Condividi su:

I parchi nazionali da non perdere in
Sud America

Il vasto territorio sudamericano attrae ogni anno milioni di visitatori. E’ la sua energia, quello di un territorio unico e incredibile unito a uno stile di vita invidiabile, il vero e proprio catalizzatore del turismo.
Come dimenticarsi però dei tanti siti archeologici e delle incredibili spiagge?

In questo articolo vi parleremo del Sud America in una visuale differente, ovvero attraverso un piccolo viaggio nei suoi spettacolari parchi nazionali.
I Parchi nazionali del Sud America sono infatti un sogno da vivere a occhi aperti, uno dopo l’altro. Eccone alcuni.

Parchi nazionali del Sud America

Sajama National Park, Bolivia

Iniziamo a scoprire i Parchi nazionali del Sud America iniziando nel dipartimento sud-occidentale di Oruro.
Qui ha sede il Sajama National Park che confina con la provincia di La Paz a nord e con il Parco nazionale di Lauca in Cile a ovest.

Il parco si trova all’interno della Cordillera Occidental, la vetta più alta della Bolivia, il Navajo Sajama.
Grazie a un panorama tipico andino con uno sfondo di vulcani innevati e diverse montagne, il parco nazionale della Bolivia è perfetto per tutti coloro che amano fotografare paesaggi incredibili.

Qui però si viene anche per ammirare la tanta fauna selvatica tra cui lama, alpaca, puma, condor, struzzi, fenicotteri rosa e tanti altri animali d’alta quota. La caratteristica per cui il Sajama è noto è la sua incredibile foresta, una delle più alte al mondo con arbusti di oltre 3 metri che hanno saputo adeguarsi alle alture ripide e al clima rigido delle Ande.
La foresta di Queñoa è in questo modo protetta, rientrando nei confini del Parco nazionale.

Fondata come riserva naturale nel 1939, il Sajama National Park è inserito come Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Viaggio in Bolivia per scoprire i luoghi autentici e le antiche città coloniali

Parco Nazionale Jericoacoara, Brasile

i parchi del Sud America, Parco Nazionale Jericoacoara
Parco Nazionale Jericoacoara

Uno dei Parchi nazionali più recenti è quello di Jericoacoara, un posto unico in tutto il mondo. Con una estensione di 6.295 ettari, il Jericoacoara è stato inaugurato nel 2002 all’interno dei municipi di Gijoca, di Jericoacoara e Cruz, nello stato di Ceará.

In un patrimonio ricco di dune, il Parco nazionale brasiliano offre paesaggi completamente diversi tra loro composti da colline, dune, laghi, spiagge e tanto altro ancora. Qua le tante lagune create dall’acqua piovana regalano meravigliosi e unici momenti per coloro che apprezzano il windsurf.

Il panorama merita essere esplorato sopratutto a cavallo ma potrebbe essere assolutamente ideale anche da scoprirlo in canoa circumnavigando il fiume.
Una volta raggiunto visitate anche il villaggio di Jericoacoara, una destinazione che vi permetterà di rilassarvi sia prima che dopo la vostra escursione. Siamo infatti in un piccolo villaggio sull’Atlantico dove le spiagge sono in un contesto di ricca vegetazione e caratterizzato dalla incredibile ospitalità degli abitanti.

OneMag-logo
Link-uscita icona Il parco nazionale vietnamita di Nha Ke Bang

Tayrona National Park, Colombia

Parchi nazionali del Sud America, Tayrona National Park
Tayrona National Park

Siamo piuttosto vicini alla costa caraibica della Colombia dove troviamo una delle mete in assoluto più popolari del Paese. Il Parco Tayrona propone una costa incontaminata, motivo per cui le sue spiagge sono tra le più ambite della Colombia. Non solo: qua è l’ambiente ideale per ammirare flora e fauna tra le più selvagge di tutti i parchi del Sud America.

Nei suoi quasi 15.000 ettari praticamente incontaminati, troviamo diverse decine di animali in via di estinzione, perfettamente a loro agio nell’habitat della Sierra Nevada alle loro spalle. Qui in molti decidono di trascorrere una notte in tenda (l’ingresso al parco è a pagamento) per partire il giorno dopo alle prime luci del sole per raggiungere la località di Cabo San Juan e le sue magnifiche spiagge e le tante specialità di pesce da assaggiare nei ristoranti locali.

Il Parco nazionale Tayrona è ideale per le persone che amano lunghe camminate ed escursioni di ogni genere. Gli amanti della natura potranno avvistare animali selvatici mai visti prima, come le scimmie urlatrici rosse oppure le scimmie cappuccini, tra le tante possibilità offerte dalla fauna locale. Gli amanti dei pesci non disdegneranno una nuotata per ammirare la barriera corallina, davvero tra le più vivaci dal punto di vista dei colori e della varietà.

Nei suoi dintorni troviamo la città di Santa Marta, luogo da cui partono bus per raggiungere facilmente il parco Tayrona. Per raggiungere il Parco nazionale si potrà scegliere anche di partire direttamente da Tatanga, circa 4 km da Santa Marta.

OneMag-logo
Link-uscita icona 10 parchi nazionali da non perdere nel Nepal

Parco nazionale marino Fernando de Noronha, Brasile

Parchi del Sud America, Parco nazionale marino Fernando de Noronha, Brasile
Parco nazionale marino Fernando de Noronha, Brasile

Siamo a circa 200 miglia al largo della costa del Brasile dove troviamo il Parco nazionale Marino Fernando de Noronha. Dichiarata dall’Unesco Patrimonio Mondiale Naturale nel 2001, qua troviamo cime vulcaniche e una serie d’isole ricche di fauna selvatica.
Tra i Parchi nazionali del Sud America, il Fernando de Noronha è quello con una varietà davvero immensa, tra delfini, tartarughe marine, uccelli marini e pesci tropicali dai colori inebrianti.
E’ anche sede di numerose spiagge, alcune definite tra le migliori del Brasile e probabilmente del mondo.

All’interno del parco troverete cinque sentieri segnalati che si possono esplorare con un una guida che vi mostrerà ogni angolo segreto.
Prestate attenzione alle regole, qui sono ammessi un numero limitato di visitatori, pertanto prima di affrontare il viaggio è meglio informarsi sulla possibilità d’ingresso.

OneMag-logo
Link-uscita icona Viaggio nel Parco Nazionale di Gede Pangrando

Parco Nazionale Los Roques, Venezuela

Parchi del Sud America, Parco Nazionale Los Roques, Venezuela
Parco Nazionale Los Roques, Venezuela

Creato nel 1972, il Parco Nazionale Los Roques è un territorio ricco di spiagge di meravigliosa sabbia bianca con acque dalla temperatura caldissima.
E’ la più grande area naturale del Venezuela e anche la più bella, con oltre 300 isole e banchi.

Posta a poco più di 120 km da Caracas, Los Roques offre una delle barriere coralline tra le più eccezionali del mondo. E’ indubbiamente un parco del Sud America da non perdere se si vuole entrare in un mondo di assoluto distacco dalle aree urbane.
Qui si viene per ammirare flora e fauna ma anche per il kite surf, le immersioni e la pesca sportiva

OneMag-logo
Link-uscita icona Los Roques, il Parco Nazionale

Parco Nazionale Rapa Nui, Cile

Parchi del Sud America, Parco Nazionale Rapa Nui, Cile
Parco Nazionale Rapa Nui, Cile

Patrimonio dell’UNESCO, il Parco Nazionale Rapa Nui, ovvero l’Isola di Pasqua, è tra i parchi del Sud America più difficili da raggiungere. E’ anche uno dei luoghi più isolati del mondo e, proprio per questo, tra i più ambiti da visitare.
Ci troviamo infatti nella più remota isola abitata, il luogo dove da sempre si nascondono antiche leggende e politicamente appartenente al Cile, da cui dista però circa 3.600 km.

Le sue dimensioni non sono enormi, una superficie di circa 71 km quadrati sorto con lo scopo di proteggere e valorizzare i Moai, le statue costruite tra l’XI e il XVI secolo proprio dagli abitanti polinesiani che qua vivevano.

Per raggiungerlo preparatevi a un viaggio di circa cinque ore dalla costa del Cile.
Questa isola era in passato un vecchio insediamento polinesiano, ragione per cui troviamo una serie di sculture sparse per tutta l’area del parco.
Ma oltre alle sculture, non mancate di osservare gli incredibili vulcani o di rilassarvi in una delle innumerevoli spiagge, una più bella dell’altra.

OneMag-logo
Link-uscita icona Rapa Nui, la grande isola di Pasqua

Parco archeologico di Choquequirao, Perù

Parchi del Sud America, Parco archeologico di Choquequirao, Perù
Parco archeologico di Choquequirao, Perù

Posto a 3.050 metri, proprio in vetta a una montagna tra Cusco e Apurímac, il Parco Archeologico di Choquequirao è perfetto per praticare trekking, vista la sua connotazione archeologica.
Choquequirao, ovvero la ‘culla d’oro‘, è ideale unicamente per i più allenati, visto che per raggiungerlo occorrono ben 3 giorni di cammino.

Iniziando da Cachora, 161 km da Cusco, si camminerà per 18 km per raggiungere la Capuliyoc Mountain, la prima tappa per trascorrere la notte. Al risveglio si percorrerà il fiume Apurimac e si procederà con un percorso di alta difficoltà in salita per arrivare al campeggio più vicino al Parco archeologico. Il terzo giorno, quello conclusivo, si percorreranno i due km che vi separano dalle rovine.

La sua costruzione potrebbe risalire tra il XV e il XVI secolo e in passato è stato sede di funzioni pubbliche e cerimoniali e probabilmente anche punto di controllo per accedere all’area di Vilcabamba.

OneMag-logo
Link-uscita icona I parchi nazionali del Canada, tesoro inestimabile della natura

Parco Nazionale Los Glaciares, Argentina

Parchi del Sud America, Parco Nazionale Los Glaciares
Parco Nazionale Los Glaciares

Il Parco nazionale Los Glaciares in Argentina è noto per i suoi ghiacciai e, in molti, lo definiscono l’ottava meraviglia del mondo.

Vicino al confine cileno in Patagonia, qui troviamo il Perito Moreno, il terzo lago d’acqua dolce più grande del mondo.  E’ il secondo parco più grande di tutta l’Argentina e il suo nome deriva dalla calotta glaciale presente nella Cordigliera Andina, dove troviamo una incredibile presenza di ghiacciai.

Ci sono due città principali da prendere in considerazione per il viaggio.
La prima è El Calafate, considerata la porta d’accesso al parco, e l’altra El Chalten, che si trova alla base delle vette granitiche del Monte Fitz Roy.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Scopriamo il Parco nazionale Los Glaciares, l’angolo ghiacciato dell’Argentina

Ultimo aggiornamento: 22 settembre 2020


 

Condividi su: