Honduras, guida turistica di viaggio

Honduras, guida turistica di viaggio


Condividi su:

Guida dell’Honduras
Cosa vedere nell’Honduras

Tutti gli articoli dell’Honduras

Guida dell'Honduras, mappa
© Apple Maps

icona-articoloSecondo paese più grande dell’America centrale, l’Honduras confina a nord con il ⇒Guatemala, a est con El Salvador e a sud con il ⇒Nicaragua. Il primo motivo per visitare l’Honduras è sicuramente la sua natura, un paese patria della biodiversità e con vasti parchi nazionali che, insieme alle antiche rovine Maya, richiamano ogni anno sempre un numero maggiore di turisti. Il suo passato tumultoso lo pone spesso come meta ignorata dal turismo di massa, anche se oggi l’Honduras ha saputo acquisire una discreta sicurezza che rende possibile visitarlo con le consuete precauzioni di altri paesi del Centro e Sud America. Gli amanti della natura potranno anche conoscere le idilliache spiagge caraibiche, oltre che i vari laghi ricchi di fauna e la foresta pluviale di La Mosquitia.

Ricco di cultura, l’Honduras ospita nella sua capitale, Tegucicalpa, un importante museo dedicato all’arte, ben inserito in una città che ha un clima sempre mite e un territorio davvero spettacolare. Dinamica e vivace, spesso Tegucicalpa non viene inserita nei circuiti turistiche, preferendole i dintorni. A un centinaio di km a sud si trova la vulcanica Isla El Tigre, isola situata nel Golfo di Fonseca, controllato anche da Nicaragua ed El Salvador.

Una delle mete da visitare è la città di San Pedro Sula, nella regione del Lago de Yojoa, meta perfetta per ammirare le grotte e una cascata di 43 metri. Una pausa di relax ci attende nelle città coloniali di Gracias e di Santa Rosa de Copan, entrambe perfette per le sorgenti termali. Spostandosi invece sulla costa caraibica, Tela è una delle località da prendere in considerazione per le spiagge mentre La Ceiba, tra le più grandi, merita essere visitata per la sua vita notturna, tra le più vivaci.

Il territorio dell’Honduras

Bandiera di Honduras

Il territorio dell’Honduras è caratterizzato da alte montagne nell’entroterra e da vaste pianure lungo il litorale. La regione pianeggiante più famosa è senza dubbio quella di ⇒ La Mosquitia, assieme alla valle di Sula e alla grande regione vulcanica nella zona meridionale.

L’Honduras ospita anche alcune isole nel Mar dei Caraibi, che hanno però una cultura differente da quella del resto del paese. Tra le più importanti troviamo Utilia, Guanaja e la famosissima Roatan, nota per la bellezza del suo mare e la sua barriera corallina.
Il territorio è caratterizzato da fitte foreste nell’entroterra, da lunghe spiagge e baie protette dalla barriera corallina lungo il litorale.

Il Pico Congolón è la montagna più alta del paese e raggiunge i 2500 metri.
I fiumi principali del territorio sono il Río Patuca, il più lungo, il Río Ulúa, il più importante a livello economico, il Río Choluteca, il Río Negro e il Río Coco.
L’Honduras vanta anche la presenza di una ricca flora e fauna composta da esotici pesci e da animali di foresta pluviale.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa fare sull’isola di Roatan

Informazioni generali

Guida dell'Honduras, le spiagge

La lingua ufficiale dell’Honduras è lo spagnolo e l’inglese è unicamente diffuso nelle città.
La moneta ufficiale è il lempira, qua potrete trovare il cambio attuale.

Per visitare l’Honduras è necessario avere un passaporto valido con almeno 3 mesi di validità rimanenti e il visto non è necessario per un soggiorno fino a 90 giorni. Dall’Italia non esistono voli diretti e si dovrà prevedere almeno uno scalo, con un tempo di viaggio non inferiore alle 20 ore. A livello di sicurezza occorre prestare attenzione, anche se la tendenza è quella di una stabilità maggiore rispetto a pochi anni fa. Prestate particolare attenzioni alle baby gang denominate Maras. Nella Capitale e negli altri centri urbani dell’Honduras, la concentrazione dei reati riguarda principalmente i quartieri più poveri e marginali, tra cui il centro di Tegucigalpa e la città di Comayaguela.

Le condizioni sanitarie sono buone nelle zone residenziali della capitale e in quelle dei principali centri urbani, dove nelle strutture, soprattutto private, lavorano professionisti formati negli USA e in Europa. Fare attenzione alla presenza di malattie ereditarie e/o mortali, come l’AIDS o la malaria, purtroppo molto diffuse nello stato.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa fare nell’Honduras, guida alle attrazioni avventurose

Quando visitare l’Honduras

Guida turistica dell'Honduras, San Pietro de Sula

In Honduras il clima è di tipo tropicale, caratterizzato con una stagione secca e una piovosa nella zona centro-sud. Al nord vi è una zona dal clima equatoriale, abbastanza piovoso tutto l’anno, caustato dagli alisei a nord-est che soffiano nei mesi invernali, scaricando forti piogge sul versante settentrionale. La temperatura è calda tutto l’anno in pianura, mentre nelle zone montuose il clima diventa più mite o più fresco a seconda della quota.

Nella zona meridionale e nell’entroterra, dove la stagione delle piogge va da maggio a ottobre, vi è una certa diminuzione delle precipitazioni a luglio e agosto. Tegucigalpa si trova nelle tierras templadas, a 1.000 metri di quota, e ha un clima più mite e piacevole rispetto alle località poste al livello del mare. Qui normalmente le temperature diurne oscillano tra i 25 gradi di dicembre ai 30°C da marzo a maggio. Temperature elevata sono molto rare, tranne nei mesi di marzo e aprile, quando si possono raggiungere i 35 gradi.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Scopriamo il fascino Maya di Copan

Cosa vedere in Honduras

Tegucicalpa

Guida turistica dell'Honduras, Tegucicalpa
© Nancy and Randy / Flickr

Iniziamo a scoprire le cose da vedere in Honduras dalla sua capitale, Tegucigalpa, città tristemente nota per la sua pericolosità, nonostante oggi la situazione sia in netto miglioramento. Va inoltre precisato che il centro della città è relativamente sicuro e che in generale i turisti non sono soggetti a problemi. Aspettatevi una città affollata e piuttosto decadente, spesso trascurata dai circuiti turistici.

Vi suggeriamo di dedicare almeno una giornata per visitare alcune tra le attrazioni, come il Parco Nazionale La Tigra, un vasto parco nazionale e primo aperto in Honduras. In città dedicate attenzione alla Galleria d’Arte e al Museo per l’Identità Nazionale, ospitato in un edificio del XIX secolo e perfetto per scoprire la storia del paese. Sulla collina di El Picacho visitate la statua di Cristo, visibile da tutta la città e una delle escursioni perfette per ammirare l’intero panorama di Tegucicalpa. Prima di lasciare la città fatevi una pausa nel Parque Central, la piazza principale dove si avrà modo di scambiare due chiacchiere con gli abitanti o semplicemente sedersi e bere un caffè.

Le rovine di Copán

Guida turistica dell'Honduras, rovine Maya

Antico sito Maya scoperto nel 1570, Copán è annoverato tra i Patrimoni UNESCO. Un tempo importante centro politico e religioso, furono i Maya a occuparlo per oltre 2.000 anni, abbandonandolo nel X secolo. Per due secoli rimase completamente abbandonato e oggi, dopo essere stato recuperato, è una delle mete perfette per scoprire la cultura Maya. Passeggiando per questa cittadella si avrà modo di scoprire i monumenti in pietra, noti come stele, piramidi a gradini sovrapposti. I punti salienti delle rovine includono la magnifica Acropoli, la Great Plaza e la Corte della scala geroglifica. Sulla scalinata che raggiunge il sito è presente uno dei geroglifici più grandi del mondo.

Parco Nazionale Pico Bonito

Nella catena montuosa Nombre de Dios troviamo uno dei tanti vasti parchi nazionali dell’Honduras, delimitato da piantagioni di ananas (quelli della Dole) e dai fiumi Rio Santiago e Cangrejal. Al suo interno è presente una delle cime più alte dell’Honduras, 2.435 metri di altitudine e una tra le destinazioni più popolari è The Lodge at Pico Bonito, un eco-lodge circondato da foreste e fauna selvatica. Alloggiando a The Lodge avrete la possibilità di praticare numerosi sport outdoor come kayak o rafting.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Scopriamo la regione de La Mosquitia

Altro da vedere in Honduras

Guida turistica dell'Honduras, veduta isola di Roatan
© Ian Kenn / Flickr

Proseguiamo la nostra guida delle attrazioni dell’Honduras visitando le Islas de la Bahía e Caos Cochinos, due isole ben organizzate contornate da un sistema corallino che è tra i più vasti di tutto il mondo, ciò le rende una destinazione utopica, ma esistente, per le immersioni. Altra giornata che potremo trascorrere completamente in relax è a Trujillo, un delizioso villaggio con bellissime spiagge e strade che traboccano di musica.

Altra incantevole isola nella baia dell’Honduras è Utila, particolarmente frequentata dagli appassionati di immersioni, grazie a prezzi piuttosto convenienti. Qui, oltre alla barriera corallina, si potranno avvistare gli squali balena. Utila è una meta perfetta per i giovani grazie ai suoi alberghi economici e alle sue tante aree ancora inesplorate. Imperdibile anche il lago Yojoa situato in una cavità formata da eruzioni vulcaniche, il più grande lago dell’Honduras, situato tra Tegucicalpa e San Pedro Sula, due delle più grandi città del paese. Il lago è la meta perfetta per pescare o semplicemente per provare la gastronomia del luogo, principalmente basata sul pesce di lago. Fermatevi anche ad ammirare le oltre 500 specie di uccelli che qua hanno il loro habitat naturale e trascorrete del tempo visitando le poco distanti piantagioni di caffè.

Per concludere al meglio la visita in questo particolare paese ci si dovrà recare a Comayagua, quella che fino al 1880 era la capitale ora è visitata per scoprire i suoi edifici eccezionali storici e per visitare la più antica università dell’America Centrale, risalente al 1632.

Ultimo aggiornamento 17 marzo 2021


Condividi su: