Guida turistica di Rovaniemi, Finlandia, la città di Babbo Natale

Guida turistica di Rovaniemi, Finlandia, la città di Babbo Natale


Condividi su:

Cosa vedere a Rovaniemi,
la capitale della Lapponia e
la casa di Babbo Natale

Tutti gli articoli della Finlandia

 

icona-articoloUno dei viaggi imperdibili da programmare in pieno inverno è quello nella Lapponia, all'interno del Circolo Polare Artico. Siamo in una regione condivisa con Norvegia, Russia, Danimarca e Norvegia e qui troviamo la cittadina di Rovaniemi, la capitale della Lapponia nota per ospitare il Villaggio di Babbo Natale, l'attrazione che da sola attira decine di migliaia di visitatori ogni anno e non solo nelle settimane finali dell'anno. Ricostruita interamente nel dopoguerra, Rovaniemi è piccolissima e facilmente visitabile a piedi e tappa anche per visitare i suoi dintorni, come il Pyha-Luosto National Park, uno dei parchi naturali protetti della zona.

Pronti a scoprire cosa vedere a Rovaniemi, la casa di Babbo Natale?

 

Cosa vedere a Rovaniemi
La guida turistica della capitale della Lapponia

Il periodo ideale per visitare la cittadina della Lapponia è indubbiamente l'inverno, quando il paesaggio assume una connotazione tipica di queste latitudini. Oltre all'immancabile visita al Villaggio di Babbo Natale, che vedremo a breve, si potranno fare escursioni con le slitte trainate dagli husky o ancora pescare sul lago interamente ghiacciato e molto altro. Come indicato, Rovaniemi è molto piccola e sarà facile visitarla interamente in un paio di giorni, includendo la visita ai musei cittadini, anch'essi piuttosto piccoli e molto vicini fra loro. Non rimane altro che iniziare a scoprire cosa vedere a Rovaniemi.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Entriamo nel Museo Kiasma di Helnsinki, il Museo d'Arte Contemporanea della Finlandia

Il villaggio di Babbo Natale

Rovaniemi, il villaggio di Babbo Natale

Anche se sarebbe meglio dedicarci una giornata quasi intera, il Villaggio di Babbo Natale è sicuramente la prima cosa da vedere a Rovaniemi. Situato a circa 8 km a nord dal centro città, giusto sul Circolo Polare Artico, per raggiungerlo potrete salire sulla navetta che vi potrà permettere di raggiungerlo velocemente. Una volta entrati sarete immediatamente prioiettati nell'atmosfera natalizia in qualunque mese invernale avrete deciso di visitarlo.

Il Villaggio di Babbo Natale non è cosi piccolo come forse si sarebbe tentati di credere e meglio pianificare una giornata senza particolare fretta. Appena possibile ricordate di passare dall'Ufficio Informazioni per ottenere il timbro sul vostro passaporto che certifica il vostro accesso al Circolo Polare Artico, sarà sicuramente un ricordo piacevole. L'ingresso al Villaggio di Babbo Natale di Rovaniemi è gratuito ma se decidete di fare qualche attività extra, ce ne sono diverse, dovrete acquistare un biglietto, di solito piuttosto costoso.

Tra le attrazioni merita una visita il Museo dedicato al Natale che racconta la storia della festività in molteplici aspetti, non solo religiosi. Immancabile un passaggio all'ufficio postale dove potrete mandare una letterina da una località a lui molto cara. Nel Villaggio vi è la sede di Santa Claus ma in realtà la sua abitazione si trova sopra la montagna di Korvatunturi e l'ufficio di Rovaniemi è indubbiamente, dal 1985, il modo più semplice di incontrarlo. La grotta di Babbo Natale, SantaPark, si trova a due passi dal Villaggio di Babbo Natale. Il quartier generale di Babbo Natale Joulukka è invece costruito nel sottoterra del villaggio.

Prima di lasciare la struttura fate un giro nei tanti negozi di souvenir.  Babbo Natale non riceve solo nel periodo natalizio. Il Villaggio è aperto tutti i giorni ma è consigliabile verificare l'orario nel

Icona web onemag sito ufficiale

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Spostiamoci a sud della Finlandia per visitare Turku, il villaggio medievale capoluogo della regione di Varsinais-Suomi

I musei di Rovaniemi

Cosa vedere a Rovaniemi, veduta

Conclusa l'immancabile visita al Villaggio, è arrivato il momento di rientrare in città e scoprire quello che è invece da vedere a Rovaniemi. La città è infatti anche storia e cultura strettamente legata alla sua posizione sul Circolo Polare Artico.

Nel centro urbano di Rovaniemi troviamo il centro scientifico artico, la casa della cultura Korundi, il Museo Provinciale della Lapponia Arktikum e il centro scientifico a tema forestale sono alcune delle migliori attrazioni culturali. L'Arktikum è il museo più visitato della città, il luogo dove si potrà apprendere natura, cultura e storia di tutta la Lapponia. Interessante la mostra Artic in change, la sezione dedicata ai cambiamenti climatici e alle sue conseguenze. Il Pilke Science Center si è proprio posto l'obiettivo di studiare e comprendere il surriscaldamento globale in una mostra interattiva che ha lo scopo di aiutare a comprendere come utilizzare fonte di energia alternative. Il Korundi Art Museum è invece l'istituto culturale dedicato agli appassionati d'arte con una raccolta di arte moderna, soprattutto di artisti locali.

Tra le cose da vedere a Rovaniemi troviamo anche il il Museo forestale all’aperto della Lapponia e il Museo di storia locale di Rovaniemi, posti entrambi in zona periferica. Sono i luoghi ideali dove scoprire le opere storiche della Lapponia. A livello architettonico non può essere perso il centro della cultura e dell’amministrazione, vicino al pittoresco municipio di Rovaniemi, la biblioteca cittadina e il Lappia Hall, il teatro e centro congressi principale della regione. Tutti progettati dal celebre architetto finlandese Alvar Aalto.

A mezz’ora di distanza in auto dalla città è possibile alloggiare nell’Arctic SnowHotel, uno straordinario hotel composto da ghiaccio e neve, perfetto per trascorrere una nottata fuori dagli schemi. I suoi igloo dal soffitto di vetro sono l’ideale per ammirare, comodamente da sdraiati, la magnifica aurora boreale.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa vedere a Tampere

Come si vive in Lapponia

Cosa vedere a Rovaniemi, l'aurora boreale

Lo stile di vita di Rovaniemi e dell'intera Lapponia è naturalmente adeguato al territorio, quindi sostanzialmente molto diverso dal nostro.

Per iniziare una vera esperienza finlandese sarà indispensabile provare la caratteristica sauna, elemento fondamentale della cultura del Paese. Il tutto viene ulteriormente amplificato se si ha il cuore abbastanza forte per immergersi in un fiume o in un lago gelido. Durante la stagione invernale tuffarsi in una delle aperture nel ghiaccio è l’esperienza più estrema ed indimenticabile che si possa mai fare.

D’inverno per i finlandesi è naturale svolgere attività sul ghiaccio. Quindi, per una vera giornata da lappone, noleggiare una motoslitta e andare a pescare sul ghiaccio è una delle esperienze più autentiche che si possa fare nel territorio finlandese.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Il mese ideale per visitare la Finlandia

Cosa merita mangiare in Lapponia

Cosa vedere a Rovaniemi, ristorante

La gastronomia è naturalmente uno degli aspetti da conoscere durante il vostro viaggio in Lapponia. Clima e posizione geografica ovviamente influenzano l'intera offerta culinaria principalmente basata su piatti di carne e selvaggina.

Se conoscete la cucina russa qua troverete una variante piuttosto simile, complice anche la numerosa presenza di ristoranti che la propongono.  Se volete provare dei piatti di pesce, generalmente disponibile tutto l'anno, puntate su pesce di lago come persico e trote ma anche l'immancabile salmone o le aringhe, qua particolarmente squisite. Nel periodo più caldo via libera alle verdure mentre con i primi freschi sono da provare i funghi, qua disponibili in discreta quantità e qualità. Disponibili tutto l'anno i prodotti caseari, latte yogurt e naturalmente formaggi. Da provare il kutunjuusto, il formaggio di capra con cui farcire anche panini o da assaggiare con una piadina lappone, il leipajuusto.

A Rovaniemi, infine, si potrà imparare ad ideare e realizzare souvenir e vari oggetti artigianali seguendo le precise e caratteristiche tradizioni lapponi, con materiali di reperibilità locale, come legno e corna, ossa e pelli di renna.

Ultimo aggiornamento 4 dicembre 2021


 

Condividi su: