Ifrane, la città più pulita del mondo è in Marocco

Ifrane è una città decisamente diversa rispetto alle altre località del Marocco. Ci troviamo a 1664 metri sul livello del mare dove troviamo questa località in tipico stile montano, definita infatti 'la Svizzera del Marocco', e considerata la città più pulita del mondo. Da vedere nei suoi dintorni Michlifen, la stazione sciistica dove è presente il lussuoso Michlifen Resort & Golf, ed il Parco Nazionale con la sua imponente foresta di cedri. Scopri tutto su Ifrane, la città alpina del Marocco.3 min


1
36 condividi, 1 punto
Ifrane, la piccola Svizzera del Marocco

Ifrane, la città del Marocco chiamata
la ‘piccola Svizzera’

Città del Marocco | Le 10 città del Marocco più belle

icona-articolo

Dimenticate ogni cosa vi ricordi il Marocco, il mare, le strade ricche di venditori e i profumi speziati tipici di qualsiasi luogo del paese. Qui, infatti, non sarete circondati dal mare e sarà semplice dimenticarsi presto di essere proprio in Marocco.
Definita da molti la ‘città più pulita al mondo’, Ifrane è una località posta a 1664 metri sul livello del mare e con l’aspetto tipico di una qualunque città alpina della Svizzera.
Passeggiare per Ifrane significa, infatti, ammirare case dai lucenti tetti rossastri, laghetti e vie che possono sembrare quelle tipiche non solo della Svizzera ma anche di altre località ancora più a nord.
Da non perdere a Ifrane è il contatto con la realtà, specie quando si osserva la meravigliosa e rigogliosa vegetazione, ricca di foreste di cedri, sopratutto in inverno quando l’intero paesaggio viene ricoperto da una splendida coltre bianca.
Niente di più semplice che pensare ad Ifrane come la tipica località di villeggiatura invernale, solo che qua gli ospiti arrivano da Marrakech piuttosto che da Fez o Meknes.

OneMag-logo
Alla scoperta di Chefchaouen, la città azzurra del Marocco

La storia di Ifrane

Ifrane, la piccola Svizzera del Marocco

Le origini di Ifrane ci riportano agli anni ’30 dello scorso secolo, quando i francesi governavano l’intero territorio. Furono proprio i francesi a costruirla, attirati dal clima fresco estivo. Ed è infatti qua che si viene, durante le torridi estate, ad acclimatarsi.
L’inverno non ha praticamente nulla da vedere con quello marocchino. Qui le temperature scendono spesso sotto lo zero termico e le intere montagne che la circondano sono coperte di neve. Ifrane ha anche il record di tutta l’Africa per la temperatura più bassa mai registrata: -24°C.
Durante i primi decenni dalla sua costruzione, Ifrane era il luogo preferito dalle famiglie coloniali che qua si ritrovavano per passare le settimane più calde ed afose dell’anno.
Di fatto Ifrane era stata costruita pensando esclusivamente alle famiglie europee che qui abitavano ed il suo stile lo rendeva perfetto per rendere il soggiorno meno nostalgico. Le stesse piante, oltre che lo stile architettonico, erano state proprio importate dalla vicina Europa.

Ifrane è una meta turistica sia invernale che estiva
Piste sciistiche in Ifrane

La storia ci ricorda come il Marocco ottenne l’indipendenza dalla Francia e Ifrane vede perdere il suo status di città destinata agli europei. E’ il momento in cui sono proprio gli abitanti a prenderne possesso, trasformandola per quanto possibile, in una città del Marocco. Si diede il via ad importanti costruzioni, tra cui la moschea ed il souk, immancabile in ogni angolo del paese.
Ma che Ifrane fosse destinata ad essere diversa venne confermato anche dalla realizzazione di una università pubblica americana, la prestigiosa Al Akhawayn University.

Con la sua costruzione, Ifrane torna ad essere -ma forse non era mai stata altrimenti- un resort sia estivo che invernale. Le vecchie case costruite nel centro della città vennero presto abbattute per fare spazio a grandiosi condomini mentre il fulcro dell’attività turistica vide la sua espansione più lontano dal fulcro urbano.
Ifrane è anche un patrimonio. Salite a bordo del piccolo treno che l’attraversa per scoprire alcune delle strade più pulite al mondo, i negozi di artigianato e quelli di ceramiche.

OneMag-logo
Essaouira, la città bianca del Marocco

I dintorni di Ifrane

Ifrane, la piccola Svizzera del Marocco

A pochi minuti dal villaggio si trova trova una piccola stazione sciistica di nome Michlifen, e qui è stato costruito il Michlifen Resort & Golf, un lussuoso hotel 5 stelle con tanto di centro benessere e relativa sauna ed hamman e ben 3 ristoranti in grado di soddisfare le esigenze di chiunque.
Siamo a 2.036 metri di altezza e la si raggiunge con la Route 707.

L’attrazione principale, oltre al villaggio, è naturalmente il Parco Nazionale. L’imponente foresta di cedri costituiscono l’essenza della più grande riserva di tutto il Marocco. Posta da 1500 a 2000 metri s.l.m. copre l’intera area di Ifrane e quella di Azrou.
Il Parco Nazionale, annoverato come patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, contiene anche una foresta di alberi di noce e delle magnifiche quercie sempreverdi.
La fauna è anch’essa abbondante, tra scimmie, cinghiali, lepri e pernici. Divertente trascorrere qualche ora a pescare le trote sui tanti laghetti contenuti all’interno.
E a proposito di laghi è imperdibile ad Ifrane la ‘lakes road’, un circuito di laghi da percorrere partendo da Fez.

Azoru è una graziosa città di montagna densamente abitata. Con i suoi oltre 50.000 abitanti, Azoru è una città dove poter eventualmente soggiornare se i prezzi di Ifrane non sono alla vostra portata.
Poco distante troviamo anche Beni Smim, una cittadina rurale nota per produrre olio di camomilla. Pregevole qua è la fonte di acqua minerale, imbottigliata con il nome di Eau de Benismim.

Scopri di più:


Ti piace? Condividi con i tuoi amici!

1
36 condividi, 1 punto