I Castelli di Salisburgo

Tutti gli articoli dell’Austria

Mappa Castelli Salisburgo

icona-articoloSalisburgo è ricca di storia e una visita in questa città al confine con la Germania è in grado di offrire anche una spettacolare passeggiata tra i tanti castelli qua presenti. Ognuno con una sua storia, ognuno costruito nei vari secoli, i castelli di Salisburgo raccontano le guerre, le famiglie reali e la Chiesa del passato.
Andiamo a scoprire i magnifici castelli del salisburghese.

 

I Castelli di Salisburgo

 

Numero 1 (uno) OneMagFortezza Hohenwerfen 

Castelli di Salisburgo, Fortezza HohenwerfenIn una delle zone in cui è possibile ammirare un paesaggio davvero incredibile, sorge
la → Fortezza Hohenwerfen.

Costruita oltre 900 anni fa, il maniero è l’ideale per coniugare la storia con il proprio spirito di avventura. Conosciuta con l’affettuoso nomignolo di fortezza delle emozioni, la Hohenwerfen è aperta al pubblico e nel tour guidato avrete modo di conoscere l’intera storia dell’edificio.

Al suo interno merita particolare attenzione la Mostra delle Armi. Oltre alla visita della fortezza, si viene a Werfen per assistere all’esibizione dei falchi in volo, oltre a visitare il Museo Austriaco di Falconeria, primo e unico museo di tutta l’Austria dedicato agli intelligenti rapaci.

Aperto nei seguenti orari:
aprile*:  mar. – dom. 9.30 – 16.00
maggio – 10 luglio: ogni giorno, 9.00 – 17.00
11 luglio – 13 agosto: ogni giorno, 9.00 – 18.00
14 agosto – settembre: ogni giorno, 9.00 – 17.00
ottobre – 6 novembre*: mar. – dom. 9.30 – 16.00

* chiusa il lunedì (escl. festivi)

 

Cosa vedere a Graz

Graz, seconda città per abitanti dell’Austria e capoluogo della Stiria dove visitare la Torre dell’Orologio e il Landhaus, antico Palazzo dell’assemblea regionale….

Numero 2 (due) OneMagCastello di Fischhorn

Dal tipico aspetto gotico, il → Castello di Fischhorn si trova a Bruck sulla Großglocknerstraße a Pinzgau.

La sua costruzione risale al 1233 e quello che oggi possiamo ammirare è il frutto di numerosi restauri e modifiche avvenute nel corso dei secoli. Una tra le modifiche più importanti è datata 1675 ed è avvenuta per volere del vescovo Johan Fran Graf Preysing.

Tra i restauri più recenti quello del 1800 è da segnalare per la sua trasformazione nell’attuale stile neo-gotico. Nel 1920 un incendio ha costretto a un nuovo restauro realizzando quello che oggi possiamo ammirare. Nel 1938 il Castello sale alla notorietà per essere diventato un satellite del campo di concentramento di Dachau.

Attualmente il castello è una residenza privata.

 

Weekend di Novembre in Austria, le destinazioni da scoprire

Dove trascorrere un weekend di Novembre in Austria, il magnifico paese confinante con l’Italia noto per i castelli ed i paesaggi. Tra le migliori località…

Numero 3 (tre) OneMagCastello di Blühnbach

Costruito nel 1400, il castello Blühnbach si trova poco distante da Werfen.

Il suo scopo era quello di ospitare i tanti appassionati di caccia che da queste parti organizzavano veri e propri eventi della durata anche di diverse settimane. Dopo essere stato acquisito dai monarchi asburgici e utilizzato fino alla loro caduta è diventato di proprietà della famiglia Krupp von Bohlen und Halbach.

Il membro più noto della famiglia, il noto industriale Gustav Krupp, ha per lungo tempo vissuto proprio all’interno del castello. Pur non essendo visitabile al suo interno, merita comunque osservarlo dall’esterno.

 

Krems an der Donau, il centro danubiano patrimonio UNESCO

Krems an der Donau, la cittadina patrimonio UNESCO suddivisa in 3 aree unite fra loro e pronte ad offrire un ricco turismo in estate…

Castello di Mauterndorf

 

Castelli di Salisburgo, Castello di MauterndorfNel comune di Mautendorf, nella regione Lungau, troviamo il Castello di Mauterndorf, fortezza realizzata nel XIII secolo sui resti di una precedente costruzione.

Nei pressi dell’attuale castello, infatti, esisteva fino al 1250 circa un edificio piuttosto insolito, una sorta di casello dove veniva riscosso il pedaggio per attraversare la principale strada romana del borgo. Alla fine del 1800 il castello, oramai in stato di abbandono dai precedenti proprietari, venne acquistato da un medico militare tedesco che lo ristrutturò, salvandolo dalla distruzione.

Oggi al suo interno vengono allestite mostre in onore del principe arcivescovo Leonhard von Keutschach, a sua volta proprietario della fortezza. La struttura viene anche utilizzata per celebrare matrimoni o per altri eventi.

 

Parco nazionale Thayatal, l’area protetta a confine tra Austria e Repubblica Ceca

Parco nazionale Thayatal,uno dei territori naturali più interessanti del Centro Europa. Il Parco Thayatal in…

Numero cinque OneMagCastello di Leopoldskron

 

I magici castelli di Salisburgo
Castello di Leopoldskron

Arriviamo finalmente a Salisburgo, dove a due passi dal centro storico troviamo uno dei castelli più noti in assoluto, quello di Leopoldskron.

Noto per essere location del film Tutti insieme appassionatamente, cult degli anni ’60 e uno dei musical più premiati della storia cinematografica. Il castello di Leopoldskron è stata la dimora del principe arcivescovo di Salisburgo, Leopold Anton Freiherr von Firmian. Il successivo proprietario fu Max Reinhardt, impresario teatrale che nel 1918 lo restaurò per trasformarlo in luogo di arte e cultura.

Oggi è un → albergo il cui accesso è consentito unicamente agli ospiti.

 

Numero 6 (sei) onemagCastello di Moosham

Castelli di Salisburgo, Castello di MooshamNella valle del Mur, arroccato su una collina rocciosa, sorge il → Castello di Moosham.

E’ un luogo  visitato sia dal punto di vista storico-artistico che culturale e originariamente veniva usata come fortezza militare. Negli anni ’80 del secolo scorso è stato completamente restaurato e oggi ospita una collezione di arte appartenenti agli ex proprietari.

Questo fortezza ha però una altra peculiarità: viene infatti chiamato castello delle streghe a causa di una antica leggenda.

Si narra infatti che nel XIV secolo una strega che abitava in zona era la causa di ogni sventura di tutta l’area di Moosham. Il Principe, vescovo e padrone del castello, fece rinchiudere la colpevole per torturarla fino alla sua confessione. Non avvenne e quindi venne uccisa. Da questa prima uccisione ne seguirono altre nella medesima modalità, torturate prima e infine uccise. Da quel momento il castello venne additato con questo soprannome e i vari turisti che hanno avuto modo di visitarlo affermano che ancora oggi è possibile sentire la presenza della prima strega condannata a morte, alla ricerca di vendetta.

Oggi è anche un hotel, quindi potete prendervela comoda per ricercare queste presenze oscure.

 

Continua a scoprire l’Austria:

 

Ultimo aggiornamento 12 ottobre 2022