Condividi su:

Osakajo, il castello di Osaka

Tutti gli articoli del Giappone

Il castello di Osaka, mappa
© Google Maps

icona-articoloNel pieno centro di Osaka, all’interno di un parco di oltre 105 ettari, troviamo il castello di Osaka, una delle attrazioni principali della città giapponese. La sua storia è quella legata alle varie lotte di potere che hanno poi dato origine all’era Edo, nel 1603.

Fondato nel 1583, il Castello di Osaka è indubbiamente il principale richiamo con le sue mura, i fossati e la Torre, ricostruita solo nel 1931. Nel parco si viene anche per ammirare il foliage autunnale, un vero e proprio evento che richiama ogni anno migliaia di abitanti pronti a festeggiare e a divertirsi.

Cosa vedere nel Castello di Osaka

Come raggiungere il Castello di Osaka

Castello di Osaka, veduta

Il Castello di Osaka è all’interno di un meraviglioso parco di un centinaio di ettari, uno dei polmoni verdi della città. E’ proprio il suo contesto, valorizzato da migliaia di alberi in cui si possono distinguere ciliegi e albicocchi, che distingue la piccola fortezza.

Raggiungerlo è piuttosto semplice. Dopo essere saliti a bordo della linea circolare JR, scendete alla stazione di Morinomiya, a breve distanza dall’ingresso meridionale del parco. L’accesso al lato opposto è invece quello raggiungibile con la stazione Osakajokoen.
Se volete raggiungerlo con la linea della metropolitana, salite a bordo della linea C (Chuo) oppure la T (Tanimachi) e scendete alla stazione Tanimachi Yonchome.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Guida ai trasporti pubblici di Osaka

Cenni storici

Osakajo, il castello di Osaka

Il castello di Osaka è il terzo per importanza del Giappone. La sua storia ha origine nel 1533 quando Toyotomi Hideyoshi, generale e daimyō del periodo Sengoku diede ordine di costruirlo. In precedenza sullo stesso sito era presente l’antico tempio di Ishiyama Hongan-ji, al tempo ridotto in macerie e la costruzione della fortezza era quella di una abitazione e struttura difensiva per la nobile famiglia. La sua progettazione aveva lo scopo di renderlo il centro del nuovo Giappone unificato e, all’epoca, era il castello più grande di tutto il paese.

Il generale chiese che la fortezza dovesse assomigliare a quello che all’epoca era il castello più imponente, il Castello di Azuchi, ma che dovesse superarlo sia per dimensioni che per bellezza. Venne quindi realizzato per essere il più grande, distribuito su cinque piani in altezza e tre piani sotterranei, una costruzione che richiese ben quindici anni prima di essere completata. Toyotomi Hideyoshi morì proprio l’anno in cui il castello venne completato, riuscendolo a vedere prima della sua scomparsa.

Nel Castello di Osaka si svolsero varie battaglie, alcune tra le più storiche di tutto il paese, quelle che poi portarono all’unificazione del Giappone. Il castello era la sede del governo Toyotomi, periodo in cui subì un grande attacco che lo distrusse in gran parte. Venne successivamente ricostruito dall’allora sovrano Tokugawa Ieyasu, che ne aveva fatto la base del governo del Giappone occidentale. Dopo essere rimasto immune ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, il Castello di Osaka fu protagonista di ulteriori lavori di rimaneggiamento generale, che terminarono nel 1997.

OneMag-logo
Link-uscita icona  La guida di Osaka, la terza città del Giappone

La struttura del Castello

Il castello di Osaka, le mura esterne

La struttura esterna si presenta con tre grandi muraglie, volute e realizzate proprio da Tokugawa Ieyasu. La caratteristica più recente venne implementata durante il rimaneggiamento del 1931, dove durante l’era Showa il castello fu valorizzato.

Il castello si sviluppa per ben 8 piani, ognuno dei quali contente un’esposizione. All’ultimo piano, quello da cui è suggerito iniziare la visita, è presente l’osservatorio, dal quale ammirare la skyline di Osaka e i dintorni del castello. Grazie allo stereoscopio qua presente è inoltre possibile assistere a una ricostruzione tridimensionale dell’Osaka antica.

Da qui poi si potrà scendere, in ascensore o utilizzando le scale, per visitare ognuno dei cinque piani esterni.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Visitiamo Abeno Harukas, il più grande grattacielo del Giappone

Cosa vedere all’interno del Castello

Cosa vedere a Osaka

Il simbolo del castello di Osaka è la sua Torre, l’orgoglio della popolazione e a cui è stato dato il riconoscimento di Patrimonio Culturale Tangibile Registrato, onorificenza attribuitole nel 1997. E’ proprio al suo interno che potremo visitare il Museo del Castello di Osaka, il luogo dove scoprire la sua storia e quella di Tokugawa Ieyasu.

Se al settimo piano abbiamo avuto modo di ammirare Osaka dall’alto, scendendo al sesto avremo modo di vedere alcuni celebri manoscritti letterari, il quinto serve unicamente per accedere al quarto, in cui è presente un’esposizione dell’Assedio Estivo. Il terzo piano troviamo lo spazio dedicato alle mostre temporanee, che cambiano a ruota ogni 2 mesi, così come per il secondo piano. Il primo piano, infine, è dedicato al castello di Osaka e a quelli giapponesi in generale, con tanto di modellini e ricostruzioni varie.

location_icon onemag1-1 Osakajo, Chuo Ward, Osaka, 540-0002
+81669413044

Icona web onemagSito ufficiale

 

Ultimo aggiornamento 13 febbraio 2021


 

Condividi su: