Hurghada, guida turistica della località balnerare del Mar Rosso

Hurghada, guida turistica della località balnerare del Mar Rosso, la località turistica più recente nata in Egitto. Scopriamo Hurghada e il suo idilliaco mare.

Viaggio ad Hurghada

Hurgada è una città egiziana situata nella costa del Mar Rosso, a 370km a sud-est della capitale Il Cairo. E’ nota per essere l’ultima nata tra le località balneari dell’Egitto.

L’antico villaggio di pescatori si è infatti totalmente rivoluzionato, nel corso degli ultimi 20 anni, trasformandosi in uno spettacolare centro turistico. Ecco quindi che resort ed hotel sono sempre colmi di turisti attratti da un clima ideale per praticamente tutto l’anno. Invidiabili, come per buona parte delle località sul Mar Rosso, le acque cristalline e le attività subacquee.

Conosciamo Hurghada

Vacanza ad Hurghada, cammello in spiaggia

Hurghada è una località del tutto dedita al turismo. Il divertimento è assicurato durante il giorno in spiaggia e in mare, mentre nelle miti, ma piacevoli, serate la città si accende di luci, con i ristoranti, i bar all’aperto e le grandi vie di shopping.

Pantaloncini, magliette e occhiali da sole sono gli accessori più consueti durante l’intera giornata. E la sirena della preghiera musulmana viene coperta dall’incessante musica festosa che da queste parti è sempre attiva.
Hamburger e pizza prevalgono su felafel e kebab, l’intero menù è studiato per soddisfare le esigenze turistiche e lascia poco spazio alla cultura egiziana, anche in materia gastronomica.
Qua, oltretutto, si consuma più alcool rispetto alle altre località turistiche egiziane.
Tolto poche cose, qualche cammello e qualche scritta in arabo, Hurghada ha tutte le caratteristiche di essere una località balneare nel senso più classico del termine.
Più di Marsa Matrouh, più di Sharm El Sheik.

Questo però non toglie nulla alla cittadina costiera. La barriera corallina è sempre favolosa, le spiagge sono pulite ed accoglienti e il turista ha tutto per godersi una vacanza all’insegna del mare e del relax.
Gli arrivi sono generalmente preparati dai tour operators con charter in partenza da quasi ogni città italiana, ma anche dal resto d’Europa, e i villaggi turistici sanno allietare benissimo chiunque decida di optare per Hurghada come meta di riposo e divertimento.
Scordiamoci però Luxor o l’antico Egitto: qua lo si deve solo ammirare sulle tante T-Shirt in vendita oppure dai poster promozionali degli alberghi.

Cosa fare ad Hurgada

Vacanza ad Hurghada, Marina Beach

L’attività preferita dai turisti è andare alla scoperta del mare. Tutti gli hotel propongono gite al largo della costa con maschera e pinne, queste escursioni garantiscono una visita meravigliosa ai colorati reef.
In molti scelgono di visitare l’Isola di Giftun, a circa 40 minuti in barca dalla costa. Si tratta di un’area protetta ad accesso limitatalo a sole 100 persone al giorno. Vi sono alcuni campeggi che offrono ristorazione, attrezzature per le immersioni e servizi igienici, ma si è cercato di limitare quanto più possibile le opere edili sull’isola, che ha conservato intatta la sua bellezza.

Mediamente gli hotel che offrono questa escursione garantiscono nel prezzo anche un pranzo a base di pesce freschissimo. Sono le immersioni, tuttavia, ad aver reso Hurghada una delle maggiori mete turistiche. Vi sono circa dieci reef a una distanza percorribile in giornata, che ospitano una fantastica varietà di creature marine, tra cui squali, mante e murene giganti, oltre a miriadi di piccoli pesci dai colori vivaci che vivono in banchi. I numerosi centri di immersione offrono corsi per principianti e, per i più esperti, una vasta scelta di escursioni di una, due o più giornate, a bordo di barche con cabine.

Visitare laghi in EgittoI laghi da non perdere in Egitto
I laghi da non perdere in Egitto per una modalità di vacanza alternativa. Questi i migliori laghi da non perdere in Egitto.

Continua a leggere

Occorre scegliere con cura il centro subacqueo, poiché alcuni noleggiatori di attrezzature per le immersioni sono pericolosamente incompetenti. In genere è più prudente appoggiarsi a centri gestiti dai maggiori hotel e dai villaggi turistici, che, anche se più costosi, dispongono di equipaggiamenti in condizioni migliori e impiegano istruttori abilitati.
Per i meno avventurosi sono disponibili barche con il fondo trasparente, che consentono di ammirare la fauna della barriera corallina da una confortevole cabina con aria condizionata.

In alternativa, ci si può imbarcare sul sottomarino Sinctbad, che arriva a una profondità di oltre 20 metri e scorre silenzioso tra i pesci. Potrete trovarlo ormeggiato al largo del Sindbad Beach Resort.
Per un incontro più ravvicinato con le creature marine, se non si è appassionati di immersioni, Hurghada ospita anche l’Acquario del Mar Rosso, le cui vasche contengono molte specie che vivono nei vicini reef.

Quando andare ad Hurghada?

Hurghada, quando andare

Praticamente quasi ogni mese dell’anno, Hurghada è una di quelle mete che possono essere visitate ogni in ogni periodo.
Gennaio è il mese forse meno ideale, la media mattutina delle temperature è freddina, intorno ai 17° e possono esserci alcuni giorni di pioggia.
Ma già da Febbraio a Maggio troviamo il clima ideale, pochissime probabilità di pioggia e temperature che si assestano tra i 35 e i 37°.
Da luglio a settembre temperature quasi identiche con qualche remota possibilità in più di pioggia. Ottimo invece andarci da Ottobre a Dicembre, 32° la media atmosferica con qualche giorno di pioggia.

Hurghada è quindi una meta ideale per festeggiare il Capodanno o per trascorrere le vacanze natalizie. Controllate in agenzia, troverete sicuramente una proposta ideale per voi.

Scopri di più:

I laghi da non perdere in Egitto
I migliori dieci luoghi per le immersioni

 

Condividi su: