Honduras, guida turistica di viaggio

Honduras, guida turistica di viaggio per scoprire uno stato del Centro America con spiagge meravigliose e natura incontaminata.

Scopriamo l’Honduras, lo stato del Centro America

L’Honduras è uno stato del Centro America situato a sud del  Guatemala, ad est di El Salvador e a nord di  Nicaragua. La costa dell’Honduras è bagnata dal Mar dei Caraibi.
Questo stato, per quanto possa essere pericoloso in alcune città, ospita angoli di natura incontaminata.

Honduras, guida turistica

Il territorio dell’Honduras

Il territorio dell’Honduras è caratterizzato da alte montagne nell’entroterra e da vaste pianure lungo il litorale. La regione pianeggiante più famosa è senza dubbio quella di  La Mosquitia, assieme alla valle di Sula e alla grande regione vulcanica nella zona meridionale.

L’Honduras ospita anche alcune isole nel Mar dei Caraibi, che hanno però una cultura differente da quella del resto del paese. Tra le più importanti troviamo Utilia, Guanaja e la famosissima Roatan, nota per la bellezza del suo mare e la sua barriera corallina.
Il territorio è caratterizzato da fitte foreste nell’entroterra, da lunghe spiagge e baie protette dalla barriera corallina lungo il litorale.

Il Pico Congolón è la montagna più alta del paese e raggiunge i 2500 metri.
I fiumi principali del territorio sono il Río Patuca, il più lungo, il Río Ulúa, il più importante a livello economico, il Río Choluteca, il Río Negro e il Río Coco.

L’Honduras vanta anche la presenza di una ricca flora e fauna composta da esotici pesci e da animali di foresta pluviale.

Honduras, guida turistica di viaggio

Informazioni generali

La lingua ufficiale dell’Honduras è lo spagnolo e l’inglese è unicamente diffuso nelle città, per tanto entrando nell’entroterra sarà abbastanza difficile comunicare, tranne se si ha un’ottima conoscenza della loro lingua.
La moneta ufficiale è il lempira, qua potrete trovare il cambio attuale.

Per visitare l’Honduras è necessario avere un passaporto valido con almeno 3 mesi di validità rimanenti ed il visto non è necessario per un soggiorno fino a 90 giorni.
L’Italia sfortunatamente non è fornita di voli diretti per l’Honduras, sarà necessario fare almeno 1 scalo e le tempistiche si aggirano attorno alle 20 ore.

Dopo le elezioni avvenute nel Novembre del 2017, in Honduras si sono tenute diverse proteste e manifestazioni, che hanno fatto registrare problemi di ordine pubblico, soprattutto nella capitale e nelle principali città del Paese.

Oggi la situazione è migliorata ma occorre comunque prestare molta attenzione.

Nonostante le forze dell’ordine nell’ultimo periodo siano diventate più severe, il tasso di violenza e l’indice di criminalità nel Paese rimane uno tra i più alti del continente americano, con un numero annuo di omicidi molto elevato, in particolare nelle principali città, causato soprattutto dall’ampia diffusione di armi nel Paese.

La causa principale del disagio in Honduras è la presenza delle baby gang denominate “Maras”.
Nella Capitale e negli altri centri urbani dell’Honduras, la concentrazione dei reati riguarda principalmente i quartieri più poveri e marginali, tra cui il centro di Tegucigalpa e la città di Comayaguela.

Le condizioni sanitarie sono buone nelle zone residenziali della capitale ed in quelle dei principali centri urbani, dove nelle strutture, soprattutto private, lavorano professionisti formati negli USA ed in Europa.
Fare molta attenzione alla presenza di malattie ereditarie e/o mortali, come l’AIDS o la malaria, purtroppo molto diffuse nello stato.

Honduras, guida turistica di viaggio

Clima

In Honduras il clima è di tipo tropicale, caratterizzato con una stagione secca ed una piovosa nella zona centro-sud. Al nord vi è una zona dal clima equatoriale, ovvero abbastanza piovoso tutto l’anno. Infatti gli alisei a nord-est che soffiano nei mesi invernali, scaricano forti piogge sul versante settentrionale.
La temperatura è calda tutto l’anno in pianura, mentre nelle zone montuose il clima diventa più mite o più fresco a seconda della quota.

Nella zona meridionale e nell’entroterra, dove la stagione delle piogge va da maggio a ottobre, vi è una certa diminuzione delle precipitazioni a luglio e agosto.
Tegucigalpa, la capitale, si trova nelle tierras templadas, a 1.000 metri di quota, ed ha un clima più miti e piacevoli rispetto alle località poste al livello del mare: normalmente le temperature diurne oscillano tra i 25 gradi di dicembre ai 30 da marzo a maggio.
La temperatura molto elevata è molto rara, tranne a marzo e aprile, quando in via eccezionale si possono toccare i 35 gradi.

Cosa vedere

Dopo aver affrontato il lungo viaggio sicuramente ogni turista sarà alla ricerca di un luogo in cui collocarsi per qualche notte senza frenetici spostamenti, senza dubbio questo località è la capitale, Tegucigalpa. Nonostante la città sia molto affollata e poco restaurata riuscirà ad offrire al viaggiatore diverse possibilità per intrattenersi, dai vari siti d’interesse ai monumenti sino anche le semplici passeggiate tra le strette vie.

Visitare CopanIl fascino Maya di Copán, Honduras
Il fascino Maya di Copán, Honduras, uno dei siti archeologici Maya più suggestivi di tutto il Sud America. Scopriamo Copán.

Continua a leggere


Una volta essersi ripresi dal jet-lag e dalla stanchezza delle lunghe ore di volo ci si potrà dirigere verso le
Islas de la Bahía e Caos Cochinos, due isole ben organizzate contornate da un sistema corallino che è tra i più vasti di tutto il mondo, ciò le rende una destinazione utopica, ma esistente, per le immersioni.

Dopo aver nuotato tra i pesci esotici e dopo aver osservato la colorata barriera corallina, l’itinerario continuerà a Copán, uno dei più celebri siti archeologici maya. Sulla scalinata che raggiunge il sito è presente uno dei geroglifici più grandi del mondo.

Quando la lunga scalinata e passeggiata sarà terminata non ci sarà niente di meglio che una giornata interamente dedicata al relax. Per questa esigenza in Honduras è presente Trujillo, un delizioso villaggio con bellissime spiagge e strade che traboccano di musica.
Honduras, guida turistica di viaggio

Per concludere al meglio la visita in questo particolare paese ci si dovrà recare a Comayagua, quella che fino al 1880 era la capitale ora è visitata per scoprire i suoi edifici eccezionali storici e per visitare la più antica università dell’America Centrale, risalente al 1632.

 

Scopri di più:
Scopri di più: Port Stanley, cosa vedere 
Scopri di più: Idee di tour per Nairobi

 

Condividi su: