I grandi laghi del Nord America

Il territorio del Nord America è ricoperto dai innumerevoli laghi e cinque di questi forniscono 20% dell'acqua dolce del pianeta. I laghi principali del Nord America sono il Lago Superiore, il Lago Huron, il Lago Michigan, il Lago Erie ed il 'piccolo' Lago Erie che misura solo 20 mila km quadrati. Rappresentano il 20% dell'acqua dolce e sono tutti connessi tra loro da stretti e fiumi, tra cui il Niagara che collega il lago Erie al lago Ontario e ospita le più spettacolari cascate al mondo. Ecco i grandi laghi del Nord America. 5 min


0
30 shares
Laghi del Nord America

Visitare i grandi laghi del Nord America

icona-articoloSicuramente guardando una cartina del Nord America per qualche secondo, salterà all’occhio una zona a nord-est, proprio sul confine tra  Stati Uniti Canada, caratterizzata da enormi masse d’acqua.
E’ la zona dei grandi laghi del Nord America, che conta 5 laghi maggiori la cui superficie complessiva si estende per oltre 200 chilometri quadrati.

I grandi laghi del Nord America

La formazione di questi “grandi laghi” avvenne alla fine dell’ultima era glaciale, quando gli immensi ghiacciai si ritirarono. Questo avvenne circa 10.000 anni fa e portò alla formazione di enormi voragini nel terreno, colmate col tempo dalle acque.

I laghi sono, in ordine di dimensione, il lago Superiore, che si estende per oltre 82 mila km2 seguito dal lago Huron e il lago Michigan, entrambi di quasi 60 mila km2. Seguono il lago Erie, che si estende per 25 mila km2 ed infine il lago Ontario di “soli” 20 mila km2.

Questi 5 grandi laghi si spartiscono il 20% dell’acqua dolce del nostro pianeta, e sono tutti connessi tra di loro da stretti o fiumi. Tra questi va ricordato il fiume Niagara, che collega il lago Erie al lago Ontario ed ospita alcune tra le più spettacolari cascate al mondo.

Ognuno di questi laghi ha proprie caratteristiche e propri paesaggi tipici. Vista infatti la loro estensione, possiamo trovare diversi biomi dove sono sorte le svariate città lacustri americane e canadesi, come  Toronto, Chicago e Detroit.

Infatti i laghi hanno avuto un ruolo importante durante l’industrializzazione e la crescita degli Stati Uniti e del Canada. Questi collegavano direttamente all’Oceano Atlantico grazie ad alcuni fiumi, facilitando così l’espansione e il commercio delle grandi città.

Ecco cosa bisogna sapere per visitare i grandi laghi del Nord America.

I laghi del Nord America

I grandi laghi del Nord America
Lago Erie

In questa zona così particolare si estendono 5 laghi tra i più grandi al mondo, come ad esempio il lago Superiore, secondo a livello mondiale per estensione, dopo il Mar Caspio.
Per riuscire a visitarli, la cosa migliore è quella di salire su un tour in elicottero che vi potrà portare a vederli dall’alto. Non esiste una vera e propria stagione per visitare i Grandi Laghi del Nord America: l’estate ovviamente regala giornate più lunghe e limpide ma l’inverno con il suo paesaggio innevato è di gran fascino.
Scopriamo quindi i Grandi Laghi del Nord America.

Icona articoloIl lago Superiore

I grandi laghi del Nord America

Il più grandi di tutti i Grandi Laghi del Nord America è il Lago Superiore, nome che gli deriva dalla sua posizione, al di sopra dell’Huron, e non dall’estensione. Oltre a essere il più esteso per superficie, il Lago Superiore è posizionato al terzo posto tra quelli con maggior volume.
Posizionato tra Canada e USA, il Superior bagna l’Ontario mentre negli USA Michigan, Minnesota e Wisconsin.
Le sue misure sono di 28.750 km2 con una lunghezza di 563 km e una larghezza di 406 km.
La città ideale da cui partire per la sua conoscenza è Thunder Bay, in Canada, e tra i luoghi imperdibili che si affacciano sul bacino lacustre merita Pictured Rocks National Lakeshore nel Michingan e Split Rock, nel Minnesota.

Icona articolo

Lago Michigan

I grandi laghi del Nord America

Di origine glaciale, il lago Michigan si affaccia su Chicago anche se attraversa gli stati del Michigan, Wisconsin, Illinois e dell’Indiana.
Il lago ha una forma allungata ed è lungo 500 km con una larghezza di 190 km e con una profondità massima di solo 280 metri, meno di quello di un lago italiano mediamente.
Lungo il tragitto del lago Michigan merita una visita Fayette Town, costruita nel 1891 e in passato una florida città, vivace ed economicamente ricca, grazie alla prospera industria del ferro, sebbene oggi non più in attivo. La località preserva il suo caratteristico stile del XIX secolo, alche la rende una delle più suggestive tra quelle sulle sponde del Lago Michigan.

Icona articolo

Lago Huron

Il Lago Huron è collocato al centro dei Grandi Laghi del Nord America, con a ovest il Lago Michigan, con cui è direttamente collegato grazie allo Stretto di Mackinac, a nord il Lake Superiore e a sud i Lake Erie e Lake Ontario. Seppur in posizione, apparentemente, strategica, non vi sono grandi metropoli lungo le sue coste, la cui unica grande città, nelle immediate vicinanze, è Detroit, collocata a circa 90 km verso sud in linea d’aria. A circa 200 km dalla sponda più vicina, sempre in linea d’aria, trova sede la più grande città del Canada, Toronto.
Una caratteristica interessante del Lago Huron, nella sponda statunitense, è la presenza di lunghi ed affascinanti litorali sabbiosi, che formano alte dune che regalano un panorama perfetto per attività escursionistiche o anche per semplici picnic in famiglia.
La caratteristica interessante del Lago Huron è la presenza della più grande isola del mondo collocata in un lago, la Manitoulin Island, raggiungibile in auto grazie al ponte che la collega alla terraferma.

Icona articolo

Lago Erie

Un lago con una profondità relativamente bassa per essere definito uno dei Grandi Laghi del Nord America.
Eppure il Lago Erie ha una estensione di oltre 25.000 km2 ed è posizionato tra l’Ontario, nel territorio canadese, e gli stati Ohio, Pennsylvania, New York e Michigan degli USA.
Due sono le città importanti che lo caratterizzano, Detroit e Cleveland, entrambe quasi in miseria dopo le crisi economiche degli ultimi anni ma indubbiamente da visitare per uno dei percorsi meno scontati di una visita nel Nord America.
Come per l’Huron, anche il Lago Erie è intitolato al popolo indigeno che qua viveva prima della colonizzazione.
Tra i Grandi Laghi del Nord America, il Lago Erie è quello che ha una temperatura più elevata per via delle più modeste dimensioni.

Icona articolo

Lago Ontario

Il più piccolo dei Grandi Laghi d’America è il Lago Ontario, suddiviso tra lo Stato di New York e la provincia omonima dell’Ontario, in Canada.
Con “soli” quasi 19.000 km², il quattordicesimo bacino d’acqua lacustre del pianeta ha numerosi porti nel suo percorso, tra cui i canadesi Cobourg e Kingston e gli statunitensi di Oswego e Rochester.
Tra i suo emissari il noto fiume San Lorenzo è sicuramente il più importante mentre numerose sono le cose che è possibile visitare nel tragitto. Oltre a Toronto, dove la città può essere visitata anche con una crociera proprio sul lago, sempre in Canada può essere meritevole di una visita Kingston, la vecchia capitale dell’Upper Canada e naturalmente la cascate del Niagara.

OneMag-logo
Le buone ragioni per visitare Kansas City

Visitare i laghi

I grandi laghi del Nord America

Ovviamente ora sarà sorta la domanda: ma come si possono visitare questi immensi laghi? Le vie principali sono due, quella su strada e quella acquatica. Esisterebbe anche una terza via in elicottero partendo dall’aeroporto di Chicago, ma i tour della regione sono davvero costosi e non convenienti se volete visitare con calma questa splendida regione.

Vediamo quindi come visitare i grandi laghi del Nord America.

Il primo modo è tramite il Great Lakes Circle Tour, una strada lunga quasi 10.000 chilometri che percorre le coste di quattro dei cinque i laghi. Questa strada è totalmente percorribile in bicicletta e potrete godervi tutti i paesaggi verdi che ha da offrirvi la regione.

Da questa strada potrete inoltre aggiungere piccoli tratti per visitare le grandi città che si sono sviluppate nella zona, come Detroit, Toronto, Cleveland, Chicago, Rochester, Buffalo e Thunder Bay.

Per quanto riguarda la visita dei laghi sulle imbarcazioni, sono presenti gite turistiche organizzate sulle cosiddette “Lakers“. Queste grandi imbarcazioni infatti possono trasportare un gran numero di persone intorno ai laghi, ma non riescono a passare per stretti o chiuse. Questo limita un eventuale tour a “solo” un lago per volta.

Se vogliamo invece procedere attraverso queste chiuse dovremo utilizzare imbarcazioni più piccole chiamate “Salties“, con cui è possibile che visitare più laghi alla volta. Potremo inoltre raggiungere il Golfo del Messico attraverso l’Illinois Waterway, fino ad arrivare nel Mississippi o anche usufruire delle vie di collegamento verso l’Oceano Atlantico.

Quindi come abbiamo visto visitare i Grandi Laghi è tutt’altro che complicato, una volta atterrati in uno dei tanti aeroporti della zona. Quindi cosa aspettate a fare le valigie e programmare un’estate alla scoperta di questa regione unica?


 


Like it? Share with your friends!

0
30 shares