Gambia, vacanza nella piccola nazione dell’Africa occidentale

Gambia, vacanza nella piccola nazione dell'Africa occidentale confinante con Senegal e Oceano Atlantico per scoprire le bellezze uniche del Gambia. Anche se generalmente viene escluso dalle principali rotte turistiche, il Gambia può essere una meta interessante sopratutto grazie ai suoi 80 km di coste che garantiscono una vacanza in assoluto relax. Le sue spiagge sono caratterizzate da dune di sabbia con meravigliose palme ondeggianti. Il clima del Gambia è di tipico tropicale ed il periodo ideale è tra ottobre e giugno. Ecco come organizzare una vacanza nel Gambia, Africa occidentale.

Gambia, come organizzare una vacanza

icona-articolo

Posta quasi interamente all’interno del Senegal, unico paese con cui confina oltre che con le acque dell’Oceano Atlantico settentrionale, il Gambia è una piccola nazione caratterizzata dalla presenza dell’omonimo fiume.
E’ una nazione piuttosto arretrata commercialmente ed economicamente, la cui principale fonte di reddito arriva dalla produzione delle arachidi, una monocultura che non è in grado di far emergere il paese da una situazione di relativa povertà.

Ma a livello di luoghi da vedere e visitare, il Gambia è una nazione interamente da scoprire. Sono tante le esperienze che possono essere praticate per una vacanza che unisce il relax delle spiagge alla storia e alla cultura.

Cosa vedere nel GambiaCosa fare in una vacanza nel Gambia

Quasi sempre escluso dalle principali rotte turistiche, il Gambia ha un patrimonio di oltre 80 km di costa con magnifiche spiagge dorate che permettono una vacanza di assoluto relax.

Tipicamente sabbiose, le spiagge del Gambia sono caratterizzate da dune di sabbia, un vero e proprio paradiso con mare e caldo ombreggiato da meravigiose palme ondeggianti.
Grazie ad una temperatura relativamente mite, il Gambia dal punto di vista di una vacanza di mare è indubbiamente una delle mete da tenere in considerazione.

Cosa fare in una vacanza nel Gambia

Ma il Gambia è perfetto se si intende ad entrare a stretto contatto con la natura. Immancabile tra le cose da vedere nel Gambia la Riserva Naturale di Abuko, il primo parco naturale del paese realizzata nei primi anni ’60.
Nei suoi 260 acri di terreno è una della principali attrazioni di interesse turistico.
Qui si avrà modo di entrare in contatto con numerosi animali, coccodrilli e anche uccelli, oltre 400 specie classificati tra istrici e antilopi.

Altra attrazione naturale da non perdere è la Bijilo Forest Park, nota anche con il nome di Monkey Park grazie alla presenza di numerosi primati e, anche qua, di numerose specie di uccelli. E’ un parco dove viene sopratutto praticato il birdwatching ma i visitatori potranno esplorare, accompagnati da guide, una foresta rigogliosa che accompagna in direzione dell’Oceano Atlantico.

Cosa fare in una vacanza nel Gambia

Tra le tante esperienze che possono caratterizzare una vacanza nel Gambia troviamo proprio l’omonimo fiume come protagonista. Lungo oltre 1.000 km, il Gambia ha come foce proprio l’Oceano ed è uno dei principali fiumi dell’Africa sia per lunghezza che per navigazione.

Il fiume Gambia, infatti, divide quasi idealmente in due parti il territorio e la sua caratteristica di navigabilità lo rende popolare fra i visitatori che approfittano per salire a bordo di una delle tanti navi traghetto che lo percorrono. E’ l’escursione più ricercata per conoscere il territorio.
Durante la navigazione, i cui percorsi possono durare anche diverse ore, il visitatore avrà modo di conoscere l’affascinante fauna e scoprire le antiche stazioni dove venivano venduti gli schiavi per concludere con i tanti panorami offerti dal paese.

Cosa fare in una vacanza nel Gambia

Interessante anche visitare l’isola coloniale di Janjanbureh, un vecchio centro amministrativo coloniale e in passato città dove principalmente si rifugiavano gli schiavi liberati. E’ una piccola isola che consente di ammirare i tanti reperti storici ed è, grazie sopratutto alla sua posizione, il luogo preferito per gli amanti del birdwatching e per i cacciatori.

La Makasutu Culture Forest è invece una riserva privata con una rigogliosa vegetazione posta a Kombo, nella regione della costa occidentale. Realizzata da due inglesi che, negli anni ’90 dello scorso secolo, hanno voluto dare origine da una area protetta per trasformarla in parco ecoturistico. Nei suoi quasi 1.000 ettari, la Makasutu Culture Forest è una tra le destinazioni più popolari per coloro che vogliono ammirare una tra le più belle foreste di tutto il paese.
Al suo interno è fiorente una comunità di scimmie e babbuini, che qua possono ritrovare un habitat naturale protetto e garantito.

potrebbe interessarti:
Cosa vedere a Serekunda, Gambia

 

Cosa fare in una vacanza nel Gambia

Altra escursione da non perdere in una vacanza nel Gambia è una visita al sito archeologico di Wassu. A poca distanza dal fiume, l’area è considerata sacra poichè si ritiene che qui venivano sepolti re e nobili.
Di grande valore a livello archeologico, l’area è interessata dalla presenza di pietre, le cui origini sono principalmente intorno al
750-1000 d.C. e sono disposte in varie forme, ognuna delle quali richiede tra le 10 e le 20 pietre, per un totale di circa 4-5 metri a formazione.
La bellezza naturale del luogo gli ha permesso di essere inserito nei Patrimoni dell’Umanità UNESCO.
Il sito archeologico di Wassu è ad ogni modo forse il più noto ed il più importante, ma la presenza di queste pietre si trova quasi ovunque nel territorio del Gambia.

Cosa fare in una vacanza nel Gambia

Prima di lasciare il Gambia ricordiamoci che la gente del posto è estremante cordiale e ospitale e tratta il turista come un amico. Passeggiate lungo le strade per assaporare la tradizione locale e per scoprire gli eventi che quotidianamente si svolgono, sopratutto feste che coinvolgono turisti ed abitanti a ritmo di musica.


Ricordate che solo la
capitale Banjul e i principali luoghi turistici hanno strade asfaltate mentre le restanti, oltre ad essere poco più di sentieri, sono quasi sempre prive di illuminazione. Fate sopratutto attenzione al bestiame che spesso di presenta di fronte all’improvviso.


Quando viaggiate ricordate di portare con voi i documenti che attestano la vostra legittima presenza nel paese. Sono piuttosto frequenti blocchi da parte della polizia, atti a verificare la corretta documentazione ed il regolare funzionamento dei mezzi di trasporto.
Da evitare come periodo di vacanza la stagione delle pioggie, da giugno a ottobre, e verificate prima di prenotare che la vostra struttura abbia regolare accesso ad internet.

Scopri di più:

Cosa vedere a Serekunda in Gambia
Parco nazionale Niokolo-Koba, Senegal
Dakar, una perla africana sulla costa atlantica
Guida alle migliori spiagge del Senegal

 

Condividi su: