Forte Rosso di Nuova Delhi


Condividi su:

Guida turistica del Forte Rosso di Nuova Delhi

Tutti gli articoli dell’India
Mappa del Forte Rosso di Nuova Delhi
Mappa del Forte Rosso di Nuova Delhi

Icona articolo onemagImponente fortezza realizzata in arenaria rossa, da cui il nome, il Forte Rosso è stato costruito come difesa dall’imperatore Shah Jahan nel XVII secolo. E’ una delle attrazioni più visitate di tutta Nuova Delhi, in particolare in occasione del 15 Agosto, il giorno dell’indipendenza dal dominio inglese.

Attraversandolo dalla porta di Lahore si accede al Chatta Chowk, appena descritto.Una volta all’interno merita una visita il Museo Indian War Memorial Museum, una struttura dedicata ai soldati periti durante la Prima Guerra Mondiale, e diversi altri monumenti estremamente simbolici.

Questa imponente struttura, nota anche come Lal Qila, fu utilizzata come residenza per gli imperatori della formidabile dinastia Mughal per quasi 200 anni, ovvero fino a quando, nel 1857, gli inglesi presero il controllo dell’India. In relazione all’importanza storica e artistica di questo sito, nel 2007 il Forte Rosso è stato insignito come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Nella nuova banconota da 500 rupie indiana, emessa dopo la demonetizzazione alla fine del 2016, è raffigurato il Forte Rosso.

 

Il complesso del Forte Rosso

Cosa vedere a Nuova Delhi, Forte Rosso
Forte Rosso all’interno, Nuova Delhi

Il complesso del Forte Rosso fu costruito a partire dal 1638, per volontà del quinto imperatore Mughal Shah Jahan. L’imperatore aveva intenzione di lasciare la città di Agra, stabilendovi una nuova capitale Mughal, Shahjahanabad, nell’attuale Vecchia Delhi. Il monumento venne completato 10 anni dopo, nel 1648. Fu il rinomato architetto persiano Ahmad Lahori, lo stesso che costruì il Taj Mahal, a seguire il progetto di realizzazione del Forte Rosse.

Il Forte Rosso nel 1739 venne saccheggiato dai Persiani, guidati dall’imperatore Nadir Shah. Il forte perse ulteriori ricchezze nel 1760, quando i Maratha dovettero fondere il soffitto d’argento del suo Diwan-i-Khas, Sala delle udienze private, per ottenere fondi per difendere Delhi dall’invasione dell’imperatore Ahmed Shah Durrani dall’Afghanistan. In tempi più recenti, una volta che l’India ottenne l’indipendenza dagli inglesi nel 1947, il Forte Rosso venne selezionato come luogo principale per le celebrazioni pubbliche.

Da non perdere anche l’Hammam composto da 3 sale decorate con motivi floreali e anche il Rang Mahal, o Palazzo Colorato, la sede dell’imperatore con le sue stanze dedicate al divertimento e con una fontana in marmo posta giusto al centro dell’ambiente con l’obiettivo di portare anche refrigerio.
Anche il Forte ha la sua chiusura settimanale il lunedì.

 

Scopri Nuova Delhi


 

Condividi su: