Giordania, luoghi imperdibili

Giordania, luoghi imperdibili. Tra le cose da vedere in Giordania citiamo Petra, simbolo del paese nonché tra i più importanti siti archeologici del mondo scoperta nel 1812 dall'esploratore svizzero Jean Louis Burckhardt, le rovine romane, tra cui la Cittadella e il ben conservato Teatro Romano della capitale Amman, il Wadi Rum, o Valle della Luna, una valle creata nel corso dei millenni, il Mar Morto, noto per l'elevata quantità di sale nelle sue acque, e l'Autostrada dei re, che collega i principali luoghi d'interesse del paese. Ecco cosa vedere in Giordania, un territorio affascinante da esplorare e conoscere la cultura del Paese.3 min


Giordania

Guida della Giordania, il territorio affascinante da esplorare

icona-articoloPer capire il motivo per cui il celebre archeologo Lawrence d’Arabia è stato cosi affascinato dalla Giordania bisognerebbe unicamente esplorarla nei suoi dettagli, visto che si tratta di un’eccellente paese storico.

Qua già da tempi antichi la popolazione accoglieva calorosamente le carovane ricche di prodotti pronti ad essere scambiati, anche se però la Giordania ha subito, nei secoli, numerose invasioni tutt’altro che piacevoli come le carovane.

Giordania, AmmanLegionari romani ed eserciti musulmani attraversarono e conquistarono questo territorio, distruggendo e piegando la popolazione di allora, ma lasciandoci in eredità innumerevoli attrazioni e monumenti.
Questi monumenti, tra cui anfiteatri romani, castelli crociati e mosaici cristiani, hanno affascinato i viaggiatori successivi, calorosamente accolti nel paese, alla ricerca dell’antichità e delle origini della fede.

Cosa vedere in Giordania

Petra

Petra, Giordania

Impossibile non iniziare con il simbolo per eccellenza della Giordania, la città di Petra, scoperta nel 1812 dall’esploratore svizzero Jean Louis Burckhardt rappresenta uno dei siti antichi più importanti di tutto il mondo, qua puoi trovare l’intera lista.

L’antica città nabatea di Petra, sin dalla sua scoperta, è riuscita ad attirare milioni di turisti provenienti da tutto il mondo. Parliamo di quella che è senza dubbio l’attrazione più preziosa della Giordania. Quando il sole tramonta sul paesaggio roccioso caratterizzato da tombe, facciate scolpite, pilastri e scogliere di arenaria, il suo fascino e il suo magnifico aspetto viene ulteriormente accentuato.

Bisogna però mettere in conto che per esplorare e visitare totalmente il sito archeologico di Petra servono diversi giorni. Però, se si hanno le possibilità fisiche ed economiche, si potrà alloggiare in una delle tende allestite dalle varie agenzie di viaggio.

Quest’ultima esperienza è probabilmente la più caratteristica e magica di tutta la Giordania e, quasi sicuramente, anche di tutta l’Asia.

OneMag-logo
Guida di Amman, la capitale della Giordania

Le rovine romane

Teatro Romano della capitale Amman, Giordania

Nonostante la Giordania sia un paese abbastanza piccolo, riesce a stupire i visitatori per la sua grande quantità di monumenti, rovine ed interi siti antichi di epoca romana. La più grande concentrazione di questi fuori dall’Italia.

Oltre alla Cittadella e al ben conservato Teatro Romano della capitale Amman, nel nord del paese, le rovine nere di basalto di Umm Qais e gli ampi anfiteatri di Jerash sono solo alcuni dei siti d’interesse più importanti della Giordania settentrionale.

Per immergersi completamente nell’atmosfera storica che avvolge tutto il paese, si potrà visitare l’ippodromo romano di Jerash durante una tipica corsa con i carri. L’intera esperienza riuscirà a trasportarci indietro negli anni.

OneMag-logo
Petra, la città nascosta scolpita nella roccia

Wadi Rum

Valle della Luna, Giordania

Il Wadi Rum, famoso anche come Valle della Luna, è una valle creata nel corso dei millenni dallo scorrere di un imponente fiume nel suolo. Oltre ad essere la valle più grande del paese è una delle mete migliori per l’escursioni.

Non erano solo i meravigliosi panorami del Wadi Rum, con le sue rocce brunite di arenaria e le dune dai colori vivaci, ad aver stupito Lawrence d’Arabia mentre camminava a ritmo di cammello attraverso la terra dei beduini.

È stato soprattutto stupito dal coraggio delle persone che sopportarono le difficoltà della vita nel deserto. Oggi è possibile dare uno sguardo a questo peculiare stile di vita tradizionale alloggiando in uno dei campi beduini sparsi in questa deserta regione.

OneMag-logo
Giordania, la guida dei piatti tipici

L’esperienza del Mar Morto

Giordania, Mar Morto

Galleggiare nel Mar Morto è una delle imperdibili esperienze naturali del paese, dove piccole piscine naturali si incastrano in un meraviglioso paesaggio montuoso, che rappresenta l’intero contorno paesaggistico.

Galleggiare è proprio il termine corretto per descrivere le acque del Mar Morto. Grazie ad un alto contenuto di sale è praticamente impossibile nuotare nelle acque viscose a 415 metri sotto il livello del mare.

L’esperienza è solitamente accompagnata da un bagno di fango, un infuso al sole e un lussuoso trattamento termale curativo. Questi possono essere fatti in una delle moderne spa posizionate lungo l’intero litorale del Mar Morto.

L’autostrada dei re

Giordania, Autostrada del Re

L’Autostrada dei re, traduzione letterale della King’s Highway, non è esattamente la strada che percorrevano i grandi sovrani del territorio, bensì è l’arteria principale che trasporta i viaggiatori verso i vari siti d’interesse

Ad esempio si potrà visitare la precedentemente nominata Petra, e tutti i vari siti antichi della popolazione nabatea, raggiungendo l’estremità dell’autostrada.
Oltre a questo gioiello, si potranno visitare anche i gioielli romani e crociati, come ad esempio il patrimonio UNESCO dell’ex avamposto militare di Umm al-Rasas ed il castello di Karak.

Parliamo quindi del vero e proprio cuore turistico del paese, che riuscirà a trasportarvi ovunque il vostro cuore lo desideri.


Like it? Share with your friends!