Condividi su:

Estonia i luoghi da visitare

Tutti gli articoli dell’Estonia

I luoghi da visitare in Estonia, mappa
© Apple Maps

icona-articoloL’Estonia è un paese dal fascino unico, un luogo spesso non inserito tra i circuiti turistici europei ed estremamente diversa rispetto alle altre nazioni che sono appartenute al regime sovietico. Diversa anche dalla vicina Finlandia, il suo confine più vicino in Europa e per questo consigliata proprio a coloro che vogliono scoprire un fascino unico e diverso, un paese che ha abbandonato la propria storia per guardare con orgoglio al futuro, senza però trasformare il proprio territorio senza un preciso scopo.

Se siete fra coloro che prima di altri vogliono avventurarsi in territori alternativi, l’Estonia potrà sicuramente piacervi, una nazione meravigliosa che anno dopo anno sta però per essere scoperta dal turismo di massa e presto perderà buona parte del suo fascino di esclusività e di novità. Un viaggio in Estonia è consigliato soprattutto a coloro che amano l’aria aperta, i più avventurosi potranno scoprire le riserve naturali e tutti potranno felicemente scoprire un popolo meraviglioso, accogliente e gentile, sempre pronto a raccontarvi del loro passato e mostrarvi qualche angolo più nascosto e segreto.

Oltre la capitale, Tallin, l’Estonia è ricca di opportunità e il modo migliore per scoprirla è noleggiare un’auto e muoversi lungo le direttrici più rurali, i luoghi meno raccontati e spesso non presenti in alcuna guida turistica ma altrettanto le mete più autentiche. Ecco quindi cosa vedere in Estonia, alcune mete che non dovremo assolutamente perdere in un viaggio turistico in questa meravigliosa nazione.

I luoghi da visitare in Estonia

Quando visitare l’Estonia

L’Estonia è una nazione in cui il tempo è tra i più variabili in assoluto tutto l’anno. Aspettatevi quindi pioggia ogni giorno e di notte temperature fredde. Se avete scelto di rimanere a lungo in Estonia, organizzate la vostra valigia in modo che possa ospitare maglioni ma anche costumi da bagno senza timore che possiate esagerare.

I mesi estivi, da Giugno ad Agosto, sono quelli da preferire, il periodo in cui le temperature sono al loro massimo grado di calore e anche il periodo in cui in tutto il paese si svolgono festival ed eventi. Da evitare se possibile i mesi più freddi, da Novembre a Febbraio, quando il paese si ritrova praticamente ovunque con temperature rigide e la neve inizia a cadere, anche copiosamente. Settembre e Ottobre sono invece due altri mesi da tenere in considerazione per trovare ancor meno turismo e visitare città e attrazioni senza alcun problema di ressa o code.

Tallinn

I luoghi da visitare in Estonia, Tallinn
© Jesús / Flickr

Tallinn conserva il proprio fascino medievale che si fonde egregiamente anche con il recente sviluppo moderno. Questo ha dato modo di creare un centro urbano davvero interessante, particolarmente piacevole nella città vecchia, il nucleo storico. E’ uno dei centri urbani anseatici meglio conservati a mondo e durante il XIII secolo particolarmente vissuto dai ricchi mercanti provenienti dalla Germania e dalla Danimarca.

Siamo in una miscela inebriante di antiche guglie, grattacieli, vecchi palazzi, ristoranti di  classe, centri commerciali, case di legno e caffè bar incastonati in piazze soleggiate. Il tutto con richiami sparsi ovunque del periodo della dominazione sovietica. Il centro urbano di Tallinn è in continua espansione con ristrutturazioni di vecchi edifici e la realizzazione di nuove aree. Tutto sempre dando uno sguardo al passato e pensando contemporaneamente al futuro.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Tallinn, guida turistica della capitale dell’Estonia

Parnu

I luoghi da visitare in Estonia, Parnu
© Romet Liivamägi / Flickr

Incastonata lungo il bordo di una piccola insenatura costiera del Golfo di Riga, Parnu è un’eccellente località turistica, ricca di luoghi d’interesse. È una città relativamente piccola, ma non per questo meno interessante. Recandosi nel litorale cittadino è possibile godere della presenza di lunghe distese di sabbia bianca perlata, tra i migliori tratti di tutto il Baltico. La città, oltre che dal Baltico, è anche bagnata dall’estuario dell’omonimo Fiume Pärnu, da cui prende il nome.

Uno dei punti di maggior interesse nella cittadina è la Beach Promenade, il lungomare di Parnu, un percorso affacciato sul mare davvero affascinante. Qua si trovano monumenti e fontane, mentre nelle lunghe file di edifici vi si trovano alcuni dei più importanti ristoranti di Parnu. Seguendo la strada si può facilmente giungere nel centro storico, caratterizzato da una serie di palazzi e luoghi Art Déco stile anni ’20. A completare l’offerta turistica si citano i numerosi resort e terme presenti omogeneamente in tutta la località.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Parnu, la perla dell’Estonia meridionale

Saaremaa

I luoghi da visitare in Estonia, Saarema
© Kārlis Dambrāns / Flickr

Saaremaa, lett. terra dell’isola, è la principale isola estone, piacevolmente incontaminata, caratterizzata da boschi di abete rosso e aria pulitissima, grazie al scarso, quasi assente, tasso di urbanizzazione. La destinazione è tra gli estoni prediletta per celebrare eventi, tra cui matrimoni principalmente, grazie all’inebriante territorio privo di traffico e inquinamento.

L’isola più grande dell’Estonia, la cui dimensione è poco maggiore al Lussemburgo, è immersa nel Golfo di Riga. Saaremaa si caratterizza per la presenza di ben 9 crateri generati a seguito dello scontro con un meteorite, avvenuto circa 2.500 anni fa.
Il principale di questi crateri, chiamato Kaali, presenta dimensioni a dir poco stupefacenti: largo oltre 100 metri e profondo quasi 22 metri. Il Kaali rappresenta uno dei punti turistici più frequentati di Saaremaa, grazie anche alla formazione di un laghetto dalle acque a tratti turchesi.

Se avete intenzione di passare qualche giorno respirando aria pulita, sarete felici di sapere che a Saaremaa esistono diverse opportunità di alloggio. Omogeneamente in tutta l’isola ci sono delle Guest House disponibili per essere affittate giornalmente. In alternativa, nel caso preferiate qualcosa di più confortevole, potreste puntare verso Kuressaare, il capoluogo dell’isola a circa 18 km di distanza.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Il castello di Rakvere, il monumentale maniero dell’Estonia

Otepaa

I luoghi da visitare in Estonia, Otepaa
© Extended Account / Flickr

La prossima è una destinazione sconosciuta ai più. Otepää infatti è popolata da appena duemila residenti e si trova nell’area meridionale del paese, nella pittoresca contea di Valgamaa, di cui rappresenta il capoluogo. La località è incastonata tra le vallate più incontaminate dell’Estonia, un’affermata destinazione invernale perfetta per chi ama le attività sulla neve. Oltre ai diversi sport sciistici che si possono praticare, Otepää si caratterizza per i diversi resort e spa extralusso, oltre ai vari ristoranti dalla cucina ottima.

Visitandola in estate è possibile praticare hiking, lungo i sentieri incontaminati dell’Otepää nature park. A contornare la cittadina si trovano tanti laghetti e piccole dolci colline dall’aspetto davvero affascinante. Proprio nei dintorni si trova quel che è uno dei maggiori laghi estoni, il Pühajärve, ai cui bordi si trovano diversi camping in cui soggiornare a pochi spiccioli immersi nella natura.
E’ chiamata anche la zona delle ‘Alpi Estoni’, un tributo alle sue vette e alle sue affascinanti piste da sci.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Scopriamo Polvamaa, la contea dell’Estonia

Narva

I luoghi da visitare in Estonia, Narva
© yell_ru / Flickr

Narva è l’ultima frontiera dell’Unione Europa. Si tratta infatti della più orientale città dell’UE, posta all’immediato confine con la Russia. È molto vicina da San Pietroburgo, motivo per cui viene spesso scelta come tappa di riferimento per visitare la seconda città della Russia. Infatti, Tallinn è perfino più lontana da San Pietroburgo, motivo per cui anche si risente molto della cultura russa in Narva. Sono circa 60 mila gli abitanti e il centro città è tagliato da un fiume, alla cui riva opposto, vi si erge un’imponente fortezza voluta da Ivan Il Terribile nel XVI secolo. Parliamo della terza città per residenti dell’Estonia, con un ricco patrimonio storico-culturale, dovuto anche dai numerosi popoli che la dominarono, tra cui i danesi, che fecero erigere il possente castello di Hermann.

Parco Nazionale di Lahemaa

Il Lahemaa National Park è il Parco Nazionale più grande dell’Estonia e uno dei più importanti di tutta l’area Baltica. La relativa vicinanza alla capitale lo trasforma in uno dei principali luoghi dove fare delle escursioni di breve durata.

Una volta entrati avrete modo di visitare diverse attrazioni. Prima fra tutti la cascata di Jagala, posta poco fuori dal territorio del Parco, la più grande della nazione con ben 8 metri di altezza. Fermatevi e prestate la doverosa attenzione, noterete probabilmente un colore diverso da quello che normalmente vi aspettereste. Il giallognolo è infatti provocato dalle paludi che incontra prima di percorrere questo salto.

Per immergersi nella storia è invece necessario recarsi ad Hara, posta sulla penisola di Juminda. Se la vostra cartina ha qualche anno di vita alle spalle, probabilmente non la troverete segnata. Qua infatti avvenivano delle lavorazioni sui sottomarini sovietici per renderli invisibili ai radar.
Oggi è un’area completamente abbandonata e lentamente danneggiandosi irreparabilmente. E forse proprio per questo merita di andarci, di raggiungerla, di entrare nella storia ma anche di farci un bel bagno.

Nel resto del Parco avrete sempre modo di entrare a contatto con la natura e, se volete soggiornarvi, cercate una Guest House o una pensione. Ve ne sono alcune sparse nei vari sentieri e ideali per tutti coloro che vogliono proseguire la permanenza qualche giorno.

OneMag-logo
Link-uscita icona Cosa visitare nel parco nazionale di Lahemaa

Tartu

Prima di concludere il nostro viaggio tra le cose da vedere in Estonia è d’obbligo fare tappa presso la magnifica cittadina di Tartu. Piccola e provinciale, con il tranquillo fiume Emajõgi che scorre attraverso di essa, Tartu è la città universitaria più importante dell’Estonia, con gli studenti che costituiscono quasi un settimo della popolazione.

Tartu è quindi una città giovanile ricca di musei e con una nightlife di sicuro interesse.
Le sue dimensioni, nonostante sia la seconda città dell’Estonia, non sono immense e sarà semplice trascorrere una vacanza visitandola e rilassandosi nei tanti locali e caffè o anche nel grande parco cittadino.


 

Condividi su: