Cosa vedere a Heraklion, Creta

Tutti gli articoli della Grecia

Icona articolo onemagNella parte settentrionale dell'isola di ⇒ Creta troviamo Heraklion, la città più grande dell'isola e sede aeroportuale principale. Il suo nome deriva da Ercole, il mitico eroe noto in Grecia con il nome di Eracle. Ci troviamo anche nel principale porto di Creta, una delle destinazioni turistiche sempre più apprezzate per una vacanza in territorio ellenico. Heraklion è generalmente scelta come tappa di arrivo e di partenza anche per la presenza di numerosi traghetti che collegano l'isola di Creta con la capitale Atene ma anche con ⇒ Salonicco o Santorini.

Come per quasi tutta l'isola, se si escludono le sue zone più meridionali, Heraklion gode di un clima tipicamente mediterraneo con estati calde ma ventilate e piuttosto sopportabili. Le temperature medie estive raggiungono i 30°C mentre in inverno le temperature rimangono piuttosto calde ma con frequenti giornate di pioggia. Una vacanza da queste parti è già possibile a maggio, quando la temperature dell'acqua è di 22°C raggiungendo i 25°C durante i mesi più caldi di luglio e agosto.

 

Cenni storici

Le sue origini coincidono con il regno di Minosse e la città in passato fu il porto marittimo di Cnosso, nonostante in molti affermano che il porto utilizzato fu in realtà quello di Amnis. Anche sulle sue origini vi è una incertezza, nonostante non vi siano prove confermate di una fondazione in epoca differente.

Furono gli Arabi a conquistarla nell'824, trasformandola in una città fortificata. Qualche tempo dopo, nel 961, furono i Bizantini a prenderne possesso, governandola per quasi tre secoli. Nel 1204 la città venne venduta alla Serenissima, periodo che la vide fiorire e raggiungere il suo apice storico. Anche i Veneziani proseguirono a fortificarla.

Nel 1669 dopo un lungo assedio, la città cadde per mano dei Turchi che la ribattezzarono Khandakas. Per ritrovare il suo attuale nome si dovette attendere il XIX secolo. Nel 1898 Creta ottenne l'indipendenza e nel 1913 l'isola divenne parte della Grecia.

 

Cosa vedere a Heraklion

Cosa vedere a Heraklion, il portoSono poco più di 170.000 gli abitanti della città più grande della Grecia e la città viene visitata per i vari siti archeologici ma anche per visitare le antiche chiese bizantine e veneziane oppure per le fortificazioni storiche.

Costruita lungo la costa, le principali cose da vedere a Heraklion si trovano nella Città Vecchia, all'interno di un sistema di mura difensive, quelle volute dai veneziani, purtroppo oggi in parte demolite.

 

Chiesa di San Tito

Uno dei monumenti bizantini più interessanti e anche per secoli simbolo di Heraklion, la Chiesa di San Tito venne convertita in moschea durante il periodo ottomano. La sua costruzione risale invece al 961, poco dopo la fuga degli arabi dalla città.

 

Cattedrale di San Mena (o San Minas)

Costruita nel 1862, la Cattedrale di San Mena è il più grande edificio ecclesiastico ortodosso della città e tra le più grandi in Grecia, con una capienza di ben 8.000 fedeli. Intitolata al Santo Patrono della città, l'edificio si trova in piazza Venizelou dove sulla destra, sorge la dimora dell'arcivescovo di Creta e anche una piccola chiesa che durante la dominazione turca era la sede delle funzioni religiose. Oggi invece è un piccolo museo che contiene diverse icone e arredi sacri. La Cattedrale si caratterizza per le sue tre navate e per i due campanili.

 

La loggia di Heraklion

Costruita tra il 1626 e il 1628, siamo di fronte a una struttura realizzata in stile ionico e dorico, risalente all'epoca in cui la città era governata dai veneziani. Quarta loggia costruita, oggi è l'unica che possiamo ammirare e il suo scopo era di ospitare i nobili durante le riunioni e gli incontri. Parzialmente distrutta durante i bombardamenti della Prima Guerra Mondiale, venne restaurata completamente e riportata agli antichi splendori solo dopo la conclusione del secondo conflitto mondiale.

Riconoscibile per la sua pianta rettangolare e le colonne esterne, la loggia viene illuminata di notte regalando un effetto ottico ancora più interessante. L'area più interessante è quella del grande porticato aperto, il luogo dove venivano anche organizzati gli eventi dedicati ai nobili veneziani. Si trova in centro città e l'accesso è gratuito, anche se alcune parti non sono accessibili poichè sede del Municipio di Heraklion.

 

La fontana dei leoni

La prossima tra le cose da vedere a Heraklion è una fontana, quella più artisticamente interessante, la Fontana dei Leoni.

Realizzata nel 1682, la sua fonte era un gigantesco acquedotto posto a una quindicina di km fuori dalla città e, di fronte, si trova l'antica Basilica di S. Marco, edificio ecclesiastico voluto dai veneziani. Nel 1669 i turchi trasformarono la chiesa in moschea.

 

Musei di Heraklion

Sono tre i musei che devono essere inseriti tra le cose da vedere a Heraklion.

Il primo è il Museo Storico di Creta, interamente dedicato alla storia dell'isola dal periodo paleocristiano fino ai giorni nostri. Nel Museo El Greco, posto nel villaggio di Fodele, a ovest della città, si avrà invece modo di ammirare le opere del pittore manierista El Greco, nato proprio in questo villaggio della periferia cittadina. Il Museo Archeologico, infine, è noto a livello internazionale ed è all'interno della Città Vecchia con una serie di preziosi reperti del periodo minoico.

 

Il Palazzo di Cnosso

Cosa vedere a Creta, Palazzo CnossoSpostiamoci a 5 km a sud di Iraklio dove troviamo il più importante palazzo minoico di Creta.

Siamo nel Palazzo di Cnosso, uno dei siti archeologici più importanti d'Europa. La sua costruzione avvenne nel secondo millennio a.C. dal re Minosse e la superficie di tutta la struttura supera i 22.000 metri quadrati. La sua scoperta risale al 1878 ma molte delle opere vennero ritrovate in seguito, agli inizi del Novecento, dopo che occorsero oltre 35 anni per riportarlo interamente alla luce.

Posto sulla collina di Cefala, l'allora città di Cnosso era costruita come un labirinto e si suppone ospitasse oltre 100.000 residenti. Era anche il centro culturale, commerciale e religioso di tutta Creta. La leggenda ricorda come qui venne imprigionato il Minotauro, nelle prigioni a loro volta realizzate come un labirinto.

 

Spiagge nei dintorni di Heraklion

Heraklion, Spiaggia di MatalaLe spiagge sono una delle ragioni che portano ogni anno decine di migliaia di visitatori a visitare Creta.

Una delle spiagge più famose, ma a quasi 70 km a sud-ovest di Heraklion, è la Spiaggia di Matala, località che in passato ha ospitato una numerosa comunità Hippy, che vivevano all'interno di alcune grotte che circondavano la spiaggia. Oggi questa spiaggia del sud di Creta è normalmente organizzata con lettini e ombrelloni ma merita sia ammirare il mare limpido che le tante grotte presenti sulla costa nord. Meritano anche le due isole Paximadia.

Più vicina, ma parliamo sempre di 30 km di distanza, questa volta in direzione est, la Spiaggia di Chersoneso, cittadina sul Mar Egeo facilmente raggiungibile grazie a una strada nazionale da poco realizzata. Dall'aeroporto sono numerose le navette che partono in direzione della cittadina di Chersoneso dove potrete rilassarvi in una delle due principali spiagge, entrambe sassose.

Poco distanti dalla città troviamo invece la Spiaggia di Amnissos, interamente di sabbia mentre a 5 km troviamo la Spiaggia di Ammoudara, anche questa interamente di sabbia. Concludiamo con la Spiaggia Karteros, altra spiaggia sabbiosa posta a circa 8 km in direzione est di Heraklion.

 

» Ti potrebbe interessare... «