Forte Rinella, il volto meno noto di Malta

Forte Rinella, il volto meno noto di Malta in una delle attrazioni che raccoglie ogni anno migliaia di turisti. Il Forte Rinella è stato progettato durante l'occupazione del Regno Unito nell'isola, alla fine del 19° secolo. Durante quel periodo l'Italia consolidava la propria forza navale e la Gran Bretagna era diventata guardinga e protettiva verso Malta e la sua importanza come scalo nel Mediterraneo, sulla rotta verso l'India. Scopriamo la storia di Forte Rinella.2 min


0
13 shares

Guida di Calcara,
tra le mura di Forte Rinella

icona-articoloImmaginando una vacanza sull’isola di Malta, spesso, si pensa alle sue splendide spiagge, ai monumenti che raccontano la sua storia ed alla cucina tipica. In realtà ci sono alcune località che custodiscono tesori particolari. Una di queste è indubbiamente Calcara.

La città, il cui nome significa fornace e richiama la presenza di un forno di calce sin dai tempi dell’Impero romano, è famosa soprattutto perché sede di Forte Rinella, importante testimonianza della storia militare di Malta, direttamente affacciata sul Grande porto. 

Il porto è di origine naturale ed era utilizzato già dai tempi dei Fenici. Nel corso del tempo è stato migliorato con la realizzazione di darsene per l’ormeggio ed il rimessaggio delle imbarcazioni, ed ampie banchine per passeggeri e merci.

OneMag-logo
Cosa vedere a Malta

La costruzione di Forte Rinella

Forte Rinella, il volto meno noto di Malta

Il forte è stato costruito durante l’occupazione britannica dell’isola, tra il 1878 ed il 1886. In quegli anni l’Italia consolidava la propria forza navale e la Gran Bretagna era diventata guardinga e protettiva verso Malta e la sua importanza come scalo nel Mediterraneo, sulla rotta verso l’India.
La struttura fortificata è stata restaurata dalla Fondazzjoni Wirt Artna – Malta Heritage Trust  ed è stata aperta al pubblico come museo.
Qui ogni 5 maggio, un gruppo di volontari spara un colpo con polvere nera.

I turisti che arrivano a Calcara scorgono subito la struttura che, pur essendo di modeste dimensioni, è facilmente riconoscibile dal fossato, ormai asciutto, che la circonda.
Il forte era meccanizzato e questo lo rendeva una rarità per l’epoca perché richiedeva la presenza di un minor numero di soldati rispetto ad altre strutture simili.
Attira l’attenzione in particolar modo il cannone Armstrong. Il cannone del peso di 100 tonnellate, a caricamento frontale, è uno dei più grandi di questo tipo mai costruiti e uno dei due ancora esistenti.

Il funzionamento di questa arma che venne indicata come un simbolo della nuova era industriale dell’epoca, richiedeva un n sistema idraulico a vapore che veniva alimentato a carbone. Si trattava, insomma, di un marchingegno evoluto e molto importante.

Forte Rinella viene spesso scelto come set cinematografico per numerosi film. Oggi offre ai suoi visitatori, insieme al tour della struttura, ricostruzioni dal vivo della vita dell’epoca con esibizioni di addestramento militare, e filmati.

La visita di Forte Rinella è sicuramente un bagno nella storia, della quale ci si sente protagonisti per il tempo della visita ed è una meta alternativa alle solite rotte turistiche. Un valore aggiunto per ogni vacanza.


Like it? Share with your friends!

0
13 shares