Il canyon più lungo in Europa, quello sul fiume Tara


Il canyon più lungo in Europa, quello sul fiume Tara
Condividi su:

L’affascinante canyon del fiume Tara,
il più lungo d’Europa

Tutti gli articoli del Montenegro

icona-articoloI più avventurosi lo chiamano il Colorado del Montenegro mentre per tutti è più semplicemente il canyon del fiume Tara. Siamo vicino al monte Komovi, il Montenegro, dove due piccoli fiumi, Opasanica e Varuša formano il fiume Tara. La sua lunghezza, 150 km, raggiunge la vicina Bosnia ed Erzegona, dove incontra il fiume Piva formando il fiume Drina.

Il fiume Tara si snoda nel Parco nazionale del Durmitor che dal 1980 è tra i luoghi tutelati dall'UNESCO come Patrimonio mondiale dell'umanità. Questo ha impedito al governo locale di costruire una diga che ne avrebbe stravolto la natura e le caratteristiche.
Pronti a scoprire il fiume Tara?

 

Il fiume Tara in Montenegro

L’affascinante canyon del fiume Tara più lungo d’Europa, rafting
Il rafting sul fiume Tara

Come ogni canyon che si rispetti anche quello del Tara vanta le sue cascate che sono più di 40. Le sue 70 rapide lo hanno reso celebre anche per il rafting, praticato soprattutto nelle rapide di Varda, Celije e Vjernovica Buk, le più emozionanti in assoluto. Praticare rafting sul fiume Tara significa mettersi alla prova ogni volta con una situazione differente, una avventura particolarmente indirizzata ai più coraggiosi o per chi vuole davvero mettersi alla prova.

Il periodo migliore per praticare rafting sul Tara è l'inizio della primavera ma qui si ha il vantaggio di poterlo provare da aprile a fine ottobre, uno dei periodi in assoluto più lunghi in assoluto. Bella anche l'esperienza in kayak, da praticare con attrezzature adeguate e, ancora meglio, con guide espere. Qui nel mese di settembre viene organizzato un evento dedicato proprio al kayak, con partecipanti che arrivano da tutto il mondo e si mettono alla prova con competizioni adatte a tutti i livelli di abilità.

 

Ponte Tara Canyon

Il canyon più lungo d'Europa sul fiume Tara, il ponte Durdevica
Il ponte Durdevica sul fiume Tara

A circa 30 minuti di macchina da Žabljak, città presente nel Massiccio del Durmitor e che si erge a quasi 1500 metri di altitudine, sorge il Ponte Durdevica sul fiume Tara. Costruito a 172 metri sopra il fiume, guardando dal basso verso questa striscia di 350 metri è facile rimanere assolutamente affascinati.

Ponte stradale, pur di non larghissime dimensioni, la sua costruzione risale a poco prima dell'inizio della Seconda Guerra Mondiale. I montenegrini hanno realizzato in breve tempo un vero orgoglio nazionale che, al momento della sua costruzione, ha superato anche due record mondiali. Il primo per il suo costo, superiore di quasi la metà rispetto a qualunque altra costruzione similare. Il secondo è per la campata di uno dei cinque archi che lo compongono.

Prima della costruzione, raggiungere le due sponde era unicamente possibile con un ponte in legno. L'arrivo del conflitto non diede mai l'occasione di inaugurare ufficialmente il progetto, che quindi venne aperto senza particolari cerimonie. Le forze italiane, nel 1942, lo distrussero parzialmente, impedendo che potesse essere nuovamente utilizzato. La sua ricostruzione postuma non ha seguito il processo originale e una parte del ponte è diversa dall'altra.

Da qua è anche possibile scegliere di attraversare il canyon in zipline. Sono due le alternative possibili, gestite da due compagnie differenti, una di circa 1 km di lunghezza che attraversa il Tara raggiungendo i 120 km mentre l'altra, è più breve e distribuita su due linee, in modo da attraversarlo in coppia.
Le zipline sono aperte esclusivamente nel periodo compreso tra aprile e fine settembre.

 

Escursioni sul fiume Tara

Il canyon del fiume Tara, il Parco Nazionale del Durmitor in Montenegro

Oltre a kayak e rafting, sono molti gli sportivi che scelgono di visitare il canyon più lungo in Europa per i suoi dintorni. Qua sono tante le possibili escursioni, grazie anche alle tante guide autorizzate che potranno mostrarvi il fiume da prospettive diverse, sempre affascinanti.

Se avete scelto di praticare trekking, ricordate di portarvi l'attrezzatura idonea (meglio gli scarponi da trekking se intendete praticare qualche tour più impegnativo) e se siete in inverno non dimenticate un abbigliamento in grado di sopportare il freddo notturno. Questi tour sono anche una delle modalità per scoprire gli antichi villaggi del Montenegro, molti ancora con le savadake, le antiche abitazioni tradizionali spesso caratterizzate da multini ad acqua. Alcuni di questi tour possono essere anche praticati comodamente in jeep, dove avrete modo di raggiungere più agilmente alcuni tra questi villaggi, come Zavait e Čelebiće.

 

Montenegro, guida turistica di viaggio
Montenegro, guida turistica di viaggio, tutte le informazioni necessarie per partire alla scoperta della piccola nazione balcanica, dagli orari di apertura di banche e negozi...

Il Massiccio del Durmitor

L’affascinante canyon del fiume Tara più lungo d’Europa, il Massiccio del Durmitor
Il Massiccio del Durmitor, Montenegro

Il parco prende il nome dal massiccio del Durmitor del quale occupa gran parte della superficie e comprende i fiumi Draga e Susica oltre il Tara e la parte iniziale delle gole del Komarnica.

A incoronare l'altipiano ci sono cime montuose molte delle quali hanno un'altezza superiore ai 2 mila metri e tra esse spicca il monte Bobotov kuk, alto 2525 metri. Suggestivi ed imperdibili sono gli occhi della montagna, ovvero 18 laghi glaciali situati sopra i 1500 metri di altezza che conferiscono un aspetto particolare all'intero massiccio. Il lago più grande è il Nero, Crno jezero, circondato da un fitto bosco e caratterizzato dalla presenza del monte Medjed (orso) che sembra messo lì a proteggerlo.

Tra fiumi, laghi e vegetazione a tratti selvaggia, il Parco del Durmitor, con il massiccio ed il canyon del Tara, rappresenta uno straordinario spettacolo della natura montenegrina. Questo però non significa rinunciare alla ricchezza monumentale con edifici medievali e monasteri, come quello dell’Arcangelo Michele lungo il fiume Tara, risalente al XV secolo.
Da non perdere anche quello di Dobrilovina dedicato a San Giorgio, costruito nel 1609 e caratterizzato da una torre campanaria in legno posta di fronte all'ingresso.

 

Continua a scoprire il Montenegro:

Ultimo aggiornamento 15 luglio 2022


 

Condividi su: