I più belli castelli della Polonia

La Polonia è il paese europeo con i castelli che serviti da ispirazione per maggior parte dei manieri del continente. Ecco alcuni dei più belli castelli della Polonia.

Polonia,
dove trovare i migliori castelli del paese

icona-articoloSe non tutti, gran parte di noi sin dalla tenera età è rimasto affascinato dai castelli. Le fiabe ci raccontavano le storie magiche e le ambientazioni dei castelli ci portavano indietro nel tempo, nel medioevo, periodo in cui vengono oltretutto descritti gran parte dei racconti di fantasia.

Grandi strutture dalle imponenti torri, immersi nel verde e caratterizzati da aree cosi ampie da ottenere un eco strabiliante. La Polonia, paese su cui ci focalizziamo in questo articolo, ha sempre rappresentato un punto di riferimento ed ispirazione per l’architettura dei manieri di tutta Europa.

Pertanto preparatevi a vivere un viaggio emozionante, ricco di meraviglie ed edifici strabilianti. Questa è la Polonia ed ecco dove trovare i migliori castelli del paese.

Castello di Malbork

Il nostro viaggio ha inizio nell’area settentrionale della Polonia, dove possiamo ammirare uno dei più celebri manieri del paese: il Castello di Malbork. Parliamo anche di uno dei castelli più famosi del paese, nonché uno dei più rappresentativi della cultura architettonica dei manieri polacchi.

Costruito lungo le sponde del fiume Nogat, il Castello di Malbork viene realizzato nel 13° secolo per desiderio e progetto dei Cavalieri Teutonici. Come per gran parte delle fortezze europee, tra il 15° ed il 18° secolo il Castello di Malbork viene adibito a residenza reale del Commonwealth polacco-lituano.

Lo stile architettonico del maniero mescola la classica raffigurazione dell’architettura medievale con quella classica, rendendo quindi il Castello di Malbork uno dei più rappresentativi del suo genere.

A questo si aggiunge anche il fatto che parliamo di uno degli edifici in mattoni più grandi d’Europa, nonché uno dei più visitati di tutto il mondo. Noto anche il fatto che questo genere di castelli venivano progettati in luoghi altamente strategici, cosi come per il fiume Nogat permetteva di accogliere – e raccogliere – le carovane commerciali che percorrevano il grande fiume Patrimonio dell’UNESCO.

Negli ultimi 100 anni il Castello di Malbork viene ricordato come triste protagonista nelle grandi guerre. Poco prima della seconda guerra mondiale si ricorda la sua restaurazione, resa vana dal fatto che solamente pochi anni dopo viene nuovamente distrutto, in battaglia. Per diversi decenni, anche a causa della crisi economica, il castello non è stato mai curato a dovere, sino però al 2016, anno in cui viene nuovamente inaugurato a seguito del suo restauro finale.

Castello Baranów Sandomierski

Cambiamo totalmente zona del paese, recandoci nel sud-est del vasto territorio della Polonia. Qua è situato il Castello di Baranów Sandomierski, uno dei migliori gioielli della Polonia per quanto riguarda l’architettura.

Datato 16° secolo, il Castello di Baranów Sandomiersk, conosciuto anche come “Piccolo Wawel”, è stato costruito in circa 15 anni. Nonostante non si conosca la vera identità, molti storici concordano con il fatto che l’italiano Santi Gucci sia l’architetto dell’edificio.

Castello Ksiaz

Continuiamo il nostro itinerario nella regione della Slesia, nella Polonia sud-occidentale. Qua possiamo ammirare lo Książ, il più grande castello della Polonia meridionale. Situato sulla cima di una collina contornata da una fitta foresta, l’attuale castello risale al 13° secolo, frutto di una ricostruzione di un edificio pre-esistente.

Alla fine del 14° secolo il castello ricorda un passaggio di proprietà, con beneficiari i sovrani boemi, tuttavia la loro proprietà non durò a lungo. Nonostante la storia legata allo Książ sia pressoché sconosciuta, sappiamo che durante la Seconda Guerra Mondiale il castello venne conquistato dal Regime Nazista, divenendo uno dei possibili quartier generale di Adolf Hitler.

Numerosi interni, tra mobili ed opere d’arte, durante la conquista sovietica vennero perduti, probabilmente rubati e distrutti. Tuttavia la stupenda architettura prevalentemente barocca e neorinascimentale è rimasta intatta.

Castello di Czocha

Rimaniamo sempre nella Polonia sud-occidentale, in cui troviamo un’altra imperdibile tappa dell’itinerario, il Castello di Czocha. Parliamo di una pittoresca fortezza risalente tra il 13° ed il 14° secolo.

Tuttavia l’edificio che possiamo ammirare oggi risale solamente agli inizi del 20° secolo. L’originale venne distrutto da un incendio nel 1793 e, grazie agli studi sulle pitture, sono riusciti a ricostruirlo basandosi fedelmente sul progetto originale.

Ad oggi il castello è stato adibito ad hotel ed i suoi visitatori possono godere del fascino e dell’esperienza unica di soggiornare in un castello. Un vero e proprio viaggio nel tempo, che merita di essere approfondito specialmente se si è di passaggio nella zona.

Castello di Kwidzyn

Il nostro viaggio si conclude nel Castello di Kwidzyn, situato nell’area settentrionale del paese. Si tratta di un’eccezionale esempio di stile architettonico teutonico, tra i più rappresentativi in Polonia.

Il Castello di Kwidzyn si contraddistingue per le sue caratteristiche splendide torri collegate direttamente alla parte principale del maniero da un passaggio a cinque arcate.

La struttura originale risale al 13° secolo, tuttavia, nel 17° secolo il castello viene parzialmente distrutto e indebolito strutturalmente dall’assedio degli svedesi. Oggi la struttura che ammiriamo risale alla metà del 19° secolo.

Scopri di più:

In viaggio tra i castelli della Svizzera
I castelli più affascinanti della Scozia
Slovacchia, a spasso tra i nobili castelli
Viaggio tra i castelli italiani

 

Condividi su: