Condividi su:
Leggi tutti gli articoli della provincia di Genova

Mappa del Museo del Mare

Icona articolo onemagNel cuore di Prè, giusto di fronte all’aerea portuale di Genova, si trova il Galata, il Museo del Mare cittadino, definito uno dei più moderni, grandi e completi nel suo genere di tutto il Mar Mediterraneo.
Il Galata fa parte del Mu.Ma, l’Istituzione Musei del Mare delle Migrazioni, assieme al complesso monumentale della Lanterna, il Museo Navale di Pegli e alla Commenda di Pré, che ospiterà il futuro Museo dell’Emigrazione Italiana. Il Galata è situato a breve distanza dall’Acquario di Genova e rappresenta una delle principali istituzioni culturali del capoluogo ligure.

Cenni storici

Facciata del Museo del Mare di GenovaLa nascita del Galata è fissata alla fine degli anni ’90 del secolo scorso, creato a seguito di un grande e ambizioso progetto di riqualificazione storica, urbanistica e ambientale della zona dell’antica Darsena. La ben evidente struttura urbana dell’Arsenale della Repubblica è ancora oggi osservabile e conferisce un certo fascino non indifferente all’area circostante al Museo del Mare di Genova.

OneMag-logo
Link-uscita icona Genova, la superba repubblica dei magnifici

Cosa vedere nel Museo del Mare di Genova

S518 Nazario Sauro, l'unico sottomarino visitabile in mare d'Italia
S518 Nazario Sauro, l’unico sottomarino visitabile in mare d’Italia al Museo del Mare di Genova

Il Museo del Mare è il più grande e innovativo museo marittimo d’Italia e di tutta l’area cositera del Mediterraneo. Il percorso si snoda attraverso una parte espositiva, presente al chiuso dell’edificio, e una all’aria aperta, dove invece è presente il parco archeologico-portuale. Quest’ultima parte costituisce il waterfront del museo, lo stesso dove è ormeggiato il Nazario Sauro, l’unico sottomarino visitabile in mare d’Italia.

La visita permette di scoprire oltre sei secoli di storia marinara, su una superficie complessiva di 12 mila metri quadrati per un totale di 4300 oggetti esposti nelle 31 sale qua presenti Nell’allestimento interno si possono osservare preziosi oggetti di genere vario, dagli strumenti di bordo sino ai modelli navali, passando per atlanti, carte nautiche antiche e dipinti. Tutto ciò che in qualche modo è collegato alla vita in mare nel Mediterraneo, il Galata lo racconta eccellentemente.

OneMag-logo
Link-uscita icona Genova, la superba repubblica dei magnifici

Le sale del Galata

Già il solo slogan del museo, Sali a bordo! dà perfettamente idea di cosa si potrà visitare. Particolarmente interessante è la sala dedicata a Cristoforo Colombo, laddove si custodiscono ritratti celebri attribuiti al Ghirlandaio, a cui si aggiungono due terrazze panoramiche, la ricostruzione in scala 1:1 di una galea genovese del XVII secolo e un brigantino del XIX secolo. Ancora, si prosegue scoprendo la tuga di un piroscafo di inizio XX secolo e un’intera sezione, la MeM, dedicata alle emigrazioni italiane in America e alle immigrazioni contemporanee.

Di recente implementazione sono invece le postazioni multimediali interattive, come la Sala della Tempesta, dove si può vivere una fedelissima riproduzione di un naufragio al largo di Capo Horn, attraverso avveniristiche postazioni VR. Tra le ultime novità implementate nel Museo del Mare di Genova is conta un faro-fanale di circa 10 metri, con una lente di Fresnel che illumina l’intero spazio circostante, e ben 4 imbarcazioni storiche: gozzo “Santa Caterina”, Pierino (il primo dinghy italiano con il numero 1 riportato sulla vela, un raro gozzo da regata e un’imbarcazione di supporto per i palombari.
Molto interessante è la Sala Coeclerici, dove è ospitata la collezione Navigare dell’Arte, un’accurata selezione dei dipinti della Fondazione Paolo Clerici. Qua i visitatori hanno accesso al terrazzo e al giardino pensile del quarto piano, fortemente voluto dall’architetto Consuegra, da cui si può godere di un’eccellente panorama sul centro storico di Genova.

 

Condividi su: