Hastings, la città dell’invasione normanna

Cosa vedere a Hastings, la città famosa per la celebre battaglia dell'invasione normanna posizionata nell'East Susses, nell'Inghilterra Sud Orientale. Tra le cose da vedere a Hastings troviamo il Castello di Hastings, o meglio le sue rovine, visto che secoli di incuria e i bombardamenti della seconda guerra mondiale lo hanno reso un cumulo di macerie di cui oggi è poco quello che è possibile osservare. Da non perdere ad Hastings il centro storico, quella che fino ai primi anni del 1800 era l'unica parte della città ed oggi è ricca di abitazioni e botteghe storiche. Ecco cosa vedere a Hastings, la città dell'invasione normanna. 4 min


Cosa vedere a Hastings

Cosa vedere a Hastings

icona-articoloCi troviamo nell’East Sussex, nell’Inghilterra Sud Orientale, dove Hastings da sempre è associata alla celebre battaglia con cui iniziò la conquista normanna del paese per opera di Guglielmo II, il Conquistatore, il Duca di Normandia.
Facile quindi comprendere come tali eventi storici hanno di fatto reso Hastings una città ricca di storia e di cultura e durante il suo periodo di massimo splendore, siamo nell’epoca vittoriana, anche una delle località più frequentate di tutta l’Inghilterra.

Cosa visitare a Hastings

La storia della battaglia Hastings

Hastings, George Street

Il nome della città, oggi di 90.000 abitanti, equivale a definire proprio la celebre battaglia del 1066. E’ qui, a meno di una decina di chilometri per la precisione, dove ebbe luogo lo scontro che diede il via ad un cambio radicale della storia inglese.

All’epoca l’Inghilterra era sotto il dominio degli Angli e dei Sassoni, entrambe popolazioni di origine germaniche. Il re d’Inghilterra era però in parte di origine normanna da parte di madre, nobildonna proveniente dal nord della  Francia, nel ducato di Normandia, all’epoca governato dai Normanni, altro popolo di origine tedesca.
Edoardo, il re d’Inghilterra, non aveva eredi diretti a cui lasciare il trono dopo la sua morte, promise qindi il titolo al duca di Normandia, Guglielmo.

Al momento della sua scomparsa, avvenuta a gennaio 1066, tale titolo venne però assegnato al conte di Wessex, Aroldo.  Guglielmo che di fatto si sentiva leggittimo destinatario, creò un esercito per salpare nel settembre dello stesso anno in direzione Inghilterra.
In quel periodo, tra l’altro, Aroldo II era già piuttosto stremato da un attacco effettuato dal re di Norvegia. Nonostante tutto Aroldo II attese lo sbarco di Guglielmo proprio da una collina poco distante Hastings. E’ la mattina del 14 ottobre quando si arriva allo scontro.

La strategia di Guglielmo, perdente in un primo momento a causa della posizione inglese posta sopra una collina, alla fine rivela vincitore Gugliemo e il re Aroldo II perse la vita proprio nella battaglia.
Fu cosi che Guglielmo divenne ‘il Conquistatore’ e ottenne la corona di re d’Inghilterra.

Il castello di Hastings

Cosa vedere a Hastings

Dopo essere divenuto re d’Inghilterra, Guglielmo diede il via alla costruzione del Castello, oggi una delle attrazioni principali della città.
Tra le cose da vedere ad Hastings, il castello è indubbiamente il più visitato.

Nei vari secoli il castello ha subito diversi danni sia a causa della scarsa manutenzione ma anche dopo che il re Enrico VIII dette ordine di eliminare tutti gli edifici che furono in passato appartenuti ai cattolici. Quello che rimase venne ulteriormente distrutto dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.
Oggi rimangono purtroppo poche rovine di quella che all’epoca era una fortezza appariscente.

Grazie alla posizione sopraelevata, il sito rimane comunque di assoluto interesse e da questa posizione si ammira una splendida vista della città.
Lo potrete raggiungere a piedi, percorrendo una ripida salita indicata ai più giovani o ai più allenati. In alternativa è possibile arrivarci salendo sulla funicolare che dal centro cittadino conduce proprio nel sito del castello.

E’ possibile passeggiare tra i resti del baluardo e scoprire i sotterranei durante il periodo più caldo, da marzo a ottobre, ma non si escludono aperture anche in altri periodi.
Controllate il calendario delle aperture.

OneMag - Logo Micro
Stonehenge, il gioiello archeologico della Gran Bretagna

Le attrazioni di Hastings

Cosa vedere a Hastings

Questa città di pescatori ha nel suo molo una delle attrattive più interessanti. La sua storia ci riporta al 1872 sul luogo dove all’epoca era presente una foresta sommersa. E’ uno degli orgogli della città, un luogo ideale dove trascorre il tempo libero svagandosi giocando a bowling o salendo sulle attrazioni presenti.
In passato nel molo hanno suonato artisti prestigiosi, tra i quali i Rolling Stones e Jimi Hendrix. Ancora oggi rimane uno dei luoghi prediletti per lo spettacolo.
E’ stato inoltre recentemente restaurato e reso ancora più gradevole.

Per un viaggio nella storia basterà invece raggiungere il centro storico, la Old Town.
Fino ai primi anni del 1800 era l’unica parte esistente della città ma oggi i confini si sono estesi con abitazioni più moderne e aree commerciali e di servizi.
La old town rimane tuttavia il modo migliore per conoscere Hastings, grazie ai suoi vicoli che porteranno a negozi e botteghe storiche.

Poco distante dalla stazione ferroviaria troviamo il Museo e la galleria d’arte di Hastings, un piccolo museo ospitato in un edificio riconoscibile grazie alla sua struttura di mattoni rossi.
Qui hanno sede le mostre dedicate alla storia della cittadina ma anche diverse aree espositive dedicate ad altri temi, come la mostra dedicata ai dinosauri o al padiglione dedicato a John Logie Baird, l’inventore della televisione.
Una area insolita è quella dedicata agli oggetti appartenuti ai nativi americani con la ricostruzione della capanna di legno in cui viveva lo scrittore noto come Grey Owl, conosciuto al grande pubblico per il film a lui dedicato con Pierce Brosnan come protagonista.
Informazioni sul museo sono disponibili sul sito ufficiale.

OneMag - Logo Micro
Le migliori meraviglie naturali del Regno Unito

Le attrazioni dedicate alla famiglia

Cosa vedere a Hastings

Sul lungomare di Hastings troviamo anche l’Acquario Bluee Reef con la riproduzione di una trentina di habitat differenti in grado di ospitare creature marine affascinanti. E’ naturalmente una delle mete predilette dalle famiglie ma ha sempre più successo anche tra i turisti desiderosi di una pausa di relax.
Oltre alle tante vasche dedicate al mondo marino è presente anche una sezione, la Remarkable Reptiles, dedicata proprio ai rettili. Qui merita ammirare la ‘Blackberry’, un esemplare di tartaruga ‘naso di porcello’ dal colore viola del guscio.

Ancora più indirizzato alle famiglie con bambini troviamo l’Alexandra Park, un parco con un laghetto e anche una riserva naturale. Premiato come uno tra i migliori parchi del Regno Unito, l’Alexandra Park ha anche al suo interno un parco giochi a tema naturalistico.
All’interno sarà possibile passeggiare tra i curatissimi giardini o anche salire su uno dei battelli che effettuano il giro del lago, fino alla vera e propria area giochi.
La sua creazione risale al 1882 ma questo polmone verde cittadino è stato completamente ristrutturato nei primi anni del nuovo millennio, rendendolo ancora più interessante e rendendolo una meta imperdibile per scoprire la città.

La vocazione ittica della città è invece una attrazione nel locale museo marittimo posto all’interno di un edificio che oggi è una chiesa sconsacrata. Passeggiare tra i locali dell’esposizione significa scoprire la storia marittima di Hastings trovando anche un interessante assortimento di articoli per la pesca.
Il museo è stato inaugurato nel 1956 ma la chiesa che lo ospita risale alla metà del XIX secolo.
Si trova nei pressi nella spiaggia, sul lungomare di Hastings, ed è il proseguimento ideale di visita dell’Acquario.


Like it? Share with your friends!