Forte Rinella, il volto meno noto di Malta

Forte Rinella, il volto meno noto di Malta


Condividi su:

Guida di Kalkara,
tra le mura di Forte Rinella

Tutti gli articoli di Malta
Forte Rinella, mappa
© Apple Maps

icona-articoloKalkara, nota anche come Calcara, è una piccola città di solo 1,75 km2 di superficie con meno di 3,000 residenti stabili. Ci troviamo nella parte orientale di Malta e il suo nome richiama la calce in quanto il territorio era in precedenza occupato da una fornace. Storicamente quest’area di Malta è la prima a essere stata interessata dalle migrazioni che hanno portato i primi abitanti dalla Sicilia, grazie probabilmente alle sue insenature che assicuravano protezione durante le tempeste del Mediterraneo. Nel tempo la cittadina si è specializzata nella costruzione di barche, tra cui le dgħajjes, le imbarcazioni utilizzate per trasporto passeggeri. Ancora oggi si ricorda l’antica tradizione di cantiere navale con tradizionali regate, compiute con barche costruite direttamente dai partecipanti.

La cittadina di Kalkara è tuttavia nota per essere sede di Forte Rinella, importante testimonianza della storia militare di Malta, direttamente affacciata sul Grande Porto. Il porto era già utilizzato dai tempi della presenza dei Fenici sull’isola e nel corso del tempo è stato migliorato con la realizzazione di darsene per l’ormeggio e il rimessaggio delle imbarcazioni.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Malta, guida turistica di viaggio

Forte Rinella, Kalkara

 

Forte Rinella, MaltaForte Rinella, Kalkara, soldatiForte Rinella vide la sua costruzione durante l’occupazione britannica dell’isola, tra il 1878 e il 1886. In quegli anni l’Italia consolidava la propria forza navale e la Gran Bretagna era diventata particolarmente protettiva verso Malta per la sua importanza come scalo nel Mediterraneo, sulla rotta verso l’India. La struttura fortificata è stata restaurata dalla Fondazzjoni Wirt Artna – Malta Heritage Trust ed è stata aperta al pubblico come museo.

Arrivando a Kalkara si scorge subito la struttura che, pur essendo di modeste dimensioni, è facilmente riconoscibile dal fossato, ormai asciutto, che la circonda. Il forte era meccanizzato e questo lo rendeva una rarità per l’epoca poiché richiedeva la presenza di un minor numero di soldati rispetto ad altre strutture simili. Attira l’attenzione in particolar modo il cannone Armstrong. Il cannone del peso di 100 tonnellate, a caricamento frontale, è uno dei più grandi di questo tipo mai costruiti e uno dei due ancora esistenti. Il funzionamento di questa arma, indicata come un simbolo della nuova era industriale dell’epoca, richiedeva un sistema idraulico a vapore alimentato a carbone. Si trattava, insomma, di un marchingegno evoluto e molto importante.

Oggi Forte Rinella viene spesso scelto come location per vari film. Offre ai suoi visitatori, insieme al tour della struttura, ricostruzioni dal vivo della vita dell’epoca con esibizioni di addestramento militare, e filmati. La visita di Forte Rinella è sicuramente un tuffo nella storia, della quale ci si sente protagonisti per il tempo della visita ed è una meta alternativa alle solite rotte turistiche. Un valore aggiunto per ogni vacanza.

 

Ultimo aggiornamento 8 luglio 2021


 

Condividi su: