Il fascino delle Cascate Vittoria di Livingstone

Il fascino delle Cascate Vittoria di Livingstone, una delle 7 meraviglie del mondo scoperta da Livingstone nella metà dell'800. Ecco le cascate Vittoria.

Le cascate Vittoria di Livingstone

Arrivare vicino alle cascate Vittoria significa essere immersi nel rombo incessante dell’acqua in continuo crescere. Basta infatti arrivare nei dintorni, anche a qualche chilometro di distanza, per riuscire a sentire il fragorio incessante dell’acqua che cade e, avvicinandosi, sentire gli spruzzi sempre più vicini.

Questo incredibile spettacolo della natura ha origine dal fiume Zambesi, che separa il Zimbabwe dallo Zambia, precipitando per quasi 130 metri realizzando una delle cascate più imponenti del mondo e contornato da uno spettacolo ricco di emozione e adrenalina.
Il suo nome è attribuito in onore alla regina d’Inghilterra del XIX secolo ma è un nome dato per i turisti più che per identificare la cascata vera e propria. I locali amano infatti chiamarla in un modo più semplice ma anche estremamente più chiaro: fumo che tuona.

Le cascate Vittoria di Livingstone

Impossibile pensare di scoprire tutta la cascata con una semplice visita. La cascata Vittoria necessita di tempo e sopratutto di essere ogni volta affrontata in modo diverso. Che la vogliate vedere da lontano, dall’alto o anche tuffandovi in quella enorme pozza d’acqua chiamata piscina del Diavolo, la cascata sarà in grado ogni volta di darvi una emozione differente. Non necessariamente con attività rischiose o pericolose, naturalmente.

Le cascate del MessicoLe cascate più spettacolari del Messico
Le cascate più spettacolari del Messico, dalla più alta alla più visitata a quella che sembra ghiacciata. Ecco le più belle cascate del Messico.

Come vedere la Cascata Vittoria

Se un colpo solo non basta di sicuro per riuscire ad ammirare l’imponenza della cascata, ecco diverse alternative che potrete adottare per conoscerla a fondo, quanto più possibile.

Una delle modalità più comode è quella di affittare un motoscafo con guida turistica per farvi portare direttamente sul bordo del precipizio e essere rapiti dall’incredibile scenario posto proprio davanti a voi.

Le cascate Vittoria di Livingstone

Siete più avventurosi?
Allora per voi abbiamo la possibilità di farvi portare proprio sopra ed ammirare la discesa di acqua da una prospettiva davvero unica. Cercate in zona le varie compagnie che vi permetteranno di salire su un velivolo ultraleggero e vi consentiranno di ammirare la cascata Vittoria sia dal lato Zambia sia da quello dello Zimbabwe. Divertimento e brivido assicurato.

Siete cauti?
Allora affrontate la cascata nel modo più tradizionale ovvero a piedi. Copritevi bene, indossate scarpe comode, fatevi affiancare da una guida e raggiungete il fumo che tuona tra spruzzi e rumore sempre più acceso. Lo spettacolo che vi attende è strabiliante e passo dopo passo sarete sempre più immersi nel fascino di questa meraviglia naturale.

Le cascate del ParaguayLe cascate fluviali del Paraguay
Il Paraguay è una gemma dell’entroterra dell’America latina ricco di fiumi e cascate fluviali. Visitiamo alcuni dei saltos.

La storia delle cascate Vittoria

Le cascate sono state scoperte, 170 anni fa, da David Livingstone, il primo bianco che decise di esplorare l’Africa e che appunto per primo le ha trovate.
Siamo infatti a metà dell’Ottocento quando la regina Vittoria è di fatto leader di tutto il mondo. In quegli anni è l’Inghilterra a essere la vera e propria potenza mondiale ed è anche il periodo in cui iniziano le grandi esplorazioni con lo scopo di convertire i locali alla cultura inglese. In pratica ad essere sfruttati, economicamente e commercialmente.
Del resto per gli esploratori tornati vincitori vi è in premio tanta celebrità e ricchezze infinite.

Ed il medico scozzese Livingstone non poteva esimersi dal voler diventare a tutti gli effetti esploratore. L’Africa per lui rappresenta la meta ideale per confrontarsi visto che il territorio costiero era del tutto conosciuto mentre la parte interna ancora tutta da scoprire.
Era del resto una sfida ideale per soddisfare la voglia di conoscenza del medico. La sua voglia di sapere interessa anche i fiumi e il Zambesi, il quarto fiume africano per lunghezza, è una delle partenze ideali. Grazie ai corsi d’acqua possono, infatti, nascere scambi commerciali e generare incredibile conoscenza e altrettanta ricchezza.

E cosi, tra scopi diversi e obiettivi mancati, il 16 Novembre 1855 vide per la prima volta questa affascinante cascata e da subito volle dedicarla a colei che ha dato il via ufficioso a tutto questo peregrinare, la Regina Vittoria.

Scopri di più:

Cosa visitare a Malawi
La cascata sottomarina delle Muritius

 

Condividi su: