Fuscaldo, Calabria | Cosa vedere a Fuscaldo, Riviera dei Cedri

Cosa vedere a Fuscaldo, uno dei più bei comuni più caratteristici della Riviera dei Cedri, nello splendido tratto costiero dell'Alto Tirreno Cosentino, in Calabria. Tra le cose da vedere a Fuscaldo citiamo Piazza Indipendenza, la principale della città in cui iniziare a conoscere l'incredibile bellezza del luogo, la Casa di Vienna, laddove nacque Vienna da Fuscaldo, la madre di San Francesco da Paola, e il Convento di San Francesco, uno dei più bei complessi del suo genere in Italia. Ecco cosa vedere a Fuscaldo, in Calabria.3 min


Cosa vedere a Fuscaldo

Cosa vedere a Fuscaldo, Calabria

→ Riviera dei Cedri | Cosa vedere alla Riviera dei Cedri

icona-articoloFuscaldo è uno tra i borghi meno conosciuti della Riviera dei Cedri, il tratto tirrenico della provincia di Cosenza in Calabria.
Il suo centro storico è ubicato nell’entroterra, a circa 4 km dalla costa, ma il paese è particolarmente vissuto nella sua frazione Fuscaldo Marina, quella adagiata sul litorale.

Il piccolo comune è diviso in quattro principali nuclei, ognuno dei quali si distinguono per epoca, area geografica e stile architettonico.
Il centro storico è situato a circa 350 metri di altitudine e si estende fino al mare grazie alla Marina di Fuscaldo, di stampo moderno e senz’altro più turistico.

Ci troviamo a breve distanza sia da ⇒ Paola, città natale di San Francesco da Paola, e da Guardia Piemontese, piccola altra località molto interessante.
Ecco cosa vedere a Fuscaldo.

Link-uscita icona Peperoncini e murales nella splendida Diamante, la città più dipinta al mondo

Cenni storici

Mappa di FuscaldoIl centro abitato di Fuscaldo sorse con molte probabilità in epoca romana.
Il toponimo di Fuscaldo deriva da Fons Calidus, termine latino per riferirsi alla fonte di acqua calda presente nei pressi del Convento di San Francesco, nel centro città.

Durante l’Alto Medioevo la località fu invasa dai Longobardi tra il VI e il IX secolo d.C., che vennero però presto succeduti dai normanni, che la conquistarono. La località era un punto strategico per le opere militari, in quanto il centro abitato sorgeva sulla parete di un promontorio, perfetto per sorvegliare l’intera valle sottostante.

Come per gran parte delle località meridionali, anche Fuscaldo subì alcune incursioni saracene che distrussero parte dei più antichi edifici della città.
Con l’avvento del feudalesimo, la città venne amministrata da tre principali famiglie nobili. Parliamo dei Ruffo di Montalto, i d’Angiò e gli Spinelli, che la gestirono fino alla caduta del feudalesimo, agli inizi del XIX secolo. Furono le truppe di Napoleone Bonaparte, in ascesa sul territorio calabrese nel 1805, ad abolirlo definitivamente.

Con la caduta dell’impero di Napoleone, nel 1815 – ricordiamo la Battaglia di Waterloo -, cadde anche il Regno di Napoli d’epoca napoleonica. Venne instaurato il Regno delle Due Sicilie, che rimase tale sino all’Unità d’Italia.

Nel XX secolo, grazie a una serie di promozioni della Riviera dei Cedri, Fuscaldo ebbe una leggera ascesa anche nel turismo.
Tuttavia, il vero e proprio sviluppo lo si deve a Fuscaldo Marina, laddove sorgono le principali strutture ricettive e attrazioni turistiche.

 

Link-uscita icona  Ti interessa la Riviera dei Cedri? Non perderti Cetraro, la località-simbolo del cedro

Cosa vedere a Fuscaldo

Iniziamo il nostro viaggio tra le cose da vedere a Fuscaldo da Piazza Indipendenza, la principale della città, nonché luogo perfetto per ammirare lo splendido panorama sul territorio circostante. Da qua si sviluppano una serie di vicoli e viuzze affascinanti, che immergono i visitatori in un’atmosfera oramai perduta.

La località è nota anche come il Paese dei Cento Portali, per via dei numerosi portali di tufo realizzati artigianalmente, che costellano l’intero centro storico.
Dal centro storico ci indirizziamo verso la Casa di Vienna, il luogo dove nacque
Vienna da Fuscaldo, la madre di San Francesco da Paola, divenuta oggi una casa d’accoglienza per i pellegrini.

A breve distanza troviamo il Convento di San Francesco, nei cui pressi si trova la Fons Calidus da cui si pensa derivi il nome della cittadina. Il Convento, di ridotte dimensioni, comprende una chiesa, un chiostro e due biblioteche, formando cosi uno dei più unici complessi architettonici in Calabria.

Tra le cose da visitare a Fuscaldo merita uno sguardo la Chiesa Matrice, di epoca normanna (XII secolo) e non molto distante la Chiesa dell’Immacolata, caratterizzata dal suo campanile sorretto da 12 colonne di tufo.
Imperdibile invece la Chiesa di San Giuseppe, al cui interno sono conservati preziosi ipinti di Giuseppe Maria Pascaletti, mentre nella Marina di Fuscaldo troviamo la Chiesa di Santa Maria del Rosario, costruita nel XX secolo.

Link-uscita icona  Riviera dei Cedri in tutto il suo splendore: questa è la più bella spiaggia della Calabria

Fuscaldo Marina

Concludiamo con Fuscaldo Marina, il litorale della città
Fuscaldo Marina merita particolare attenzione per la bellezza delle sue moderne vie, curate nel minimo dettaglio, che consentono di raggiungere numerosi siti d’interesse in breve tempo.

Nei pressi di Fuscaldo Marina si sviluppano diversi sentieri e percorsi che si diramano verso l’entroterra più incontaminato. L’entroterra di Fuscaldo Marina è infatti incredibile e suggestivo, garantendo immersione totale in questo territorio unico nel suo genere.

Tra le cose da fare a Fuscaldo, merita la spiaggia di Fuscaldo Marina, stretta e acciottolata, con tratti che si mescolano con la tipica fine sabbia dorata. Le acque, come per tutta la Riviera dei Cedri, sono limpide e cristalline, e sono perfette per godersi un’esperienza di snorkeling eccezionale.


 


Like it? Share with your friends!