Idea di viaggio, l’insolita crociera in Alaska

Idea di viaggio, l'insolita crociera in Alaska per scoprire la selavaggia bellezza del territorio ostile ma spettacolare.

Crociera in Alaska, ecco come pianificarla

icona-articolo

Quest’anno avete voglia di qualcosa davvero diverso? Ecco l’idea di viaggio che fa per voi, una crociera in Alaska. Maestosi ghiacciai e natura selvaggia, queste le principali ragioni che spingono ogni anno oltre due milioni di persone a scegliere l’aspra bellezza dell’Alaska per una crociera davvero al limite.

Se una crociera in Alaska rientra tra i vostri programmi di viaggio, ecco alcune informazioni utili per pianificare il viaggio.
Prima di tutto iniziamo dal clima. Luglio è il mese più caldo mentre agosto e settembre sono quelli in assoluto più piovviginosi ma è anche il periodo perfetto per ammirare gli spettacolari paesaggi autunnali. E’ il periodo del cambio colore delle foglie e già solo questo panorama merita l’intero viaggio.
Il periodo migliore è quindi di imbarcarti in tempo utile prima che molte aree diventano inccessibili a causa del ghiaccio, che qua si forma davvero rapidamente.
Scegliete di imbarcarvi proprio nei mesi più caldi. Luglio, quindi è perfetto.

crociera in Alaska

Una volta individuato il periodo non rimane altro che cercare l’itinerario preferito. Noterete subito che alcune crociere permettono unicamente di recarsi da un luogo verso l’altro. Che sia da nord a sud o viceversa, partirete da una località e concluderete il viaggio in una differente. Altre opzioni invece permettono di andare e rientrare nella medesima località.
Sono opzioni da scegliere con cura, entrambe hanno vantaggi e svantaggi. Vediamo quali.
Il vantaggio di avere un itinerario andata e ritorno ha l’indubbio vantaggio di semplificare ogni cosa, la stessa base di partenza e di arrivo consente di pianificare ogni dettaglio del viaggio. Nelle altre opzioni avrete invece modo di arrivare in zone più remote, dandoti modo di esplorare e conoscere meglio l’Alaska.

L’itinerario di andata e ritorno generalmente ti permetterà di raggiungere Skagway mentre una crociera in direzione nord potrà permetterti di visitare Seward oppure Whittier. Sono località decisamente distanti fra loro, Seward e Whitter ti permetteranno di visitare delle zone dell’Alaska decisamente meno consuete. 
In questa opzione, quella di un viaggio a senso unico, avrete anche la possibilità di aggiungere nell’itinerario anche il viaggio in treno tra Seward a Anchorage. E’ uno dei viaggi in treno più panoramici di tutta l’America, imperdibile se valutate questa opzione.

Qualque sia la vostra scelta, ogni crociera in Alaska non mancherà di regalarvi splendidi scenari. Sono davvero poche le variazioni proposte dalle varie compagnie, generalmente queste differenze rispettano le dimensioni della nave o le esigenze degli ospiti. Sono tante infatti le ‘crociere a tema‘ che permettono di scoprire itinerari diversi.
Ecco comunque le aree che non dovreste assolutamente perdervi:

Crociera Inside Passage in Alaska

  • Inside Passage
    E’ un tratto di costa mozzafiato lungo l’Alaska sudorientale. Sono ben 1667 i km che partono da Vancouver fino ad arrivare a Skagway e lungo il percorso in crociera sono davvero tanti i villaggi e le città collegate. Ma sono le isolette il vero panorama imperdibile, tra stretti ed insenature che rendono anche unica la percorrenza. E quando sarete nei dintorni non dimenticate di provare ad avvistare le tante balene e anche delfini che da queste parti non sono cosi rare.

Crociera in Alaska

  • Ghiacciaio Hubbard
    E’ in parte nell’Alaska ed in parte nello Yukon, l’Hubbard è accessibile unicamente su alcune navi munite di un permesso speciale di navigazione. Annoverato tra i Patrimoni UNESCO, è una delle tappe più comuni (e pertanto da non mancare) durante una crociera in Alaska. Avrete poi a bordo anche un ranger che, oltre a verificare il corretto espletamento del viaggio, potrà raccontarvi ogni cosa sul ghiacciaio considerato il più grande e spettacolare di tutta l’Alaska.

crociera in Alaska

  • Tracy Arm
    Servito da picole navi di crociera, Tracy Arm è un fiordo con ghiacciai sopraelevati con uno sfondo di montagne e pareti rocciose a strapiombo alte centinaia di metri con cascate che cadono sull’acqua verde smeraldo e gli iceberg più grandi dell’Alaska.
    Da qui è possibile ammirare balene, orsi, capre di montagna e migliaia di foche, oltre a diversi uccelli come le aquile o i gabbiani. E’ un tragitto non sempre effettuato dalle navi di linea ma se riuscite a passarci avrete modo di ammirare uno spettacolare ghiacciaio ideale per un viaggiatore che cerca qualcosa di diverso.

crociera in Alaska

La crociera panoramica non è però l’unica motivazione che spinge ad affrontare un viaggio in Alaska. Molte compagnie propongono, oltre alla navigazione, anche numerose escursioni con una serie di attività complementari.
Informatevi su queste opportunità, specie se pensate di non ripetere presto l’esperienza.
Tra tutte potreste valutare di fare una gita in barca per avvistare balene ed orsi. Ma non solo. Se passerete da Sitka potreste provare anche la pesca del salmone che potrà anche essere congelato per degustarlo in un secondo momento. Qualsiasi sia la vostra scelta, una crociera in Alaska saprà sorprendervi positivamente.

crociera in Alaska

Alcune escursioni potrebbero invece prevedere anche un giro in elicottero per sorvolare le zone normalmente navigate. E’ generalmente una escursione piuttosto costosa (come del resto quasi tutto in Alaska) ma merita davvero essere fatta. Provate ad esempio a fare un volo sopra la foresta pluviale, è una esperienza unica e davvero emozionante.

Per concludere la vostra crociera in Alaska potreste anche valutare di fermarvi qualche giorno nella località prescelta per il vostro arrivo. In questo modo potreste noleggiare una barca e esplorare i dintorni in ogni singolo dettaglio. Spesso è una delle possibilità offerte dalle compagnie stesse che, oltre alla vera a propria crociera, propongono un pacchetto con albergo e numerose escursioni, prima o dopo la vostra partenza in nave. Molte compagnie hanno anche alcune baite di proprietà che renderanno perfetto ogni soggiorno ed indimenticabile la vacanza.
Non perdete l’opportunità, se prevista, di aggiungere anche un viaggio in treno. In molti casi avrete modo persino di visitare i luoghi che sono stati oggetto della corsa all’oro del Klondike, su quella che è la strada per lo Yukon del Canada.

Scopri di più:

Alla scoperta del territorio dell’Alaska
Come l’Alaska diventò americana
Montreal, guida turistica alla citta canadese bilingue
Groenlandia Occidentale, l’avventura tra i ghiacciai

 

Condividi su: