I migliori dieci luoghi per le immersioni

I migliori dieci luoghi per le immersioni, un viaggio intorno al mondo per scoprire 10 magnifici luoghi per gli amanti del diving. Da Cousin’s Rock, una formazione vulcanica nel territorio dell'Ecuador passando la fredda Bylot Island, isola canadese più vicina alla Groenlandia, con la possibilità di una fresca immersione tra iceberg e banchine di ghiaccio per ammirare narvali, foche, trichechi ed orsi polari. Ecco i 10 luoghi migliori al mondo per le immersioni. 5 min


0
I migliori luoghi per le immersioni

Ecco dove immergerci nel mondo

icona-articoloVacanza è sinonimo di davvero tante cose. Tra le altre, il divertimento sportivo, una delle prerogative che spesso ci costringe a spostarci per poter praticare una delle attività preferite.
Se siete amanti del diving, della luce solare filtrata nell’acqua, degli abissi e di tutto quello che accade pochi metri sotto di noi, siete sicuramente interessati a scoprire alcuni dei migliori luoghi al mondo dove immergerci.

I 10 luoghi migliori al mondo per le immersioni

Cousin’s Rock – Ecuador

Cousin’s Rock - Ecuador

Per i più avventurosi Cousin’s Rock è perfetta.
Questa formazione vulcanica offre una flora ed una fauna marina molto ricca: i suoi coralli ospitano variopinti cavallucci marini delle Galapagos, mentre i fondali più bassi attraggono le specie più grandi di pesci. Spesso, durante il periodo di decompressione ambientale, si riuscirà ad incontrare facilmente qualche esemplare di leone marino.

Grotta di Nettuno – Italia

Immersioni, scuola

Non poteva mancare il nostro Paese tra i luoghi migliori al mondo per le immersioni.
Le grotte marine di Alghero contengono acque dolci con stalagmiti spettacolari che ospitano pesci grandi, alcuni anche giganteschi.
Al riparo dai predatori, gronghi e aragoste diventano grandi il doppio del normale. Oltretutto la grotta è abbastanza ampia da consentire anche a chi non è munito di molta esperienza di fare immersioni spettacolari

Bylot Island – Canada

Bylot Island

L’isola, più vicina alla Groenlandia che a Toronto, è un sito per immersioni della zona artica canadese ed è accessibile unicamente in motoslitta o in slitte inuit, le famose slitte di cani.
È possibile immergersi sotto le banchine e gli iceberg per cercare avvistare narvali, foche, trichechi ed orsi polari.

Oltre ad essere una gelata ma esaltante immersione la si può definire anche come un safari artico, sia sopra che sotto l’acqua.

S.S. Thistlegorm – Egitto

Al settimo posto della nostra classifica voliamo in Egitto, nel Mar Rosso, dove si ha la fortuna di possedere una visibilità eccezionale (visto le acque limpidissime) e una temperature dell’acqua mite, attorno ai 26 gradi.
Centinaia sono i chilometri di coralli colorati che accompagnano un relitto nautico.
Questo cargo a vapore di origine britannica venne affondato durante la Seconda Guerra Mondiale, con il suo contenuto di carri armati, locomotive, fucili, motociclette e svariati oggetti bellici.

Bajo Alcyone – Costa Rica

Bajo Alcyone, squalo martello

Cocos Island è un’isola di origine vulcanica, distante 500 km dalla costa. Il suo mare offre una ventina di siti d’interesse totalmente incontaminati con spettacolari scogli verticali.
La spedizione di più giorni migliore è senza dubbio a Bajo Alcyone, che ospita una miriade di squali, tra cui i martello, i pinna bianca e i pinna nera, come se fosse la piazza d’incontro per i “diavoli di mare”.

Isola di Ngemelis – Repubblica di Palau

Isola di Ngemelis - Repubblica di Palau

Chiunque sia diretto a Palau lo fa anche per immergersi fra ben 1300 specie di pesci di barriera e 500 di coralli.

Due dei siti presenti per immergersi sono tra i più famosi del mondo: l’Angolo azzurro e il Canale tedesco, che vantano 13 specie di squali.

Barracuda Point – Malesia

Barracuda Point, immersione

Contornata da fosse profonde più di 500 metri, Sipadan attira un ottimo numero di pesci grossi, in particolare al Barracuda Point.
Oltre che vari banchi di pesci martello e di squali leopardi, si resta ipnotizzati dalle centinaia di barracuda dai denti affilatissimi che nuotano in cerchio.

Port Royal – Giamaica

Port Royale, spiaggia

Le preziose risorse dai primi esploratori europei e dei pirati giacciono nel fondale della baia di Kingston, sprofondate a causa di una forza maggiore, quella di un terremoto avvenuto nel 1962.
In contemporanea quel giorno l’isola venne colpita sia da un terremoto che da uno tsunami, per cui i maestosi palazzi e le grandi navi ora sono coperte di coralli, e aspettano solo di essere esplorate.

La corsa delle sardine – Sudafrica

Sud Africa, KwaZulu-Natal

Ogni anno, da maggio a luglio, miliardi di sardine migrano verso nord dai mari freddi della penisola del Capo arrivando al KwaZulu-Natal, in Sudafrica.
In quei due mesi un vero e proprio corteo di migliaia di uccelli, delfini, squali e balene seguono questo grande branco di piccoli pesci per cibarsene, creando uno scenario mozzafiato.

S.S. Yongala – Australia

SS Yongala

Questa nave a vapore è uno dei relitti sommersi più maestosi di tutto il mondo marino, accompagnata dalla più grande barriera corallina di tutto il mondo.
La nave venne fondata nel 1911 e i suoi 100 metri di lunghezza dominano il panorama circostante.

Ora anche la nave, dopo più di un secolo, è rivestita da una deliziosa barriera ed è divenuta il parco giochi di polpi e squali leuca.


Like it? Share with your friends!

0