Veduta aerea dell'Isola di Murter, in Croazia

Guida a Morter, la splendida isola della Croazia


Condividi su:

Cosa vedere a Murter (Morter), la pittoresca isola dal fascino tradizionalista in Dalmazia

Leggi tutti gli articoli della Croazia
Mappa di Murter (l'Isola di Morter) in Croazia
Mappa di Murter (l’Isola di Morter) in Croazia

icona-articoloMorter è una delle più splendide isole del litorale croato, affacciata sul Mare Adriatico e parallela ad Ancona. L’Isola di Morter appartiene alla regione amministrativa di Sebenico, come per l’intero omonimo arcipelago, ed è divisa in due principali comuni, Morter-Incoronate e Stretto.

Sviluppata su una superficie di circa 18 chilometri quadrati, l’isola è divisa dalla terraferma dall’omonimo Canale di Morter, largo, al punto più stretto, circa 25 metri. Grazie alla ridotta dimensione del canale è stato possibile realizzare un ponte che unisse direttamente l’isola di Morter con la terraferma, che ha permesso poi di valorizzare notevolmente anche il turismo.

A seguito di specifici scavi si è potuto stimare che l’Isola di Morter venne popolata già in epoca romana seppur ebbe per secoli un ruolo minore sia nei commerci che nella vita politica. A partire dal XV secolo l’isola, assieme poi all’Istria, venne integrata nella Repubblica di Venezia, grazie a cui poi è sopravvissuta una minoranza di lingua italiana fino al XIX secolo.

Cenni storici

Il villaggio storico di Betina, Isola di Murter, Croatia
Il villaggio storico di Betina, Isola di Murter, Croatia

Murter appartiene alla regione di Sebenico e Tenin, nella Dalmazia centro-meridionale: un magnifico territorio costiero che comprende, tra le tante destinazioni turistiche, le Isole Incoronate, a sud-est dell’Isola Lunga, talvolta chiamata Isola Grossa. Le prime popolazioni che si stanziarono a Murter cominciarono a giungere a seguito dell’innalzamento dell’antico fondale di un oceano preistorico.

Le origini di questa regione si fondono all’alba dei tempi, nell’epoca delle prime grandi civiltà umane. La storia umana del territorio vede infatti nascere per mano di antichissime popolazioni illiriche che si stabilirono sulle frastagliate coste dell’Adriatico, che mantennero il proprio controllo fino alla conquista romana nel corso del III secolo a.C. I romani diedero un fortissimo contributo a questo territorio, compreso quello dell’Isola di Murter, realizzando una consistente opera di urbanizzazione senza precedenti e senza alcun termine di paragone a quelle guidate dalle popolazioni illiriche.

Questa completa trasformazione territoriale fu poi rielaborata dai Bizantini, la prima grande civiltà ad occupare questo territorio dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente. Dopo una lunga serie di popoli e dinastie alla guida della Dalmazia e/o all’Isola di Murter, fu l’epoca della Serenissima a rappresentare il periodo di massimo splendore. Infatti la Repubblica di Venezia dotò la Dalmazia di una vastissima rete di impianti militari di primo livello, comprendendo castelli e fortificazioni lungo l’esteso litorale croato.

In epoca contemporanea, ancor prima della nascita della “prima” Croazia, l’Isola di Murter si affermò come destinazione turistica, nel primo dopoguerra, tra gli anni ’20 e ’30. Nel secondo dopoguerra si ricorda che la Croazia fu integrata dentro la Jugoslavia, ottenendo la propria completa indipendenza nel 1995, aderendo al Consiglio d’Europa il seguente anno e all’Unione Europea nel 2013. Con l’ingresso nell’UE della Croazia, l’Isola di Morter fu direttamente beneficiata dal notevole flusso turistico sempre più in crescita.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Braç: l’affascinante isola più grande della Dalmazia

Cosa vedere a Morter | Guida di viaggio completa

Vista panoramica aerea della città costiera di Tisno, ponte all'isola di Murter, Dalmazia
Vista panoramica aerea della città costiera di Tisno, ponte all’isola di Murter, Dalmazia

Approssimativamente, all’Isola di Morter risiedono circa 5000 abitanti, in lento ma costante aumento, principalmente dediti al turismo. Infatti solo negli ultimi decenni la località è diventata protagonista di uno sviluppo turistico, precedentemente era un’isola esclusivamente agricola, con vigneti e olivi, fatta eccezione per l’industria legata alla costruzione di barche, in attivo dal XVIII secolo nel centro abitato di Betina. Scopriamo insieme quali sono le cose da vedere nell’Isola di Murter, partendo dalla sua principale città.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa vedere a Poreč (Parenzo), Croazia | L’elegante borgo storico dell’Istria

Murter: la principale città dell’isola

Vista aerea del lungomare della città di Murter, dell'omonima Isola di Murter in Dalmazia
Vista aerea del lungomare della città di Murter, dell’omonima Isola di Murter in Dalmazia

L’odierno principale centro abitativo dell’isola è l’omonima cittadina di Murter, comune che dà il nome all’intero territorio, popolata approssimativamente da duemila abitanti. Facile intuire che in questa cittadina la stagione estiva porta un notevole numero oltre che di turisti anche di famiglie croate che si trasferiscono in case di villeggiatura, sia in affitti a breve termine che di proprietà.

Prendendo spunto dai croati, non è male l’idea di affittarsi un appartamento piuttosto che pernottare un stanza d’hotel, tenendo bene a mente i pro e i contro e considerando oltre che il proprio budget anche il proprio tempo a disposizione. Se la vacanza è di lunga durata e volete quindi più comfort e più budget per le attività e per le spese, questa è la scelta più adatta a voi.

La cittadina di Murter si sviluppa in due principali località maggiori, rispettivamente situate lungo la Baia di Hramina, la più turistica ricca di strutture ricettive oltre che di ristoranti e locali, e a ridosso della Collina di Stari Murter, il nucleo più antico non solo del comune ma di tutta l’isola, caratterizzata da un magnifico labirinto di stradine lastricate ed edifici d’origine medievale. Qua meritano essere visitate le due Chiese di San Rocco e di San Michele, entrambe capolavori dell’architettura religiosa erette nel corso del XVIII secolo in tradizionalista stile croato.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Le città balneari più romantiche in Europa

Colentum: il magnifico sito archeologico d’epoca romana

I resti dell'antica città romana di Colentum a Murter
I resti dell’antica città romana di Colentum a Murter

All’estremità della Baia di Hramina si trova quella che con tutta probabilità è una delle attrazioni più importanti dell’Isola di Murter: l’antica città romana di Colentum, ai piedi della Collina di Gradina. Questo antichissimo sito rappresenta il principale centro abitativo dell’epoca romana di quest’isola, una tappa assolutamente imperdibile durante la propria permanenza.

Oggi Colentum è resa suggestiva dal fatto di trovarsi parzialmente sommersa dall’acqua del mare formando così una incredibile località archeologica, in cui potersi immergere nelle rovine di affascinanti abitazioni romane ricche di pavimentazioni a mosaico, incorniciate da un’eccellente paesaggio costellato di ulivi secolari.

Uscendo dal sito archeologico, senza allontanarsi troppo, merita essere visitata la Chiesa di Gradina, nota per rappresentare il più antico sito religioso di Murter, dove tra l’altro è situato il piccolo cimitero dell’isola, le cui lapidi si considerano una delle più antiche testimonianze della lingua croata.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Parco nazionale dei laghi di Plitvice in Croazia

Il Parco Naturale delle Isole Kornati: le “Isole Incoronate”

Estesa panoramica aerea sull'arcipelago del Parco Nazionale delle Isole Kornati (Isole Incoronate), in Dalmazia
Estesa panoramica aerea sull’arcipelago del Parco Nazionale delle Isole Kornati (Isole Incoronate), in Dalmazia

Il magnifico Parco Naturale delle Isole Incoronate, conosciute in Italia come Isole Incoronate, rappresenta un’estesa area protetta in cui è possibile apprezzare alcune delle più iconiche meraviglie naturali del Mare Adriatico. Non certo per caso si tratta di una delle mete escursionistiche più ambite dell’intera Croazia.

Il parco si estende su una superficie di circa 50 chilometri quadrati in cui si contano quasi 90 isole e isolotti completamente incontaminati e del tutto privi di attività umana, dove a mala pena è possibile attraccare le imbarcazioni. Il magnifico ambiente naturale conserva una ricchissima biodiversità, in cui si possono ammirare animali selvatici e peculiari formazioni geologiche, e offre anche l’opportunità di visitare alcuni dei più antichi siti storici di questa porzione della Croazia.

Tra queste spicca soprattutto la fortezza bizantina di Tureta, uno degli edifici più antichi e suggestivi dell’intera regione, le cui origini si collocano al VI secolo d.C. Interessanti sono anche le maestose rovine del Castello di Mana risalente all’epoca della Repubblica di Venezia, spesso utilizzate per la sua bellezza come location cinematografica. L’offerta archeologica viene poi completata dalle eleganti e suggestive Chiese di Piškera e Tarca.

Si deve precisare, inoltre, che per visitare il parco è necessario chiedere un permesso a Murter e pagare una piccola quota rivolta al mantenimento dell’area protetta.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona 10 cose da vedere a Fiume

Jezera e Tisno

Vista panoramica aerea della città costiera di Tisno con in primo piano il ponte che collega l'isola di Murter alla terraferma croata
Vista panoramica aerea della città costiera di Tisno con in primo piano il ponte che collega l’isola di Murter alla terraferma croata

Rivolgendosi alla parte meridionale dell’isola di Murter, si può visitare l’affascinante cittadina di Jezera, importante centro turistico popolare per i suoi grandi e ambiti resort, e Tisno, grazioso villaggio che dal XVIII al XIX secolo fu quasi interamente popolato dai profughi fuggiti dall’Impero Ottomano.

Furono proprio questi profughi a fondare la cittadina di Tisno. Oggi questa cittadina funge come porta d’accesso all’isola: c’è un ponte mobile che collega Tisno alla terraferma e parte del territorio comunale si divide tra l’entroterra croato e l’Isola di Murter. Non certo un caso che il nome italiano di Tisno sia “Stretto”, in riferimento al piccolo canale che separa l’isola alla terraferma

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Korčula, Croazia | Cosa vedere all’isola di Korčula

Cosa fare a Murter | Attività ed escursioni imperdibili

Cosa fare a Morten

L’Isola di Morter, come già preannunciato, è una località ideale sia per la balneazione che per l’escursionismo. Per conoscere il selvaggio entroterra dell’isola merita essere percorso il sentiero sterrato che dalla strada 121 conduce fino alla Baia di Kosirina. Percorrendo questo sentiero, lungo circa un chilometro e mezzo, è possibile avere una splendida panoramica sulla vegetazione e sulla costa. La spiaggia di Kosirina è di piccole dimensioni e rocciosa, ma le sue acque sono trasparenti e del tutto incontaminate.

Conosciuta la macchia mediterranea di Morter meritano essere visitati i 2 comuni, suddivisi a loro volta in 2 agglomerati urbani. Accedendo all’isola, la prima cittadina che si incontra è Stretto, il suo territorio comunale si estende anche nell’entroterra croato, e la vicina Jezera, a cui è collegata la costa meridionale di Morter. Seguendo la principale strada dell’isola, la 121, si raggiunge a nord il comune di Morter-Incoronate e la località di Betina. In particolare Morter-Incoronate governa anche le vicine isole Incoronate, piccole e selvagge, nonché mete prediletta da chi si reca via mare per ricercare il totale relax immerso nella natura.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Dubrovnik, la città penisola croata sull’Adriatico

Le spiagge di Murter

Isola di Murter, sguardo sulla paradisiaca laguna dalle acque turchesi della Spiaggia di Slanica, in Dalmazia
Isola di Murter, sguardo sulla paradisiaca laguna dalle acque turchesi della Spiaggia di Slanica, in Dalmazia

Poco fuori dal centro storico di Murter si possono raggiungere in poco tempo alcune delle più belle spiagge della Dalmazia, che si sviluppano lungo la pittoresca costa settentrionale dell’isola, in cui poter passare una indimenticabile giornata estiva, tra un bagno rilassante e una pausa a prendere il sole.

Oltre al consueto svago balneare, le spiagge di Murter offrono una grandissima offerta di possibili attività da poter vivere, in prevalenza sport acquatici. Murter infatti offre, durante la stagione estiva, numerosissime possibilità per vivere una splendida avventura tra le acque dell’Adriatico: surf, windsurf e kitesurf sono gli sport più praticati. Tuttavia è anche possibile, attraverso alcuni centri della città – in cui si può anche seguire un corso dedicato – ci si può dedicare alle immersioni per scoprire le meraviglie sommerse del mare attorno all’isola.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Le 10 spiagge più belle della Croazia

Informazioni utili: organizzare al meglio il proprio viaggio

Vestaglie colorate appese sulle funi nella cittadina di Tisno all'isola di Murter, come simbolo della festa nazionale croata
Vestaglie colorate appese sulle funi nella cittadina di Tisno all’isola di Murter, come simbolo della festa nazionale croata

Di seguito, infine, vi indichiamo alcune informazioni, parallele a qualche nostro consiglio, su come poter organizzare al meglio il proprio viaggio all’Isola di Murter. Chiariamo, però, che i consigli indicati di seguito vanno presi per tali. Il viaggiatore più esperto sa bene che può organizzare il proprio viaggio come più preferisce, senza necessariamente seguire i flussi del turismo di massa.

Per esempio, il periodo che idealmente è più indicato per visitare Murter corrisponde alla stagione estiva, quando il bel caldo mitigato dal mare dell’Adriatico regala la vestigia migliore per visitare l’isola. Tuttavia, non escludete l’ipotesi di visitare Murter nelle mezze stagioni o, perché no, in inverno, quando i costi per soggiornare sono drasticamente inferiori e quando lo scarso flusso turistico permette di godersi in completa serenità le bellezze e le attrazioni di questa destinazione. Ecco quindi i nostri consigli di viaggio e le informazioni utili per organizzare al meglio la propria vacanza a Murter, in Croazia.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Spalato, cosa visitare nella seconda città della Croazia

Come raggiungere l’Isola di Murter

Città di Jezera nella luce della sera, Isola di Murter in Croazia
Città di Jezera nella luce della sera, Isola di Murter in Croazia

Per raggiungere Morter, prendendo come punto di partenza Trieste, è necessario seguire la E61 in Slovenia, finché al confine in Croazia non si cambia percorrendo l’A7. Si segue la strada fino ad altezza Fiume da cui si cambia con l’E65 che percorre l’entroterra croato. ragiona la località di Hrsina si imbocca l’E71 che si deve seguire fino al Mare di Carino, quando invece si cambia con l’E65 fino all’uscita di Pirovac, da cui si raggiunge direttamente l’isola. Da Trieste è bene preventivare 6 ore abbondanti di tempo senza sosta.

OneMag-logo
Link-uscita icona Hvar, l’isola croata tra le più belle al mondo

Quando visitare l’isola

Quando visitare l'Isola di Morten

Il periodo considerato migliore per visitare l’Isola di Morter è durante l’estate, circa da maggio a settembre, quando le temperature diventano adatte per la balneazione. Tuttavia l’isola può riservare interessanti sorprese ai propri visitatori, in quanto – a differenza di molte altre isole simili -, qua sono disposte numerose piste ciclabili e sentieri escursionistici.

Il connubio dato tra i piccoli e pittoreschi centri abitati, dai litorali rocciosi e dall’entroterra incontaminato, rende questa piccola isola una meta molto interessante in termini turistici. Escludendo la balneazione, la primavera è altrettanto una stagione interessante per il turismo a Morter. Alla fine d’Aprile si tiene la competizione de la Regata delle isole Incoronate, una gara di vela che si dirama tra le isole dell’arcipelago di Sebenico.

Avete già visitato Murter e volete parlarci della vostra esperienza? Non esitate a contattarci inviandoci un’email o scrivendoci nella nostra pagina Facebook: condivideremo le vostre immagini e inseriremo i vostri contenuti!

Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2021


 

Condividi su: