Guida di Burgas, la città balneare della Bulgaria

Guida di Burgas, la piccola località balneare nella costa del Mar Nero, in Bulgaria. Tra le cose da vedere a Burgas si cita la spiaggia centrale, la più importante e gettonata della città, il Sea Garden, un parco situato sul lungomare, l'Aquae Calidae, le terme della città, le 5 interessantissime chiese, di cui alcune molto antiche e i musei, 6 in tutto: il Museo Archeologico, il Museo Etnografico, il Museo di Storia, Museo Santa Anastasia, il Museo dell'Aviazione e il Burgas Writers House. Scopriamo cosa vedere a Burgas, la città balneare della Bulgaria.

Guida di Burgas, Bulgaria

icona-articolo

La quarta città della Bulgaria è nota soprattutto per il suo clima e le sue spiagge.
Parliamo di Burgas, ridente località situata sul Mar Nero, nella parte sud-orientale del Paese.
Il clima, dicevamo, è una delle attrattive principale con un clima mite e continentale, ma non è certo l’unica. Da città tranquilla, nonostante la sua posizione sul mare, Burgas regala un’atmosfera rilassata, grazie anche al suo contorno di giardini, alberi e sculture.
E’ anche, tra le località affacciate sulla costa, una delle più piccole. Questa caratteristica la rende ideale sia per un viaggio di coppia che per una vacanza in Bulgaria in famiglia.

Se siete interessati a visitare Burgas in estate troverete centinaia di vacanzieri dediti al relax nei magnifici litorali sabbiosi. Nel dettaglio, i visitatori prediligono la spiaggia centrale, riconoscibile grazie alla sua posizione, giusto sotto il Parco Marino.

Nei suoi 100 metri di lingua di sabbia, la spiaggia è anche un ottimo punto di riferimento per partire alla scoperta di cosa vedere a Bargas, tra attrazioni e monumenti.
Anche il Parco Marino, lo Sea Garden, è tra le cose imperdibili di Burgas, grazie alla presenza di un piccolo zoo, di un teatro e di una delle attrazioni perfette per la serata, il casinò.

Cosa vedere a Burgas

Nonostante siamo in una città balneare, anche se a latitudini diverse a quelle a cui siamo abituati, Burgas è una città ricca di attrazioni, di punti di riferimento e di cose da non perdere.
Il clima mite durante l’intero arco dell’anno favorisce il turismo anche in periodi meno intensi rispetto a quelli della stagione estiva, per trascorrere eventualmente qualche giorno di riposo in primavera o in autunno.

Sea Garden

Sea Garden, Burgas

Il Sea Garden non è unicamente un parco in riva al mare, è molto di più.
Da mettere tra le prime cose da vedere a Bargas, il Sea Garden è stato realizzato nel 1910 in quello che in precedenza era unicamente uno spazio vuoto, trasformandolo in uno dei parchi più interessanti di tutta la Bulgaria.
Il Sea Garden è uno dei luoghi più romantici della città, grazie a una terrazza che regala panorami da pelle d’oca sul mare.

Il parco, inoltre, è anche un luogo ricco di verde.
Gli estesi giardini che conteranno il Sea Garden sono il frutto della passione del fondatore, l’architetto Georgi Duhtev, dedito alla coltivazione e collezione di piante esotiche.

Al suo interno il Sea Garden propone anche un casinò che ha il duplice scopo di attrarre sia i giocatori d’azzardo che gli appassionati di cultura, grazie a uno spazio multifunzione in grado di completare una offerta davvero interessante.
E’ anche presente un teatro all’aperto, come tale accessibile durante l’estate, che attira migliaia di visitatori dal vicino lungomare pronti a rilassarsi con la sua programmazione.
Completa un’offerta già ricca anche un ristorante in cui potersi fermare per un pranzo veloce oppure per una cena elegante.

Aquae Calidae

Aquae Calidae Burgas

Uno dei simboli della città e quindi imperdibile tra le cose da vedere a Bargas è il complesso delle Aquae Calidae. La struttura è stata realizzata dai romani durante il loro dominio nel territorio bulgaro.

Numerosi scavi hanno permesso di ritrovare anche le mura dell’antica città di Therme, oltre che i bagni risalenti al I° secolo con una piscina di acqua calda e una di acqua fredda e diverse sale medievali, oggi visitabili mediante una passerella pedonale.

Aperto dopo un completo restauro, il complesso si presenta fedele alla sua originale versione, grazie a cui è possibile vedere il bagno di Solimano il Magnifico.
Nello spazio anteposto all’ingresso del complesso è stato invece realizzato un anfiteatro in grado di ospitare eventi e rappresentazioni.

E’ attualmente invece in lavorazione la realizzazione di un vero e proprio centro termale con tanto di piccolo museo in grado di raccogliere in un unico edificio i vari reperti ritrovati durante gli scavi, tra cui monete d’oro, argentomonili in ceramiche e oggetti di culto.

OneMag-logo
Cosa vedere a Balchik, Bulgaria

I musei di Burgas

Musei di Burgas

Sono numerosi i musei presenti tra le cose da vedere a Burgas.
Ecco una selezione di quelli imperdibili.

Burgas Writers House: non un vero e proprio museo ma più un luogo di incontro per presentazioni di libri, la Burgas Writers House è di recente inaugurazione, il 1° Ottobre 2015, il giorno nazionale dedicato alla poesia. L’edificio che lo ospita è stato interamente restaurato proprio per adibirlo a sede della Burgas Writers House.

Museo dell’Aviazione: nelle vicinanze dell’aeroporto di Burgas, all’interno del Museo dell’Aviazione trovano spazio veivoli appartenenti all’aviazione bulgara dal 1960 al 1996. Molti i reperti in uso dai piloti e dai tecnici di aviazione, il museo comprende anche una storia dell’aviazione e numerose uniformi ufficiali.

Museo Santa Anastasia: situato al secondo piano del monastero di Burgas, il Museo Santa Anastasia racconta la storia dell’isola omonima, un luogo dove oltre al monastero era presente una prigione e dove gli antichi pirati nascondevano parte dei tesori razziati.
Nelle sei sale presenti si potrà scoprire la tesoreria, ovvero le tante monete di varia provenienza recuperate durante gli scavi avvenuti nell’isola. Altrettanto interessante è la sala che replica una cella della qua presente prigione, con una breve storia di alcuni tra i detenuti qua rinchiusi.

Museo Etnografico: posto all’interno di un edificio risalente al 19° secolo a breve distanza dalla Cattedrale, il Museo Etnografico racconta la cultura e la storia dei primi abitanti di Burgas. Nella mostra permanente si avrà modo di vedere i costumi tradizionali utilizzati dai vari gruppi etnografici che qua hanno abitato mentre non di raro si svolgono anche esposizioni temporanee che arricchiscono la proposta.

Museo di storia: situato in un’altro edificio storico, risalente a inizio del secolo scorso, il Museo di storia racconta la storia di Burgas e dintorni ospitando al suo interno reperti e icone bulgare. Qui avremo modo di visitare anche una mostra di belle arti, una collezione di porcellane, bronzo e altri cimeli del periodo del tardo barocco.

Museo di archeologia: una preziosa raccolta di reperti archeologici dell’antica Tracia, dalle colonie greche e dall’Impero Romano è ciò che ci attende nel Museo di Archeologia di Burgas. Diversi anche i cimeli riferiti invece all’area di Burgas.

Le chiese di Burgas

Chiese di Burgas

Tra le cose da vedere a Burgas anche le chiese rappresentano un patrimonio storico e culturale di primo livello. Ecco quelle da non perdere.

Cappella di San Giorgio: il primo edificio religioso probabilmente lo avrete visitato durante la vostra visita al Sea Garden. Inaugurata nel 2013, la Cappella di San Giorgio commemora gli eroi scomparsi durante le guerre balcaniche del 1912 e 1913.

Cattedrale dei Santi Cirillo e Metodio: uno dei simboli della città e anche una delle chiese più belle della città, la Cattedrale è posta in pieno centro città sull’omonima piazza. Costruita tra il 1897 e il 1907 dall’architetto italiano Riccardo Toscani, la cattedrale si caratterizza da un magnifico vetro colorato posto sopra il portone principale d’ingresso.
Al suo interno numerose vetrate completano lo splendido edificio.

Chiesa della Vergine Maria: realizzata tra il 1840 e il 1860, è la chiesa più antica di Burgas, posta anch’essa nel centro città nelle vicinanze della chiesa armena. E’ intitolata alla Santa Madre Vergine Maria, la santa più onorata tra i cristiani ortodossi. Al termine della Seconda Guerra Mondiale la chiesa è stata dichiarata Monumento Culturale della Bulgaria.

Chiesa ortodossa San Ivan Rilski: intitolata al santo protettore dei bulgari, la chiesa ortodossa San Ivan Rilski è tra gli edifici religiosi più interessanti della città, inaugurata nel 1034. Originariamente con parti in legno, nel 1951 è stata restaurata rimuovendo il vecchio campanile con uno in cemento, ora posto a sinistra dell’ingresso. Il campanile ospita al suo interno quattro campane di diverse dimensioni, tra cui una di oltre 100 kg. La chiesa è il principale luogo dove vengono svolti i matrimoni a Burgas.

Monastero della Santa Vergine Maria: nei dintorni di Burgas troviamo il Monastero della Santa Vergine Maria, eretto dove presumibilmente in passato era già presente un precedente monastero, distrutto tra il 17 e il 18° secolo. Collocato una piccola collina, l’edificio regala uno splendido panorama di tutta Burgas.
Il complesso è realizzato da due chiese e numerose piccole cappelle, ognuna dedicata a diversi santi e dove al loro interno vi sono dei piccoli affreschi a loro dedicati.
All’interno del complesso si trovano anche diverse sorgenti d’acqua, ritenute depurative e curative, ragione per cui spesso si trovano dei piccoli pellegrinaggi per riempire bottiglie e taniche.

Quando andare a Burgas

Meteo Burgas

Il clima di Burgas è di tipo continentale e piuttosto caldo. Le giornate di pioggia sono poche e distribuite tutto l’anno.
Le temperature invernali raggiungono raramente lo zero termico mentre nei mesi estivi non sarà difficile trovare temperature medie intorno ai 27°C.
Il periodo migliore per andare a Burgas è quello primaverile ed estivo tra Maggio e Settembre. Da evitare Gennaio e Febbraio, i mesi più freddi in assoluto. Per una vacanza di mare il periodo ideale è Luglio e Agosto.

Condividi su: