Hong Kong, i luoghi da non perdere

Hong Kong, i luoghi da non perdere per visitare una città-stato posta nel sud est cinese per scoprire una cultura completamente diversa. Ecco cosa non perdere ad Hong Kong.

Hong Kong, cosa non perdere in un viaggio

Hong Kong, ex colonia britannica e città-stato del sud-est cinese, è una delle principali città mondiali per la gastronomia.

Un repertorio culinario che spazia dalla cucina cantonese alla giapponese sino anche a quelle francesi ed inglesi, spesso con caratteristiche ibride nelle varie ricette. I quartieri e le isole di Hong Kong offrono un altro tipo di festa e celebrazione durante l’intero arco dell’anno, rendendo impossibile annoiare i visitatori ed i cittadini, che nonostante l’estrema urbanizzazione della megalopoli rimango tra i più felici del mondo.

Basta pensare allo storico tram a due piani, alle corse di cavalli nel centro città e al gigantesco porto per determinare l’atipicità urbana di Hong Kong paragonata alle altre megalopoli asiatiche con gli stessi standard.

È l’ora di scoprire le perle turistiche di Hong Kong, eccola in seguito.

Star Ferry

Hong Kong, Star Ferry

Lo Star Ferry Pier è uno dei luoghi più trafficati dell’intera megalopoli, parliamo della stazione portuale dedicata ai passeggeri turistici e agli abitanti.

La stazione principale, Star Ferry Pier, è situata nella zona meridionale della città ed unisce la terraferma hongkonghese con l’omonima, parte integrante della megalopoli stessa.
I traghetti servono come mezzo di trasporto per oltre 70.000 passeggeri ogni giorno. Ma la Star Ferry Company ha anche creato diversi tour turistici di ogni genere riservati naturalmente ai turisti in visita ad Hong Kong.

Se volete godere di un panorama idilliaco scegliete una delle piccole crociere notturne per godervi l’imponente gioco di luce che regala un panorama mozzafiato di Hong Kong.

Victoria Peak

Hong Kong, Victoria Peak

Alle spalle del quartiere economico di Hong Kong sorge il Victoria Peak, una montagna che offre una viste superlativa sulla città e sull’adiacente campagna.

Per raggiungere questo magico luogo occorrerà prendere la più antica funicolare in Asia, in funzione dal 1888, che dalla caoticità urbana trasporterà i visitatori verso i climi più freddi della montagna.

Al tramonto, la megalopoli inizia a brillare come il cielo estivo sopra una foresta, rendendo l’impatto scenografico a dir poco emozionante.

Mercati di Mong Kok

Hong Kong, Mong Kok

Con i suoi mercati dalle specialità eclettiche, Mong Kok è uno dei maggiori centri commerciali asiatici, nonché la soluzione migliore per gratificare la voglia di shopping. La zona dedicata all’abbigliamento è ampia oltre un chilometro quadrato e vengono venduti ogni genere di prodotti, dalle magliette estive sino alle pellicce, dai jeans fino all’alta moda.

Meno esotici sono gli attrezzi da giardinaggio che siedono accanto ai secchi e profumati fiori nel mercato del giardinaggio, anche questo uno dei più importanti del mondo asiatico.

Da non perdere anche il mercato dell’elettronica, ospitato per più piani in uno dei più suggestivi grattacieli adiacenti al complesso di Mong Kok.

Tempio di Man Mo

In pieno centro urbano sorge il piccolo, quasi invisibile se paragonato alle imponenti strutture architettoniche che colorano Hong Kong, tempio di Man Mo. Qui ci si rifugia quando si vuole staccare completamente  dall’estrema caoticità cittadina.

Quello che in tempi antichi era un sito di altissima importanza culturale e politica per i cinesi, oggi ospita principalmente giovani studenti. Anche gli anziani del luogo vengono però qua ogni giorno per ammirare e contemplare la bellezza unica di un tempio davvero iconico.
Se volete ammirare qualcosa di unico andateci senza problemi. Il tempio è frequentato anche da lavoratori in pausa e se sarete fortunati potrete assistere anche qualche antico rito celebrato durante le festività religiose.

Mercato notturno di Temple Street

Hong Kong, Temple Street

Sotto il bagliore delle lampadine, centinaia di bancarelle vendono una vasta gamma di prodotti, da giocattoli a pugnali. Si potrà navigare tra i migliaia di gadget a portata di mano e si potrà trovare il souvenir perfetto per ricordare il viaggio.

Gli stravaganti oggetti in vendita non possiedono un vero proprio prezzo fisso, bensì hanno una cifra approssimativa sulla vendita, il prezzo che si spenderà dipenderà unicamente dalle proprie capacità nella contrattazione.

Sono presenti anche numerose bancarelle all’aperto, che offrono snack a base principalmente di pesce fritto. Un luogo certamente turistico, ma che grazie alla sua atmosfera quasi ipnotica e labirintica fa sentire ogni cliente, compresi i locali, un gradito visitatore.

Shopping a Tsim Sha Tsui

Una visita pomeridiana al centro commerciale di Tsim Sha Tsui ha come obbiettivo principale soddisfare il proprio bisogno di shopping di lusso.

Questo luogo è anche il punto della città più interessante in cui poter scegliere un regalo, basta pensare che all’estremità meridionale dell’area è presente la grande zona degli abiti artigianali di seta.

Se l’essere glamour è uno dei propri punti di forza, non si potrà perdere l’occasione di fare una maratona a carte striscianti nel complesso. Lungo oltre un chilometro di centri commerciali di lusso il complesso si trova vicino il Canton Rd.

Se invece si è alla ricerca di prodotti non necessariamente lussuosi, ma stravaganti ed assolutamente particolari, la Granville Rd. ospita uno dei complessi commerciali più unici al mondo.

Il Grande Buddha

Hong Kong, Tian Tan Buddha

Uno dei monumenti più amati di Hong Kong, sia dai turisti che dai locali, è quello del Grande Buddha (Tian Tan Buddha), alle spalle della metropoli. Parliamo di un imponente monumento raffigurante Buddha, dalla gigantesca altezza di 34 metri, situato nella cima di un colle, rendendolo visibile anche da alcuni chilometri di distanza, grattacieli premettendo.

Per raggiungerlo ed ammirarlo direttamente dai suoi piedi sarà necessario percorrere ben 268 gradini, contornati da altre, ma notevolmente più piccole, statue di Buddha.

Il sito è anche noto per ospitare uno dei migliori complessi culinari di Hong Kong, con cucina vegana ed eco-friendly sicuramente invidiata da moltissime località di tutto il mondo.

Il momento perfetto per visitare il Tian Tan Buddha? Nella metà del mese di Maggio, durante il compleanno della divinità. Durante questo periodo migliaia e migliaia di persone raggiungono il monumento per celebrarlo.

Isola di Lamma

Hong Kong, Isola di Lamma

L’Isola di Lamma è uno dei luoghi più pacifici di Hong Kong, distante unicamente 20 minuti di traghetto dalla stazione portuale centrale. Ampia 13 kmq e vissuta da sole 5000 persone, questa è una meta perfetta per esplorare il polmone verde che caratterizza, anche se non sembra, l’80% della regione di Hong Kong.

Nonostante fuori città siano presenti innumerevoli parchi dal colore verde smeraldo, la soluzione dell’Isola di Lamma è quella più accessibile, visto la ristretta vicinanza dalla città e quindi dai maggiori servizi pubblici. Ricoperta da un folto strado forestale, l’isola è amata per le sue spiagge con ottime vedute sia sulla città che sull’oceano, un’atmosfera rilassata a cui vengono unite le numerose escursioni e passeggiate.

C’è da precisare però che Lamma è anche la località preferita dagli hipster cinesi (e non), questo significa che, a meno che non si è in famiglia, è praticamente sicuro trovarsi di fronte a persone che vogliono vendere le piante di marijuana illegalmente piantate nell’Isola. Nonostante lo stato di Hong Kong sia a conoscenza di questa problematica, è praticamente impossibile contrastare questa onda criminale, visto l’estrema diffusione anche tra gli abitanti della metropoli.
Ricordate di rifiutare sempre, oltre ad essere un crimine intollerato dalle autorità con multe salatissime (oltre 100.000 euro) ed una pena carceraria che arriva a 7 anni, si rischia di rimanere intossicati, visto l’enorme contaminazione che inquina il territorio.

Cina, breve guida turistica del PaeseCina, breve guida turistica del Paese
Cina, breve guida turistica del Paese per scoprire luoghi meravigliosi, stili di vita alternativi e tutte le informazioni.

Continua a leggere

Villaggi fortificati di Yuen Long

I borghi murati di Yuen Long riporteranno i propri visitatori indietro nel tempo di mezzo millennio in un’epoca selvaggia in cui la pirateria era diffusa lungo la costa della Cina meridionale.

Isolata dal cuore di Hong Kong, le sue insidiose coste e il suo terreno montuoso erano un ottimo rifugio per i pirati. I primi abitanti costruirono villaggi con alte mura, alcuni protetti da cannoni.

All’interno di queste mura oggi si potranno ammirare le sale ancestrali, cortili, pagode, templi e antichi attrezzi agricoli, ripercorrendo così l’incredibile storia precoloniale di Hong Kong.

Scopri di più:

Le città note e meno conosciute della Cina
Cina, le quattro località più romantiche da non perdere

 

Condividi su: