Condividi su:

Garden Route (Strada dei Giardini), Sudafrica

Leggi tutti gli articoli della Sudafrica
Itinerario della Garden Route in Sudafrica
Itinerario della Garden Route in Sudafrica

Icona articolo onemagGarden Route, Strada dei Giardini, è il tratto di strada più iconico del Sudafrica. Già il solo nome suggerisce l’idea di immergersi in un paesaggio pittoresco dalla vegetazione lussureggiante, con alcuni tratti di strada che costeggiano direttamente l’oceano, offrendo un panorama davvero mozzafiato. La Garden Route si estende da Città del Capo, Cape Town, sino alla cittadina accogliente di Port Elizabeth. Lungo il percorso si incontrano ampie spiagge, scenografiche scogliere e graziose cittadine coloniali davvero piacevoli da visitare.

La Strada dei Giardini è con tutta probabilità la ⇒ Route 66 sudafricana, un percorso leggendario, un vero must da scoprire con un viaggio on-the-road completamente personalizzabile. Infatti, il percorso sulla Garden Route può essere interamente modulato in base ai propri interessi, suddividendo l’itinerario in tappe da due a sei giornate di viaggio.

Un viaggio perfetto per tutte le circostanze, che sia per la luna di miele o per un’esperienza indimenticabile con la propria famiglia. La Garden Route custodisce innumerevoli attrazioni di vario genere, in grado di intrattenere il visitatore anche per settimane, il tutto autonomamente, senza aver necessariamente bisogno di tour guidati.

La Strada dei Giardini coincide con la superstrada N2, Città del Capo – Port Elizabeth. Tuttavia, con Garden Route ci si riferisce al tratto centrale dell’N2, non quello intero, sebbene non esista una definizione univoca. Riprendendo l’esempio di prima, la Route 66 statunitense fu un’entità concreta, un percorso asfaltato che l’amministrazione dei trasporti etichettò con quel suo nome divenuto presto noto in tutto il mondo. Viceversa, la Garden Route non è un’entità concreta, bensì figurativa e astratta ma che combacia in parte con la superstrada N2.

Tuttavia, sebbene molti vogliano dare un senso soggettivo alla Garden Route, in termini turistici le città di Mossel Bay, George, Wilderness, Knysna e Plettenberg Bay appartengono a questo itinerario. Per alcune realtà la Garden Route comincia, all’estremità ovest, a Città del Capo, per altre invece a Hermanus (117 chilometri a sudest), mentre è piuttosto universale etichettare Port Elizabeth come capolinea, sebbene alcuni tour prevedano tappe ancor più a est rispetto questa città.

OneMag-logo
Link-uscita icona Boulders Beach, Simon’s Town | La spiaggia dei Pinguini a Città del Capo, Sudafrica

Il miglior periodo dell’anno per percorrere la Garden Route

Ponte di Bloukrans, Garden Route - Sudafrica
Il Ponte di Bloukrans visto da nord. il ponte bungy più alto del mondo, 216 metri di altezza sopra il fiume. Provincia del Capo Occidentale, regione di Tsitsikamma della Garden Route.

Il Sudafrica è interamente situato nell’emisfero australe, dove le stagioni sono opposte rispetto alle nostre. Di conseguenza, il periodo da prediligere per percorrere la Garden Route è quello compreso tra ottobre e aprile. Le temperature medie nella stagione indicata vanno dai 24°C ai 30°C, con giornate lunghe e prevalentemente soleggiate. Le precipitazioni sono abbastanza scarse, ma non affatto rare. Mediamente, le piogge tendono a protrarsi per l’intero arco della giornata piuttosto che manifestarsi sotto forma di tempesta estiva. Fortunatamente, la Strada dei Fiori ha molto da offrire lungo l’intero percorso anche in caso di giornate piovose.

Nelle ore di punta, se ci si trova in aree limitrofe a grandi centri abitativi è possibile incontrare traffico e code, ma generalmente non bloccano mai il viaggio per più di 30 minuti. Lungo la Garden Route ci si imbatte in un clima molto simile a quello mediterraneo, così per via della sua particolare posizione a cavallo tra l’Oceano Indiano e i monti Outeniqua e Tsitsikamma, particolarmente ricchi di vegetazione, un misto tra la foresta temperata e il fynbos. Quest’area è infatti una delle migliori del Sudafrica per le attività escursionistiche e sportive.

Budget per la Garden Route

Il budget da preventivare per visitare e percorrere la Garden Route varia notevolmente in base alle proprie esigenze e su quanto si vuol svuotare il portafogli.
Le spese maggiori sono ovviamente quelle per raggiungere il Sudafrica. Una volta giunti nel paese i costi maggiori che bisogna preventivare sono quelli del noleggio auto e del soggiorno.

Il noleggio auto varia molto a seconda del periodo scelto, a dicembre il costo sarà di due-tre volte superiore a quello che invece si trova a luglio. La maggior parte delle società di autonoleggio addebitano un premio assicurativo che riduce il costo della franchigia in caso di problemi. È bene quindi stabilire un budget per il premio assicurativo, così da essere coperti per ogni evenienza. Generalmente, per un auto famigliare in alta stagione è bene preventivare 200300€ per settimana, anche se tal costo può variare molto sia in difetto che in eccesso.

Quanto concerne il soggiorno, l’intero tratto di Garden Route si compone per hotel e resort adatti a tutte le tasche ed esigenze. Una camera d’albergo senza troppe pretese ma comunque confortevole può essere prenotata per 5060€. Scegliendo invece un campeggio o un ostello la cifra può ridursi anche a meno di 10€ per notte, così come optando per una soluzione più lussuosa i prezzi partono da 150€ a crescere.

OneMag-logo
Link-uscita icona Le 4 attività alternative da fare a Città del Capo

Itinerario della Garden Route

Oceano e paesaggi naturali di montagna lungo l'autostrada Garden Route vicino a Città del Capo, Sud Africa
Oceano e paesaggi naturali di montagna lungo la Garden Route nei pressi di Città del Capo

Ovviamente si può iniziare il percorso da entrambe le direzioni, anche se universalmente il viaggio ufficiale parte dall’estremità ovest.
Secondo gli ordinari canoni turistici, la Garden Route parte da Mossel Bay, 387 chilometri fuori Città del Capo, finendo a Storms River, 166 chilometri da Port Elizabeth. La distanza tra Mossel Bay e Storms River è in realtà di soli 200300 chilometri, a seconda del percorso, richiedendo quindi appena 23 ore di viaggio.

Il viaggio on-the-road dev’essere modulato in base al proprio tempo a disposizione e al proprio interesse. Si può creare un’itinerario di sette giorni come di tre, anche due giorni. Tuttavia, per scoprire tutte le principali attrazioni e magari percorrere un tratto più lungo l’opzione di una settimana, se non addirittura due (sostando qualche giorno a Cape Town), è quella più consigliata a chi organizza l’itinerario con largo anticipo.


 

Condividi su: