Visitare l’antica Cattedrale di Basilea

Leggi tutti gli articoli di Basilea Città

Icona articolo onemagNel cuore della città di Basilea, giusto di fronte la riva del Fiume Reno, si trova quel che da tempo si definisce come il simbolo architettonico della città elvetica: il Duomo, noto anche come Basel Munster. Il Duomo di Basilea è l’edificio religioso più importante della città. L'edificio è stato costruito originalmente nell’XI secolo in stile romanico ma il terremoto che nel 1356 ha colpito l’intera città provocò ingenti danni all'intera struttura.
Il Basel Munster è considerato uno dei monumenti tardo-gotici più importanti e significativi dell'Alto Reno. A impreziosire l'opera in sé è anche la sua eccezionale posizione, sul cosiddetto Münsterhügel (colle della cattedrale). È giunto il momento di scoprire la storia e i dettagli sul Duomo di Basilea, in Svizzera.

Cenni storici

Interno del Basel Munster, in SvizzeraTornassimo indietro nel tempo di oltre due millenni vedremmo che già al I secolo a.C. il Münsterhügel presentava già un primitivo insediamento celtico. In quest'epoca infatti risale la costruzione dell'oppidum celtico, un insediamento fortificato somigliante a una piccola città. Attraverso gli scavi archeologici effettuati nella zona sappiamo anche che è esistito un grosso insediamento militare romano, con numerosi reperti rinvenuti nel territorio. Tuttavia, le testimonianze diventano sempre meno numerose con l'avanzare dei secoli, tanto che dell'Alto Medioevo diventano perfino rari i reperti.

Occorre attendere il IX secolo per ritrovare la prima documentazione riguardo la presenza di un'antica chiesa vescovile. Con il passaggio al secondo millennio, poco dopo la costruzione della chiesa, abbiamo traccia scritta della promozione a città di Basilea. Verso la fine dell'XI secolo, in città furono erette le mura di fortificazione. Con la costruzione del Mittlere Brücke (ponte di mezzo) attorno al 1225 furono gettate le basi per l’ampliamento della città con la costruzione della Kleinbasel (la Piccola Basilea) e del nodo stradale sull’ansa del Reno. Il terremoto del 1356 causò ingenti danni all'intera città, fra cui la distruzione delle quattro torri e del coro della cattedrale.

La Münsterplatz (piazza della cattedrale) è incorniciata su tre lati dalle case dei canonici, oggi case borghesi con facciate in stile barocco. La piazza è considerata una delle più belle d’Europa. Essa è completata dalla Kleiner Münsterplatz sul lato della Galluspforte (porta di San Gallo), dove è situato il passaggio che conduce alla Pfalz. Da questa terrazza si può godere di una splendida vista sul Reno, sulla Piccola Basilea fino alla regione di Sundgau e alla Foresta Nera.

 

Cosa vedere in Svizzera | Viaggio tra i cantoni della Svizzera

Viaggio tra i cantoni della Svizzera, una rassegna delle principali attrazioni suddivise per i cantoni tra montagne, laghi e belle città ricche di storia e...

 Descrizione del Duomo di Basilea

Veduta sul campanile del Duomo di Basilea, in SvizzeraIn sintesi, la prima versione del Duomo di Basilea venne costruita a metà dell'XI secolo in stile romanico, venendo quasi completamente distrutta dal sisma del 1356. L'attuale versione è risalente al XVI secolo con una rivisitazione in stile gotico e caratterizzata da due torri gemelle che delineano la sua struttura. La sua ricostruzione, completata la prima metà del XVI secolo, vide impegnato in prima linea l'architetto e artista Johannes Gmünd che le diede un nuovo prospetto monumentale in stile gotico, sottolineato da un corpo slanciato, dal quale protendono due torri gemelle molto alte. Dall'interno molto semplice, a tre navate e particolarmente luminoso grazie alle tante vetrate, fu una chiesa dal grande rilievo storico, avendo ospitato le prime fasi del Concilio di Basilea prima, e passando al culto luterano poi.

 

Continua a scoprire la Svizzera: