Guida di Chamonix, il comune delle prime Olimpiadi invernali

Guida di Chamonix, il comune delle prime Olimpiadi invernali


Condividi su:

Cosa vedere a Chamonix

Tutti gli articoli della Francia
Cosa vedere a Chamonix, mappa
© Apple Maps

icona-articolo

Chamonix Mont-Blanc, più semplicemente Chamonix, si trova in Francia, nell’Alta Savoia, a breve distanza dalla Svizzera e dall’Italia, 55 km a nord-ovest dalla città di Aosta. Siamo nella regione dell’Alvernia-Rodano-Alpi dove la cittadina confina con le località di Les Houches, Argentière, Servoz e Vallorcine. Bagnata dal fiume Arve, il centro abitato è collocato a circa 1.000 metri di altudine ed è facilmente raggiungibile, per chi proviene dall’Italia, percorrendo il Traforo del Monte Bianco, lo stesso che conduce a Courmayeur, a cui è direttamente connessa con gli impianti di risalita e che permettono, con un unico skipass, di sciare in entrambi i comprensori. Siamo infatti in uno dei centri turistici dedicato agli sport invernali nelle Alpi francesi.

Numerosi gli impianti sciistici della zona che però regala molto altro ai propri visitatori. Oltre a spettacolari panorami, visibili nelle settimane di maggiore affluenza turistica anche con dei trenini panoramici, si potrà trascorrere la giornata con passeggiate, come quello al sentiero attrezzato delle Gole della Diosaz. Se volete muovervi in treno, un viaggio di una ventina di minuti, raggiungete il Mer de Glace, uno dei più grandi ghiacciai posto a 1913 metri di altitudine. Chamonix è in grado di accontentare chiunque ogni giorno dell’anno, grazie a una offerta turistica davvero completa. Ricordiamo che qui, nel 1924, si sono svolte le prime Olimpiadi invernali e che ancora oggi viene ricordata come una delle città degli sport invernali per eccellenza. Pronti a scoprire cosa vedere a Chamonix?

 

Cenni storici

cosa vedere a Chamonix, monumento ai caduti
Image by Rock Freund from Pixabay

La storia di Chamonix la ricorda prima conquistata dai Celti, poi dai Liguri e quindi, in un susseguirsi di dominazioni, dai Romani che la perdettero durante l’invasione dei Barbari. In passato la cittadina montana era stata annessa al Canton Ginevra, diventando una cittadina svizzera. E’ in questo periodo che nasce il Priorato di Chamonix e con esso un piccolo villaggio agricolo.

La sua fortuna risale al 1741 quando Chamonix venne scoperta da due esploratori inglesi che, raccontandola poi in patria, la trasformarono in una meta ambita dal popolo inglese.
La fama accrebbe ulteriormente grazie a un nobile ginevrino che indisse una gara con un ricco premio per coloro che fossero riusciti a scalare per primi la cima del Monte Bianco. Il premio venne poi vinto proprio da due abitanti di Chamonix.

Dopo l’apertura del primo hotel, nel 1783, la strada per il successo era definitivamente segnata. Erano gli anni in cui venne anche inaugurata la strada che la univa con Ginevra, rendendo Chamonix proiettata verso una crescita inarrestabile.  Agli inizi del 1900 con la creazione dei primi impianti di risalita e l’arrivo poco dopo delle Olimpiadi, Chamonix aveva raggiunto il suo apice. Oggi Chamonix è visitata ogni anno da oltre 5 milioni di turisti e la maggioranza dei suoi abitanti svolge attività legate al turismo.

 

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Courmayeur, viaggio nel Monte Bianco

Cosa vedere a Chamonix

Cosa vedere a Chamonix, centro storico

La sua posizione, idealmente collocata sulla linea di confine di Francia, Italia e Svizzera, rende Chamonix una destinazione cosmopolita, in grado di appassionare chi è alla ricerca di divertimento nei mesi invernali e chi è in fuga dalle città nei mesi estivi. La sua vicinanza con il Monte Bianco e la struttura tipica di un villaggio alpino, la rendono ricca di attrazioni, di paesaggi, di piccoli scorci perfetti da essere scoperti in ogni periodo dell’anno.

Siamo indubbiamente in una città di montagna con una intera vallata alpina a disposizione e dove è possibile, oltre che praticare sport o percorrere un sentiero, fare shopping, vedere un film al cinema ma anche trascorrere una serata al casino. Basterà una passeggiata per scoprire i meravigliosi hotel in stile Belle Epoque ma anche ville prestigiose, più tipici chalet di montagna o ancora edifici moderni. Chamonix riesce infatti ad assemblare perfettamente diversi stili architettonici, ognuno assolutamente originale e ben inserito nel tipico contesto di montagna. Siamo quindi pronti per scoprire cosa vedere a Chamonix.

 


Numero 1 (uno) OneMag

I Musei di Chamonix

Cosa vedere a Chamonix, i musei

I vari centri espositivi che punteggiano la località permettono di scoprire sotto nuovi punti di vista la storia e le tradizioni che caratterizzano l’importante destinazione francese. Abbiamo selezionato i principali centri espositivi della città, pronti per essere scoperti nel minimo dettaglio …

Leggi tutto


Numero 2 (due) OneMag

Cosa vedere a Chamonix, Mer de Glace

Benvenuti in quello che è il più lungo ghiacciaio del territorio francese, accessibile da Chamonix salendo a bordo del famoso trenino rosso a cremagliera. Le Mer de Glace di Chamonix…

 

Leggi tutto


Numero 3 (tre) OneMag

Chiesa di San Michele

Cosa vedere a Chamonix, Chiesa di San Michele

La Chiesa di San Michele è stata una delle primissime costruzioni erette a Chamonix.  Le sue origini risalgono addirittura al 1119 quando venne edificata da parte dei monaci Benedettini. L’attuale chiesa risale invece al 1709

Leggi tutto


Numero 4 (quattro) OneMag

Le piste sciistiche di Chamonix

Vi è la possibilità di sciare sia sul Monte Bianco in itinerari fuori pista, che dall’ Aiguille Du Midi scendono sino in paese attraverso la Mer de Glace…

Leggi tutto

 

 

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Ecco i musei da visitare a Colmar

Gli eventi a Chamonix

Cosa vedere a Chamonix, Natale

Oltre alle tante attrazioni e alle attività sportive da praticare, Chamonix è nota anche per il suo ricco calendario di eventi.

In febbraio i più giovani si potranno divertire con il Carnevale dei bambini, evento che richiama numerosi turisti grazie a diversi spettacoli e alle tante sfilate di carri. In estate è imperdibile invece il festival Cosmo Jazz, un evento musicale in programma dalla metà di luglio e della durata di 5 giorni, tutti interamente dedicati a concerti, iniziativa in programma dal 2010. La prima edizione aveva una durata di un weekend mentre anno dopo anno, grazie all’attenzione data alla manifestazione, si è ampliata fino all’attuale periodo di 5 giorni.

 

Cosa vedere a Chamonix, stazione ferroviaria

Durante il periodo di Natale, Chamonix si anima di vivaci eventi legati ai Mercatini di Natale. Nelle ultime due settimane dell’anno Chamonix diventa sede di un numerose bancarelle dentro cui artisti, mercanti, pasticcieri, cuochi e artigiani vendono le più variegate tipologie di merci, dalle semplici decorazioni sino a prodotti artigianali in legno, offrendo anche numerose prelibatezze gastronomiche tipiche del luogo, spezie, tisane e tanti dolci.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  I cinque borghi alpini più affascinanti d’Europa

Cosa mangiare a Chamonix

La cucina tipica di Chamonix è quella savoiarda con piatti calorici ed energetici, perfetti per affrontare la giornata. Via libera quindi a formaggi, salumi, carne e piatti a base di patate e tutta la cucina tradizionale legata ai gusti e ai sapori di montagna.

Da provare tra le tante preparazioni il farçon, preparato proprio con base di patate grattugiate a cui vengono uniti lardo, uvetta, panna e uova. A base di formaggio l’immancabile fondue savoyarde a base di formaggio fuso e vino bianco servito in un caquillon dal quale ognuno può prendere la sua parte su un pezzo di pane oppure anche delle patate. Da queste parti si può provare anche la Raclette, il cui formaggio fuso viene appoggiato su crostini di pane ma anche patate.

Altri formaggi che meritano essere provati sono il beaufort e la tome des Bauges, entrambi prodotti DOC che in Francia vengono indicati con la sigla AOC. A livello dolciario merita provare la Galette des rois, dolce tradizionale natalizio che viene consumato anche in altri periodi dell’anno.

 

 

 

 

 

 


 

Condividi su: