Guida di Tulum, Riviera Maya

Guida di Tulum, Riviera Maya, una delle mete più popolari del Messico grazie alla combinazione di spiagge cristalline e rovine Maya, tra le più interessanti da visitare. Tulum si trova nello stato di Quintana Roo, uno degli stati del Messico posto nella parte orientale dello Yucatan, nel Sud Est del Messico. Tra le cose da vedere a Tulum, oltre al sito archeologico, i numerosi monumenti della tranquilla cittadina e le tante escursioni, una delle quali conduce a Chichen Itza, altro sito archeologico Maya importante ed imponente, annoverato tra i Patrimoni UNESCO e considerato una delle nuove sette meraviglie del mondo.6 min


0
Guida di Tulum, Riviera Maya
Condividi su:

Come organizzare un viaggio a Tulum

icona-articoloUna delle mete più popolari della Riviera Maya del Messico è indubbiamente Tulum. In origine una piccola città di pescatori e oggi una delle mete più visitate e frequentate, Tulum riesce a calamitare un flusso turistico unico, fatto da semplici turisti a personaggi dello spettacolo, il tutto senza dimenticare sportivi e imprenditori.

Siamo nello stato di Quintana Roo, uno degli stati del Messico posto nella parte orientale dello Yucatan, nel Sud Est del Messico. Il nome di questo stato ricorda Andrès Quintana Roo, un patriota messicano noto per essere stato uno dei membri che hanno formulato la dichiarazione di indipendenza nel 1813.
In passato Quintana Roo era territorialmente appartenente allo Yucatan fino al 1840 quando venne dichiarato prima indipendente e successivamente, nel 1915, dichiarato a tutti gli effetti stato messicano.
Viaggare da queste parti significa entrare in territori variegati con spiagge e barriere coralline fino a pianure e foreste tropicali. Uno dei paesaggi morfologicamente più interessanti e di sicuro interesse per tutti coloro che amano gli sport outdoor e per gli amanti in genere delle escursioni.

Cosa vedere a Tulum

Tulum è tra gli 11 comuni che compongono lo stato di Quintana Roo e sicuramente il più conosciuto e frequentato.
La ragione di tanto successo è sicuramente da ricercare nelle sue incredibili spiagge, veri e propri paradisi di sabbia bianca dove da un lato troverete acqua cristallina e dall’altra una vera e propria giungla verde.
Del resto Tulum è proprio inserita nella foresta pluviale di Quintana Roo ed è anche la casa delle antiche rovine Maya.
Il suo nome ci riporta alla sua origine di villaggio di pescatori e di porto.
Del vecchio villaggio oggi è rimasto però qualcosa, in particolar modo il sapore dei piatti qua preparati, tra i migliori dell’intera zona.

Sono però le spiagge, dicevamo, il principale richiamo. Già perchè tra le cose da fare a Tulum è proprio la rilassante vita da spiaggia ad essere la protagonista assoluta.
Alcune delle migliori spiagge del Messico, e non solo, si trovano proprio a Tulum che conquista inoltre, grazie ai suoi rinomati frequentatori, anche l’emblema di luogo tra i più sicuri di tutta la Riviera Maya.

Con i suoi poco meno di 20.000 abitanti, Tulum è naturalmente nota anche per il suo pregevole sito archeologico, sede di una antica città Maya.
Oggi è una perfetta combinazione per una vacanza di mare unita ad una storico-culturale.
La città, anch’essa molto tranquilla, permette di ammirare numerose attrazioni.
E’ perfetto iniziare la sua scoperta dal centro città dove, tra le cose da vedere a Tulum, troviamo gli edifici storici meglio conservati.
Il sito archeologico è normalmente accessibile tutti i giorni fino alle 17 del pomeriggio, ogni giorno dell’anno, e l’accesso ha un costo di pochi euro a persona.

Tutte le informazioni sul sito archeologico di Tulum: ⇒ SITO UFFICIALE

OneMag-logo
Cosa fare nella Riviera Maya dello Yucatan

Cosa fare a Tulum

Tra le tante cose da fare a Tulum, tra spiaggia e visita alle rovine Maya, non perdetevi i cenote.
Il cenote è una grotta naturale formata dopo che l’acqua piovana ha eroso la superfice calcarea. In base alla dimensione di questa erosione, è facile trovare cenotes che sono davvero piccoli ed oscuri ed altri che non si discostano di molto da vere e proprie piscine naturali.
Nello Yucatan e a Quintana Roo si stimano in oltre 6.000 i cenote presenti.
Non perdetevi in ogni caso il Gran Cenote di Tulum, il più popolare in assoluto e dove è possibile fare un bagno tra deliziose tartarughe marine.
Tra gli altri cenote potete indirizzarvi a Nicte-Ha, non troppo grande ma decisamente meraviglioso, oppure Dos Ojos.

Una delle escursioni preferite da Tulum è quella a Chichen Itza.
E’ uno dei più interessanti, e imponenti, siti Maya ed inserito, dal 1988, tra i Patrimoni UNESCO e dal 2007 annoverato invece fra le nuove sette meraviglie del mondo.
La sua nascita risale al 600 d.C. e nei suoi dintorni sono presenti numerosi cenotes, motivo per cui già in passato l’area era stata abitata dai primi fondatori.
Quello di Chichen Itza è uno tra gli esempi di conservazione in assoluto migliori di rovine Maya e, per ammirarlo completamente, preparatevi ad un cammino di oltre 4 ore.

Dell’ultimo suggerimento in termini di escursioni ne abbiamo parlato a lungo in ⇒ questo articolo.
Parliamo di Akumal, nello Yucatan proprio come Chichen Itza, la baia delle tartarughe.
Proprio il suo nome viene infatti tradotto come tartaruga e qui, oltre ad una meravigliosa barriera corallina e paradisiache spiagge, si viene per ammirare la schiusa delle uova delle tartarughe.
Per il resto vi lasciamo appunto all’articolo, ricordandovi che la distanza estremamente ravvicinata (circa 25 km) la pongono come prima attrazione da effettuare da Tulum.

OneMag-logo
Luna di miele? Ecco dove andare

Come raggiungere Tulum

Come arrivare a Tulum
Aeroporto di Cancun

Prima di tutto i cittadini italiani non hanno bisogno di alcun visto per entrare in Messico per ragioni turistiche. Una volta raggiunto il paese vi verrà infatti rilasciato un visto di 90 giorni, eventualmente prorogabile di ulteriori tre mesi, per visitare in tutta comodità ogni area.

Detto questo non rimane altro che cercare un volo per Cancun, considerando che a Tulum non c’è alcun aeroporto.
Una volta giunti nella città dello Yucatan potrete raggiungere facilmente Tulum con una delle tante navette oppure con un bus turistico. Non escludete naturalmente la possibilità di noleggiare un auto per percorrere i 130 km che vi separano dalla vostra destinazione.
Una volta in città meglio però preferire i mezzi pubblici: il traffico è infatti spesso importante ed i parcheggi piuttosto rari.

OneMag-logo
Huatulco, vacanza nel mare del Messico

Quando andare a Tulum

Tulum ha un clima prevalentemente tropicale e caraibico e i mesi migliori per visitarlo corrispondono al nostro periodo invernale.
Considerate tuttavia, anche da Dicembre ad Aprile (in cui i due mesi di Dicembre e Gennaio rappresentano la vera e propria alta stagione per le festività di Natale e Fine Anno), la temperatura media difficilmente scenderà sotto i 30°C.
Anche Aprile è un mese di alta stagione, durante il periodo di Pasqua.
In assoluto i mesi più freschi sono quelli della seconda metà di Gennaio fino alla fine di Febbraio, dove si potrà avere un massimo di 27°C e una minima che si assesta intorno ai 23°C.
La temperatura dell’acqua durante questo periodo raggiunge i 27 gradi.

La stagione delle pioggie, anche se non è assolutamente certo che il periodo sia piovoso, è invece prevista tra inizio Maggio a fine Settembre, talvola prolugandosi alle prime 2 settimane di Ottobre.
E’ il periodo più afoso in assoluto e le piogge possono essere anche di breve intensità e durata ma anche durare anche qualche giorno incessantemente.
E’ anche il periodo in cui possono crearsi degli uragani: pur essendo un fenomeno molto raro è consigliabile recarsi durante gli altri periodi.
La temperatura dell’acqua in questo periodo è più calda di almeno 1-2 °C rispetto al nostro inverno.

OneMag-logo
I siti archeologici più sorprendenti al mondo

Valuta e pagamenti

Valuta e pagamenti
Pesos messicani

Tulum ovviamente utilizza la moneta corrente messicana, i pesos noti con la sigla MXN.
Accettati anche i dollari statunitensi, più raramente quelli canadesi, ma meglio cambiare la valuta in una delle banche o degli uffici di cambio.
Ricordate in ogni modo che qui è assolutamente preferibile avere sempre una cifra disponibile in contanti, anche dove è indicato che vengono accettate le carte.
Non di rado, infatti, nonostante siano indicate le carte di credito non vengono accettate o, più semplicemente, il POS non risulta funzionante.
Non commettete inoltre l’errore di affidarvi agli sportelli automatici, i bancomat.
Anche questi spesso sono non funzionanti e potreste trovarvi in difficoltà durante un pagamento.
Meglio quindi, durante il cambio in banca, prevedere una discreta cifra cash per fronteggiare le normali spese quotidiane. Del resto, ricordiamo, Tulum è una città piuttosto sicura.

OneMag-logo
Cancun, fascino unico sulla Riviera Maya

Internet & Wi-fi

Se siete fanatici della connessione, Tulum potrebbe crearvi dei problemi.
Gli hotel generalmente o non offrono connessione wifi oppure la limitano alle hall.
La situazione tuttavia sta notevolmente migliorando e non è da escludere che durante la vostra permanenza sia già molto più disponibile.
Meglio, comunque, acquistare al vostro arrivo una SIM CARD locale (le troverete all’aeroporto) e navigare con la rete dati domestica.

Gli operatori telefonici mobili in messico sono sostanzialmente 4 (Movistar, Unefon, AT&T e Telcel, questa la principale a livello di copertura).
Le carte prepagate sono piuttosto diffuse e il consiglio è di verificare (anche prima della partenza) se uno degli operatori offre anche particolari tariffe per chiamare l’estero. Verificate in particolar modo se la SIM che state acquistando è disponibile anche per i turisti: molte offerte sono disponibili solo per i residenti ed il rischio è che -anche se in vostro possesso – venga disabilitata.

Ricordate infine che il fuso orario è di 6 ore indietro rispetto all’Italia nella Riviera Maya, consideratelo prima di chiamare casa!

OneMag-logo
In vacanza a Puerto Escondido

Muoversi a Tulum

Mezzi pubblici a Tulum

Tulum offre una discreta copertura di rete di mezzi pubblici.
Tuttavia se prevedete di muovervi anche al di fuori dalla città meglio allora noleggiare un’auto (opzione sconsigliata se invece prevedete di rimanere unicamente a Tulum).
Muoversi con un taxi ha un costo relativamente basso ma può comunque influire sul vostro budget, specie se intendete visitare i dintorni oppure se cenare ogni sera in un ristorante diverso.
Non escludete di noleggiare invece una bicicletta se rimanete in città: facile, veloce ed economica. L’alternativa migliore in assoluto tra mezzi pubblici, taxi o percorrere a piedi svariati km sotto il caldo.

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

0