Follonica, Toscana | Cosa vedere a Follonica

Cosa vedere a Follonica, una delle principali destinazioni della Maremma toscana, nella provincia di Grosseto. La città, di fattura decisamente moderna, è una delle località balneari di maggiore rilievo nella Maremma. Si tratta inoltre del primo comune istituito in epoca fascista, il 14 giugno del 1923, e sul litorale vi sono alcune delle più caratteristiche spiagge sabbiose di tutta la costa meridionale della Toscana. Ecco cosa vedere a Follonica, in Toscana.3 min


1
Cosa vedere a Follonica
Condividi su:

Cosa vedere a Follonica, Toscana

→ Maremma | Cosa vedere nella Maremma, Toscana

icona-articoloFollonica è una delle principali destinazioni della Maremma toscana. Ci troviamo esattamente di fronte all’Isola d’Elba, Follonica merita particolare attenzione per il suo mare e per le sue numerose attrazioni, che hanno permesso alla città di guadagnare il titolo di città turistica.

Sebbene il centro abitato sia recente, Follonica presenta vari siti d’interesse in cui trascorrere il proprio tempo al di fuori delle spiagge. Immancabile è la caratteristica pineta maremmana che la contorna, dentro cui si sviluppano molti dei sentieri più apprezzati della provincia di Grosseto.
Scopriamo insieme cosa vedere a Follonica, una delle più importanti città della Maremma, in Toscana.

Cenni storici

Cenni storici di FollonicaFollonica è una città relativamente recente, con origini risalente alla prima metà del XIX secolo. Risale al 1834 la costruzione delle Reali Imperiali Fonderie, volute da Leopoldo II di Toscana. Dalle Fonderie crebbe cosi la cittadina di Follonica cosi come la conosciamo oggi.

È stato stimato però che il sito su cui sorge Follonica sia stato popolato e trafficato sin da tempi ben più antichi. Nel XI secolo viene citato il nome di Fullona all’interno di un atto per la donazione di terreni all’Abbazia di Sestinga. Al XIV secolo risale invece un documento che conferma l’esistenza della compravendita di grano a Fullona

Nel XV secolo venne ricostruita la torre costiera mentre nel XVI sono state installate le prime fonderie di metalli, da cui si costruì poi un pontile. Parliamo comunque di un piccolissimo villaggio, popolato dalle poche anime che lavorarono alle fonderie o nel commercio del grano.

Dalla creazione del Regno d’Italia sino al 1923 il centro abitato rappresentava una frazione della vicina Massa Marittima. Una volta elevato il centro a comune autonomo, il 14 giugno, Follonica divenne il primo comune a essere stato istituito dal governo fascista.

Con il boom economico dello scorso secolo Follonica crebbe di residenti, raggiungendo più di 20000 abitanti negli anni ’80. Questo permise anche di valorizzarla turisticamente, con la creazione di ristoranti, hotel e stabilimenti balneari di eccezionale qualità.

Link-uscita icona Ecco Marina di Grosseto, il principale centro balneare della Maremma

Cosa vedere a Follonica

Cosa vedere a FollonicaVi sono diverse cose da vedere a Follonica. Precisiamo che comunque la località si basa sulla balneazione e per tanto la principale attrazione sono appunto le sue spiagge, che vedremo a breve, e i vari locali che le contornano. 
Il litorale, sabbioso, di Follonica si caratterizza per tratti che si alternano tra aree libere e stabilimenti balneari. Vi sono quasi una decina di spiagge a Follonica.

La più importante spiaggia di Follonica è indubbiamente quella dell’omonimo Lido, facilmente raggiungibile anche a piedi grazie alla sua immediata vicinanza con il centro città. Sempre nei pressi del centro troviamo anche la spiaggia Il Boschetto e Pratoranieri, raggiungibili in pochissimi minuti in macchina o bicicletta. 

Uscendo di qualche chilometro, cinque precisamente, consigliamo la spiaggia di Carbonifera, intitolata all’omonima torre del XIX secolo che delimita la spiaggia. Simile anche la spiaggia di Torre Mozza, altrettanto delimitata da una torre, risalente però al XVI secolo, quindi ancor più antica. In particolare la spiaggia di Torre Mozza è incontaminata, selvaggia e perfetta per godersi momenti di puro relax.

Mare di FollonicaTra le cose da vedere a Follonica menzioniamo la Chiesa di San Leopoldo, progettata dall’architetto Alessandro Manetti ed eretta a cavallo tra il 1836 e il 1838. Si tratta dell’unico esempio, in Italia, di chiesa con frontone in ghisa, materiale impiegato poi anche per gli ambienti interni e le decorazioni.

Sempre nel centro città consigliamo di visitare il Palazzo Granducale, eretto da Leopoldo II, graduca di Toscana, nel 1845. Oggi il Palazzo Granducale presenta un pittoresco giardino botanico e ambienti interni egregiamente decorati e affrescati.

La più antica attrazione di Follonica è il Castello di Valli, o quanto meno ciò che ne resta. La struttura del Castello di Valli risale infatti al IX secolo (884) ed è stato realizzato per venir adibito a residenza estiva dei vescovi di Lucca. Nel corso degli anni il Castello di Valli fu amministrato dapprima dall’Abbazia di Sestinga, poi dalla famiglia degli Aldobrandeschi e infine dal Granducato di Toscana. Nonostante vi siano solo i resti della struttura principale, è ancora possibile osservare la maestosa torre e parte della cinta muraria.


 

Condividi su:

Like it? Share with your friends!

1