Faro di Armenistis,
escursione nell’antico faro di Mykonos

Leggi tutti gli articoli della Grecia

Icona articoloArroccato su una area rocciosa, solenne di fronte alle mosse acque del Mar Egeo, l'antico Faro di Armenistis rappresenta un monumento di alto valore storico, nella costa di Mykonos. È situato nell'area nord occidentale dell'isola, nel comune di Agios Stefanos, che sorveglia silenziosamente le acque che separano Mykonos dall'Isola di Tinos.

Questa è una zona dove la pace caratterizza completamente l'atmosfera. Dimenticatevi la caotica Mykonos dei divertimento: l'escursione al Faro di Armenistis è perfetta per sfuggire dalla frenesia che caratterizza un po' tutta l'isola. Un luogo non solo d'importanza storica, ma anche paesaggistica, dove solo fino a qualche decennio fa solo la fauna selvatica popolava la zona. Una zona, neanche troppo piccola, dove poter godere di panorami mozzafiato e di un profumo di salsedine pura, accompagnati solo dai versi dei gabbiani.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Mykonos, le cose da sapere prima di visitarla

La struttura del faro

Il Faro di Armenistis oggi presenta una struttura poco meno di fatiscente.

Ciò non è in realtà un elemento negativo, ma anzi, caratterizza ulteriormente il paesaggio circostante rendendolo davvero pittoresco. La storia del faro ci riporta indietro nel tempo nel 1887. La zona era sprovvista di illuminazione e i marinai per navigare nelle acque dell'Egeo si affidavano, come dalle antiche tradizioni, alle stelle. Un giorno, però, qualcosa andò storto, e un piroscafo inglese affondò, togliendo la vita a undici persone, membri dell'equipaggio.

Occorsero tre anni, ma il progetto del faro andò finalmente in porto e cominciarono velocemente i lavori per la sua costruzione.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Ikaria, una tra le più belle isole della Grecia

Cenni storici

Il sentiero sterrato che porta al Faro di Armenistis a Mykonos
Il sentiero sterrato che porta al Faro di Armenistis a Mykonos

Fu la società francese Sauter Lemmonier, specializzata in costruzioni simili, a occuparsi del progetto e dei lavori, completandolo nel 1891. Posta a 84 metri d'altitudine, la struttura del faro presenta una caratteristica torre centrale che si innalza per circa 19 metri, alla cui sommità si trovava l'impianto di illuminazione.

Nel XIX secolo Mykonos era molto diversa da oggi. Era amministrata direttamente dagli abitanti e lo stile di vita era piuttosto simile a quello del Rinascimento. Non esistevano strade asfaltate, ferrovie, carrozze o alcun mezzo di trasporto, a eccezione delle imbarcazioni. Le barche erano allo scopo decisamente poco utili, tovandosi il Faro di Armenistis in posizione rialzata.

Per spostare i materiali di costruzione, che furono scaricati nella vicina spiaggia di Houlakia, alcune delle famiglie storiche di Mykonos diedero agli operai alcuni animali rivelatosi molto utili per velocizzare i lavori. Giorno dopo giorno il faro iniziava a prendere forma, si poteva già riconoscere il perimetro esterno e presto anche la torre ottagonale venne costruita. In breve tempo furono completati i magazzini, dormitorio, la cucina e il bagno per i guardiani che negli anni abitarono nel faro.

Nel 1927 al faro fu modificato l'impianto di illuminazione, portando la visibilità da 23 miglia marine a circa 36. La prima lampada del faro è oggi situata all'esterno dell'importante Museo Marittimo dell'Egeo, situato nel centro storico della città di Mykonos, a Tria Pigadia, suggestiva zona caratterizzata da tre pozzi che fino agli anni '50 fornivano acqua potabile ai cittadini.

 

» Ti potrebbe interessare... «

Ultimo aggiornamento 19 Aprile 2022