Cosa vedere a Guilin, la Cina meridionale
Condividi su:

Cosa vedere a Guilin, la Cina meridionale

Tutti gli articoli della Cina

Icona articoloPosta sulle rive del fiume Lijang, Guilin si trova nel nord-est della regione autonoma del Guangxi Zhuang, nel sud della Cina. Tra le città turisticamente più visitate, Guilin ha una infinità di bellezze naturale e una storia ricca da raccontare. Rispetto ad altre città del paese, le sue dimensioni sono piuttosto compatte, poco più di 27 km quadrati e il paesaggio che la circonda e a tratti quasi fiabesco, grazie anche ai tanti fiumi che l’attraversano.
Le sue radici affondano in oltre 2.000 anni di storia, periodo durante il quale è stato il centro politico, economico e culturale del Guangxi Zhuang, fino dalla dinastia Song, durata dal 960 al 1127.

Cosa vedere a Guilin

Mappa di GuilinCrociera sul fiume Li

Cosa vedere a Guilin, crociera sul fiume Li

Una delle prime cose da fare una volta raggiunta Guilin è quella di salire su una delle tante navi da crociera e attraversare il fiume Li. E’ quasi tradizione iniziare a scoprire la città da una prospettiva differente, escursione che generalmente viene proprio organizzata dagli hotel cittadini. Ricordate che i prezzi del biglietto variano anche di molto e in base a quello acquistato potreste trovarvi con passeggeri solo cinesi e con guide che parleranno solo mandarino. Chiedete quindi di avere a disposizione una guida che parli inglese, in modo da comprendere quello che starete ammirando.

La partenza del battello è alle ore 9 del mattino e vi permetterà di raggiungere Yangshuo dopo circa 5 ore di navigazione. A bordo, per l’ora di pranzo, avrete modo di assaggiare la tipica cucina mandarina.

La crociera, nonostante rappresenti una delle motivazioni di viaggio per raggiungere Guillin, non è particolarmente affascinante, ragione per cui non aspettatevi qualcosa di memorabile. Rimane tuttavia un’esperienza da fare e non stupitevi se in molti preferiranno tornare in albergo con un comodo bus, in circa 50 minuti.

OneMag-logo
Link in uscita Lhasa, cosa vedere nella capitale del Tibet

La Grotta del Flauto di canna da bambù

Cosa vedere a Guilin, la grotta del Flauto di canna da bambù

Esaudita la voglia di crociera è il momento di dedicarsi alla cittadina. La seconda ragione per visitare Guilin è quella delle grotte, tra le cose da vedere a Guilin forse la più attraente.

La Grotta del Flauto di canna da bambù è una delle meraviglie naturali imperdibile in questa zona meridionale della Cina. Il suo nome deriva dalla presenza di diversi boschetti di canne di bambù che ancora oggi vengono utilizzati per produrre flauti. La storia di questa grotta ci riporta indietro di ben 180 milioni di anni, quando in maniera del tutto naturale si è formata. Entrando avremo modo di esplorare le tante stanze che si affacciano su altrettanto lunghe gallerie. Al centro troverete anche un piccolo ma quasi magico laghetto che contribuirà ad illuminare la grotta in maniera del tutto atipica.

La visita ci permetterà di ammirare stalattiti, stalagmiti e formazioni rocciose ma anche diverse iscrizioni che paiono essere risalenti al periodo della dinastia Tang, nel 792 dopo Cristo. Dopo un lungo periodo in cui si erano perse le tracce, la grotta è stata riscoperta durante la Seconda Guerra Mondiale quando gli abitanti, in fuga dalle truppe giapponesi, cercavano rifugio.

Si trova nella periferia nord-ovest, a pochi km dal centro, e la si può raggiungere in autobus che parte proprio dal centro città. L’ingresso è a pagamento (intorno ai 13 Euro) e per percorrere i suoi 240 metri di lunghezza sarà necessaria circa 1 ora.

Sempre a Guilin da non perdere è anche il Parco delle Sette Stelle, dal nome delle altrettante vette, dove al suo interno è possibile trovare altre grotte, altrettanto valide come escursione dalla città di Guilin.

location_icon onemag1 Ludi Rd, Xiufeng District, Guilin
Guangxi

OneMag - Logo Micro
Link in uscita Cina, le quattro località più romantiche da non perdere

La Collina della Proboscide dell’Elefante

Cosa vedere a Guilin, la Collina della Proboscide dell'Elefante

Nota anche con il nome di Collina dell’Elefante, è posta giusto alla confluenza tra il fiume Li e il fiume Taohua, a sud di Guilin. Il suo nome deriva dalla somiglianza di un grande elefante che allunga la proboscide nel fiume ed è una delle cose da vedere a Guilin che più di ogni altra rappresenta la città ed è anche il suo simbolo.

Tra la proboscide e il corpo troviamo una grotta, la cui somiglianza è di una luna piena e per tale ragione chiamata Grotta della Luna sull’Acqua. All’interno sono da ammirare le varie incisioni, tra le quali una poesia scritta da Lu You, uno dei quattro poeti più noti della dinastia dei Song Meridionali.

Proseguite la vostra esplorazione procedendo in salita lungo il sentiero che vi avrà portato alla grotta per scoprire un’altra grotta, quella chiamata Grotta dell’Occhio d’Elefante. Il suo nome deriva dal punto in cui si trova, proprio l’occhio della collina dell’elefante. E’ un buon punto di osservazione e al suo interno avremo modo di vedere altre formazioni rocciose.

OneMag-logo
Link in uscita Viaggio in Wuhan, la più popolosa città della Cina centrale

Folded Brocade Hill

Cosa vedere a Guilin, Folded Brocade Hill

Tra le attrazioni più note di Guilin troviamo Folded Brocade Hill, Diecai Hill, luogo noto per i suoi paesaggi imperdibili e le tante sculture in pietra. Il paesaggio è racchiuso tra quattro piccole colline che la circondano quasi interamente e in cui è possibile ammirare il Folded Brocade Pavilion, l’area posta al fianco della collina Bright Moon Peak. Iniziando da qui si potrà iniziare un percorso che permetterà di visitare una stele risalente alla dinastia Ming e da cui raggiungere la Grotta del Vento.

La grotta è il punto di richiamo non solo per la confluenza dei venti ma anche per le sue incisioni rupestri, presenti sia all’interno che all’esterno della grotta. Qui hanno sede oltre 200 sculture in pietra di Buddha risalenti alla dinastia Tang, dal 618 al 907, e quella Song, dal 960 al 1279.
Proseguendo arriverete proprio alla cima del Bright Moon Peak dove troverete un edificio con la forma rotonda, il Cloud-Catching Pavilion. Da qui avrete una splendida visuale del fiume Li e della città di Guilin.

location_icon onemagBinjiang Rd, Diecai District, Guilin
Guangxi

OneMag-logo
Link in uscita  Il Giardino di Nan Lian, Hong Kong

Quando visitare Guilin

Cosa vedere a Guilin, strada pedonale

Non tutti i mesi sono ideali per visitare Guilin e la regione del Guangxi.
I mesi ideali sono in realtà pochi, ovvero Febbraio, Settembre, Ottobre e Novembre. Accettabili sono eventualmente Luglio e Agosto, anche se dovrete aspettarvi un caldo a volte anche piuttosto opprimente (specialmente in luglio).
I mesi di Giugno, il più piovoso, e quello di Gennaio, il più freddo, sono quelli maggiormente sconsigliati.

Ultimo aggiornamento: 22 Dicembre 2020


 

Condividi su: