Gran Prismatic Spring, il lago naturale più colorato del mondo

Grand Prismatic Spring a Yellowstone, il lago naturale più colorato del mondo


Condividi su:

Grand Prismatic Spring nel Parco Nazionale di Yellowstone

Tutti gli articoli degli Stati Uniti
Grand Prismatic Spring mappa
© Apple Maps

icona-articoloCi troviamo nel Parco Nazionale di Yellowstone, nel Wyoming, dove troviamo un fenomeno naturale che non potrà lasciare indifferenti. Parliamo della Grand Prismatic Spring, una caldissima sorgente più grande degli Stati Uniti e la più colorata del mondo. Questa alta temperatura deriva da un lungo fiume di lava che, passando al di sotto della sorgente, riscalda questa piscina naturale.

La sua scoperta risale al 1839 quando venne avvistata da un gruppo di cacciatori che videro questo lago bollente. Il suo nome gli è stato attribuito solo alcuni decenni dopo, nel 1871, durante una spedizione ufficiale che aveva lo scopo, tra l’altro, di individuare quelle aree non ancora censite. Profondo una cinquantina di metri, siamo nella più grande sorgente termale degli Stati Uniti e la terza più grande al mondo. Il suo nome deriva proprio dalla sequenza dei suoi colori, quelli dell’arcobaleno.

 

OneMag - Logo Micro
Link-uscita icona  Grand Teton National Park, le ‘tette’ scoperte dai Francesi

I colori del Grand Prismatic Spring

Gran Prismatic Spring, veduta
Il continuo passaggio di lava a cui è dovuta questa affascinante colorazione deriva dai batteri dell’acqua. Sono organismi viventi termofili che proliferano in maniera del tutto naturale lungo i bordi delle sue acque. La variazione dei colori stessi, tra l’altro, dipende proprio dalla quantità di carotenoidi e clorofilla presenti al suo interno. Sarà poi la temperatura, sia esterna che interna, a variare il colore e la sua intensità. La temperatura dell’acqua nel laghetto naturale è decisamente alta, siamo infatti intorno ai 70°. Durante l’anno, infatti, le varietà di colore si modificano passando da un rosso durante l’estate arrivando ad un verde scuro durante l’inverno.

Ideale è vedere il laghetto dall’alto approfittando di uno dei tour che vengono organizzati in elicottero e che permettono di vedere l’intero parco di Yellowstone. Tuttavia è altrettanto possibile ammirarlo mediante una apposita passerella che permette di raggiungere il bordo. Da qui è possibile osservare anche l’evaporazione dell’acqua e le sue tante sfumature di colore. Per visitarlo considerate un paio d’ore.

Il Grand Prismatic Spring non è l’unico laghetto della zona con queste caratteristiche. Ce ne sono infatti altri tre, tutti più piccoli rispetto a quello appena visto. Anche questi visitabili, possono essere ammirati grazie a una passerella che li unisce e che parte proprio dall’area di parcheggio del Grand Prismatic.

Ultimo aggiornamento 26 ottobre 2021


 

 

Condividi su: