pianeggiate e ricco di corsi d’acqua, sono presenti alcuni degli arbusti più caratteristici del territorio. Abeti, aceri e betulle sono solo alcuni degli alberi che caratterizzano il paesaggio al Parco Nazionale della Maurice.

Dove le acque dei laghi terminano troviamo estese macchie forestali ricche di arbusti e piante acquatiche. Ninfee, aceri, licheni, felci e querce dominano in questi spazi verdi. La fauna del parco è molto variegata, composta da numerosi esemplari di alci, lontre, castori e anatre marine. Tuttavia, il vero protagonista è l’orso nero. L’affascinante orso nero è possibile avvistarlo facilmente, grazie alle numerose colonie che popolano buona parte del territorio protetto. Sottinteso però che gli animali vivono senza limiti, quindi per escursioni di bear watching è ben consigliato avere già consolidato una buona esperienza con tour guidati dedicati. Seguendo i vari trails del parco non si incontreranno ostacoli o possibili disagi. Se prediligete la sola e pura immersione in natura, non allontanatevi da questi percorsi.

Durante l’estate gli orsi neri circolano liberamente nel parco. Cosa che invece accade meno frequentemente in autunno, inverno e primavera – per via del letargo -. Sempre all’ingresso del parco, è possibile informarsi sulle linee guida da seguire in caso di incontri ravvicinati con gli orsi.  Queste regole è bene apprenderle e non violarle. Gli orsi sono per natura molto curiosi, non è poi cosi raro che cerchino di avvicinarsi ai visitatori, soprattutto a chi campeggia durante la notte.

Ultima modifica 12 aprile 2021


 

Condividi su: