Condividi su:

Cosa vedere Hué, Vietnam

icona-articolo

Hué, un nome traducibile in ‘pace‘, è posizionata lungo la costa vietnamita, sulla riva del Song Huong, il Fiume dei Profumi.
La città è suddivisa in due aree, la Città Nuova e la Città Vecchia.
In quest’ultima troviamo un centro storico ricco di passato, con oltre 300 strutture che meritano di essere visti per comprendere l’importanza di un complesso architettonico di rilevanza mondiale.

Cenni storici

Cosa vedere a Hue, mappaLa storia di Hué coincide con la decisione, da parte dell’imperatore Gia Long Nguyen, di trasferire qua la capitale imperiale, fino ad allora stabilita in Hanoi. L’obiettivo di questo trasferimento di ruolo era l’unificazione del Vietnam.

La sua prima opera, divenuta capitale, è la costruzione della Cittadella, il fulcro di tutta la città di Hué. E’ un complesso interamente cinto da mura che all’interno ospita il Palazzo Imperiale e molti altre strutture, tra cui meravigliosi giardini con corsi d’acqua sovrastati da meravigliosi ponti.

Nel corso della storia la Cittadella è stata più volte invasa e i vari attacchi l’hanno in parte distrutta. Tra gli attacchi che fin dalle origini ha compromesso la struttura merita ricordare quello del 1885 da parte delle truppe francesi che hanno conquistato l’intero Vietnam.
La Cittadella venne saccheggiata di ogni cosa e l’imperatore, pur privato di ogni ruolo militare e politico, proseguì a vivere al suo interno.

Altro fondamentale attacco è quello accaduto in epoca più recente, durante la guerra del Vietnam. E’ l’ultimo giorno del 1968 quando nell’operazione nota come Offensiva del Tet i soldati provenienti da Ho Chi Minh riuscirono a superare le mura di difesa e a conquistare la città. L’episodio è anche ricordato per l’alto numero di vittime, oltre 2000, molti dei quali accusati di essere collaboratori del governo del sud.
Gli americani proseguirono la loro opera di invasione già dal giorno successivo, il primo giorno del 1969, proseguendo incessantemente fino al 25 febbraio. In totale oltre 10.000 furono i morti del tragico combattimento.

OneMag-logo
Link-uscita icona Phan Thiet, le meravigliose spiagge del Vietnam

Cosa vedere a Huè, Vietnam

La Cittadella

Cosa vedere a Hué, città imperiale
Città Imperiale di Hué

Il fascino di Hué è inevitabilmente fornito proprio dalla Cittadella, patrimonio UNESCO, al cui interno sono presenti centinaia di monumenti e rovine della guerra del Vietnam.
Entrando nella Cittadella si potranno ammirare, oltre al complesso, anche la Città Imperiale, la Città Proibita, le tombe reali, le pagode, i tempi, la biblioteca e la Torre della Bandiera, quello che è il pennone più alto di tutto il Vietnam.

Oggi la Cittadella Imperiale di Hué è solo l’ombra di quello che rappresentava e conservava nel suo passato. Le due pesanti invasioni, descritte nella storia della città, hanno distrutto quasi ogni cosa. Dei 160 edifici presenti in origine, oggi solo 20 sono sopravvissuti alle distruzioni da parte dei francesi e della guerra del Vietnam.

Scopriamo la Cittadella di Huè

Cosa vedere a Hué, veduta aerea della Cittadella
Hué, veduta aerea della Cittadella


Una volta entrati troverete il cerchio esterno, Kinh Thanh Hue, la parte realizzata a scopo difensivo. Di forma quadrata e quasi 10 km di circonferenza, le sue mura sono alte 6 metri e sovrastate da 24 bastioni eretti per poter visionare qualsiasi punto. L’ingresso principale è il Bastione di Tran Binh e ad essa collegata la porta ausiliaria, la Tran Binh Mon.

La Cittadella Reale è invece all’interno del secondo cerchio, il Hoang Tranh, il vero fulcro della struttura. La sua lunghezza è di 600 metri per ogni lato e a sua volta è protetta da mura di 4 metri di altezza con uno spessore di circa 1 metro.
Sono 4 le sezioni in cui è suddivisa, ognuna delle quali aveva un suo preciso scopo, tra cui il Co Hai Garden, l’area verde in cui i principi studiavano o discutevano fra loro.

La Città Proibita Purpurea

Cosa vedere a Hué, la Città Proibita Purpurea
Hué, la Città Proibita Purpurea

Semplice quindi comprendere come ogni area avesse un suo preciso obiettivo. Una parte è nota come la Città Proibita Purpurea, non troppo distante come concezione dalla più nota Città Proibita cinese.

Localizzata dietro il Palazzo Reale, consisteva in una cinquantina di costruzioni accessibili da sette differenti porte d’ingresso.
Nonostante sia piuttosto differente rispetto all’originale, i vari restauri hanno permesso di dare quanto meno un’idea su come fosse strutturata.

Passeggiando avrete modo di ammirare alcune delle sale restaurate di quello che erano i palazzi qua presenti, tra cui il Palazzo della Grata (Dai Cung Mon), il Palazzo Can Chanh (dove l’imperatore svolgeva le sue attività di rappresentanza e lavorative), il Can Thank (il palazzo privato dell’Imperatore), la Residenza Khon Thai (la residenza personale della Regina) e molti altri ancora.

Altro da visitare nella Cittadella di Hué

Tra le altre cose da vedere a Hué nella sua Cittadella citiamo le tombe degli imperatori, situate lungo il Perfume River, dentro cui sono conservate una serie di sepolcri di storici sovrani del territorio.

Poco distante, sulla collina Cam Khe, sorge il mausoleo Minh Mang Tomb, che rappresenta un’eccezionale esempio di fortificazione vietnamita.

Da vedere a Hué anche la Pagoda di Thien Mu, una torre sviluppata per 7 piani nota per la sua peculiare architettura formata da numerose decorazioni e dettagli eccezionali.
Da non perdere inoltre il Mausoleo del re Tu Duc, uno dei complessi più grandi e pregevoli architettonicamente nella zona di Hué. Il Mausoleo del re Tu Duc è una delle principali cose da vedere a Hué per la sua imponente grandezza, per un’ampia sala interamente adibita a scacchiera e numerosi spettacoli teatrali che si tengono periodicamente.

L’alta affluenza suggerisce di recarsi al mattino presto, per darvi modo di visitarla con estrema calma.
Per completare la visita considerate almeno 2-3 ore di tempo ma se non avete fretta prendete ulteriore tempo per ammirare tutto nei dettagli. Merita indubbiamente.

OneMag-logo
Link-uscita icona Halong Bay, la baia UNESCO nel Golfo del Tonchino, Vietnam

Altro da visitare a Hué

Cosa vedere a Hué, Vietnam
Due donne sedute su una barca a Hué, Vietnam


Nella periferia della città è situato il Parco Nazionale di Bach Ma, che prende il nome dal promontorio situato al suo interno, noto per la variegata fauna e avifauna, comprendente anche esemplari rari nel sud-est asiatico.

A partire dalla prima metà del XX secolo, l’area del Parco Nazionale di Bach è diventata meta termale ambita in tutto il continente asiatico.

Si prosegue verso Le Loi, uno dei percorsi più apprezzati, con i suoi numerosi monumenti e di altrettanti negozi e locali interessanti.

Una delle escursioni a Hué più apprezzate è quella lungo il Fiume del Profumo, che permette di godere di eccezionale visuale sulle principali attrazioni della città, spesso svolta su piccoli e tipici traghetti.

OneMag-logo
Link-uscita icona Nha Trang, mare e sabbia nel Vietnam del sud

Quando andare a Hué

Cosa vedere a Hué, veduta panoramicaIl periodo migliore per visitare Hué è durante la stagione primaverile.
In questo periodo il clima è mite, con temperature che si assestano attorno ai 25°C, e poco umida, in quanto è la stagione meno piovosa dell’anno.

Da evitare invece la stagione estiva, in quanto le torride e umide temperature possono raggiungere picchi di 42/43° con l’umidità che può anche a raggiungere l’80%

In autunno e in inverno la città vietnamita è caratterizzata da un costante flusso di piogge, spesso anche forti, che rendono difficoltoso il viaggio a Hué.
Bisogna però precisare che Hué è nota per il suo clima costantemente piovoso. È raro che le giornate siano totalmente assenti di piogge, pertanto è bene valutare giorno per giorno quali escursioni svolgere e quali attrazioni vedere.

OneMag-logo
Link-uscita icona Ho Chi Minh City, il volto moderno del Vietnam

Come raggiungere Hué dall’Italia

Per raggiungere Hué dall’Italia è necessario fare almeno 2 scali.
Le principali città facilmente raggiungibili dall’Italia e collegate con il Vietnam sono Parigi e Dubai. Da qui si dovrà salire su
un volo intercontinentale, raggiungendo l’aeroporto di Noi Bai, situato approssimativamente a 45 km verso nord dalla capitale del Vietnam Hanoi. 

Dall’aeroporto di Noi Bai sarà semplice raggiungere Hué. Quotidianamente sono presenti voli diretti che in circa 1 ora e mezza permettono di arrivare nell’aeroporto di Phu Bai, situato a una manciata di chilometri a sud da Hué.

Ultimo aggiornamento: 05.08.2020


 

Condividi su: