Guida alla Basilica del Santo Sangue di Bruges, Belgio

Guida alla Basilica del Santo Sangue di Bruges, il celebre edificio religioso in stile romanico-fiammingo-rinascimentale costruita tra il il 1134 e il 1157 per volere del conte di Alsazia noto per ospitare la reliquia del Santo Sangue, che per tradizione si afferma contenere tracce di sangue di Cristo, risalente tra l'11° e il 12° secolo. Scopri in breve la storia e le attrazioni della Basilica del Santo Sangue e dell'annesso Museo del Santo Sangue di Bruges, in Belgio.2 min


Basilica del Santo Sangue di Bruges

Basilica del Santo Sangue di Bruges

Situata nel cuore del centro storico di Bruges, in Belgio, la Basilica del Santo Sangue, altresi chiamata anche Basilica del Sacro Sangue, è uno dei più importanti edifici religiosi d’Europa, nota per la sua splendida architettura fiammanga. A ospitarla è la piazza del Burg, la più importante della città, nonché sede anche dello Stadthuis, il Palazzo del Municipio.

Decorazioni Basilica del Santo SangueLa costruzione della Basilica del Santo Sangue viene datata al 12° secolo, assumendo però la dignità di basilica minore solamente nel 1923. Sin dai primi secoli del medioevo, la Basilica del Santo Cuore di Bruges è meta di pellegrinaggio, tanto che rappresentava la principale attrazione religiosa di tutto il territorio belga.

A rendere questo edificio religioso cosi speciale non è né la sua incantevole architettura né tantomeno l’arte. Qua, infatti, trova spazio una delle più importanti reliquie religiose di tutto il mondo: la fiala di cristallo di rocca, dove per tradizione si afferma sia presente del tessuto con il sangue di Cristo.

Visitare la Basilica del Santo Sangue

Interno della Basilica del Santo Sangue di Bruges

Esternamente la Basilica del Santo Sangue presenta una facciata riccamente decorata, a tratti anche sfarzosa, tipica dell’architettura fiamminga e rinascimentale. La facciata, nel dettaglio, è postuma alla costruzione dell’edificio, risalente infatti al 16° secolo.

In origine l’edificio religioso, che comprendeva una cappella intitolata a San Basilio, venne adibito per ospitare una reliquia appartenuta all’omonimo teologo e vescovo greco. Il progetto fu voluto e finanziato dal conte dell’Alsazia, venendo completata dopo 23 anni di lavori, tra il 1134 e il 1157

Oggi la Basilica del Santo Sangue dispone, invece, di due cappelle, l’inferiore, in stile romanico, la più antica e – in termini artistici – sobria, e una superiore, che invece si caratterizza per le sfarzose decorazioni gotiche

È presente una scalinata che unisce le due cappelle. Insieme alla scalinata venne, contemporaneamente, costruita la facciata, tanto che le due aree vengono spesso definite un tutt’uno.
Purtroppo l’intero complesso originale fu per buona parte distrutta durante l’occupazione francese, venendo poi ricostruita nel 19° secolo seguendo fedelmente il progetto originale.

Al piano superiore dell’edificio è ospitata la reliquia del Santo Sangue, che dal suo arrivo a Bruges, nell’11° secolo, non è mai stata aperta per violarne l’integrità. Si dà per certo che il contenitore di vetro, dove si conserva la reliquia, venne realizzato a Costantinopoli (oggi Istanbul), in Turchia

Processione del Santo Sangue, BrugesLa Basilica del Santo Sangue è rinomata per essere la destinazione della cosiddetta Processione del Sangue. Questo evento si celebra a cadenza annuale, ininterrottamente, dal 1291, durante il mese di maggio.
Molto interessante è anche il Museo del Santo Sangue, che trova spazio all’interno della Basilica e che rappresenta una delle più importanti attrazioni della città di Bruges. All’interno del Museo del Santo Sangue sono esposti cimeli inerenti al passato dei cattolici nelle Fiandre, con abiti e documenti che ne ricostruiscono la storia.


Like it? Share with your friends!