Hallstatt, il paradiso tra i monti dell’Austria

Cosa vedere ad Hallstatt, il paradiso tra i monti dell'Austria, un piccolo borgo a poca distanza da Salisburgo noto per ospitare le più antiche miniere di sale del mondo. La guida di Hallstatt ci racconta come in passato la cittadina aveva come principale economia l'estrazione del sale e ancora oggi sono le miniere di sale ad essere tra le principali protagoniste del turismo ad Hallstadt. Ecco Hallstatt, il paradiso tra i monti dell'Austria. 4 min


0
37 shares
Cosa vedere ad Hallstatt

Guida di Hallstatt

icona-articoloNei suoi dintorni c’è un piccolo splendido lago e in questo paesino tutto è rimasto incontaminato, caratteristica che gli ha permesso di essere inserito tra i Patrimoni UNESCO.
Siamo ad Hallstatt, un piccolo borgo austriaco noto per essere stato uno dei luoghi di produzione del sale, grazie alle sue miniere che lo hanno aiutato a svilupparsi durante i secoli scorsi.
I suoi abitanti sono poco più di 750 e ci troviamo nella regione del Salzkammergut a circa 7 chilometri da Salisburgo, escursione ideale se vi trovate da queste parti.

Solo recentemente la cittadina posta sulla sponda di occidente dell’omonimo lago si è lasciata avvicinare dai turisti che l’hanno scoperta e apprezzata.
Del resto fino all’inizio del XX Secolo Hallstatt era raggiungibile unicamente in barca, nessuna via di comunicazione terrestre, eccezion fatta per alcuni sentieri di montagna.
L’apertura di una via di comunicazione ha di fatto aperto le porte al turismo e gli abitanti hanno iniziato a convivere con una forma commerciale che non conoscevano.


Cosa vedere ad Hallstatt

Il lago di Hallstatt

Hallstatt, lago

Prima di arrivare al borgo, lasciatevi incantare dal laghetto che lo circonda, l’Hallstätter See. Ammirate gli edifici tipici del Cinquecento che si riflettono e anche le barche, se in stagione, che attraversano questo piccolo bacino d’acqua, lungo meno di 6 km e largo poco più di 2. Questa, come anticipato, era l’unico mezzo che univa Hallstatt con il resto del mondo.

OneMag-logo
Innsbruck, la città fiabesca nel cuore del Tirolo

Le miniere di sale di Hallstatt

Cosa vedere ad Hallstat

Fino alla fine del XIX secolo la principale fonte di reddito degli abitanti, le miniere sono tra le più antiche ancora oggi attive. Si scava infatti da oltre 3000 anni nelle tante rocce dei dintorni e lo si commercia quasi ovunque.
Oggi però è una delle attrazioni turistiche più visitate, quasi un simbolo della cittadina austriaca, che decidono di visitarla a bordo di una funicolare che raggiunge il luogo. Una volta raggiunta la cima si avrà anche modo di osservare tutti gli attrezzi di lavoro utilizzati dai minatori e anche il trenino minerario Grubenbahn.

Quest’ultimo, il richiamo principale delle miniere di sale, porta infatti i visitatori all’interno delle gallerie con una guida che, in inglese, racconta tutta la storia di queste anche miniere e dei km di tunnel aperti dai minatori.
Una volta entrati sarà entusiasmante vedere anche un piccolo laghetto sotterraneo, posto nel punto più basso di tutta la grotta, prima che il treno vi riporti alla luce del sole.

OneMag-logo
Linz, guida turistica della terza città d’Austria

Cosa visitare ad Hallstatt

Cosa vedere ad Hallstatt

Ma Hallstatt ha tanto altro da regalare ai turisti. Una delle attrazioni più insolite è quella dell’ossario, una ‘raccolta’ di oltre 600 teschi decorati che lo consacrano anche come più grande ossario del mondo. La sua storia racconta che essendo il locale cimitero colmo di defunti si era reso necessario spostare le ossa in questo ossario, dove ancora oggi riposano.

Di altro genere le grotte presenti nel massiccio del Dachstein. Sono infatti tre grotte davvero meravigliose da prendere in considerazione durante un viaggio ad Hallstatt.
La più grande è la Mammuthöhle, profonda 1 km ma lunga ben 60 e aperta ai turisti dalla primavera ad inizio autunno. La Eisriesenhöhle è invece una grotta creata interamente dal ghiaccio, anch’essa visitabile durante la bella stagione. L’ultima, invece, è la Koppenbrüllerhöhle, la ‘grotta che urla’, nome che deriva dal forte rumore dato dai tanti ruscelli presenti che, dopo una giornata di pioggia, creano un rumore talmente intenso da essere paragonato ad un urlo.

Tra gli edifici religiosi della cittadina troviamo la chiesa cattolica tardo-gotica Mariä Himmelfahrt costruita nel 1505 e la cappella Karner, posta esattamente accanto alla chiesa. E’ l’attrazione ideale da visitare dopo essere stati nell’ossario, essendo parte integrante della struttura.

OneMag-logo
Esplorare l’Austria a piedi

Il centro storico di Hallstatt

Cosa vedere ad Hallstatt

La cittadina è piuttosto piccola e le ridotte dimensioni consentono di esplorarla in poche ore. Nel centro abitato ammirate le strade e le piccole vie che permettono di esplorare le tradizionali abitazioni in legno e pietra.

Vale la pena di fermarsi nel museo cittadino, intitolato alla ‘cultura di Hallstatt’ che racconta come fino al IV Secolo a.C. il borgo era attivo con l’estrazione di sale ma anche con una importante attività metallurgica. Il museo racconta proprio questo periodo grazie a numerosi reperti trovati ad Hallstatt e dintorni, un percorso lungo quasi 7.000 anni.

Se avete la possibilità di trascorrere qua la festa del Corpus Domini (nel 2019 il 23 Giugno) preparatevi ad ammirare una delle più insolite processioni ma viste. Si svolge infatti su deliziose barche interamente ricoperte da coloratissimi fiori. Una esperienza che da sola vale il viaggio.

OneMag-logo
Salzkammergut, guida turistica del distretto dei laghi

Quando visitare Hallstatt

hallstatt, inverno

Trovandoci sul massiccio Dachstein è logico aspettarsi temperature rigide in inverno, la cui media è vicina allo 0°. In estate non soffrirete invece il caldo, nonostante spesso si possano raggiungere i 30°.
Nelle grotte, aperte da maggio a inizio ottobre, aspettatevi invece una temperatura di poco superiore ai 5° anche in piena estate.

Arrivare a Hallstatt è possibile, dall’Italia, in macchina seguendo le indicazioni per Salisburgo oppure in aereo scendendo all’aeroporto di Strasburgo, dove sarà possibile noleggiare una macchina o eventualmente salire su un taxi (opzione piuttosto costosa).
Tra le opzioni di pernottamento troverete una offerta completa con hotel fino a 4 stelle ma anche appartamenti, gasthouse e case vacanza.


Like it? Share with your friends!

0
37 shares