Egitto, uno dei paesi migliori al mondo per il turismo invernale

Egitto in inverno, viaggio sul Mar Rosso


Condividi su:

Egitto, viaggio in inverno

Tutti gli articoli dell’Egitto

icona-articoloL'Egitto è terra di numerosi ambienti naturali, bagnato al nord dal Mar Mediterraneo e a Est dal Mar Rosso, raggiungendo nella parte più meridionale il deserto del Sahara. Se la parte più a nord, quella bagnata dal Mediterraneo, è perfetta per una vacanza estiva, quella del Mar Rosso riesce invece ad accogliere turisti anche in pieno inverno. Il periodo più freddo dell'anno è anche quello da preferire per visitare le vere attrazioni dell'Egitto, le Piramidi di Giza e di Cheope o le due città principali, Alessandria e Il Cairo, la sua capitale.

L'estensione territoriale dell'Egitto rende infatti perfetto il periodo invernale, quello che inizia a novembre e termina nei primi giorni di marzo, per visitare la parte centro meridionale. In questa stagione le temperature, sempre calde, risultano tra le migliori per visitare. Anche la parte più orientale, quella che comprende Sharm el-Sheik, è perfetta per essere visitata in inverno, anche in alcune giornate potrebbero essere presenti temperature inferiore alla media stagione dei 22°C.

 

Egitto in inverno

I luoghi storici dell'Egitto da visitare in inverno

Visitare Egitto in inverno, Luxor

Scegliere di visitare l'Egitto in inverno potrebbe significare anche scegliere di visitare uno dei tanti luoghi storici e archeologici. Anche le città potrebbero essere una scelta da valutare, complice anche un minor afflusso turistico. Il monte Sinai, la montagna di Mosè, insieme al suo valore religiosamente simbolico offre testimonianze architettoniche imponenti, come il complesso del monastero di Santa Caterina, il più antico monastero cristiano ancora esistente, situato al centro della valle desertica.

Avvolta nell'abbraccio imponente delle montagne, in una festa di colori, appare l’oasi di Feiran, detta la perla del Sinai, caratterizzata dalle rocce granitiche colorate che spiccano sullo sfondo turchese del Mar Rosso. È uno dei paesaggi più particolari e suggestivi dell'Egitto ed è una delle più importanti aree naturali del Paese. Dodicimila palme tra le quali cresce anche la vite, nel bel mezzo del deserto: una fertilità eccezionale grazie alle acque che arrivano dalle montagne circostanti.

Alessandria e il Cairo sono gli imperdibili luoghi storici dell'Egitto. Bellezza costiera e cibo sono i segni identificativi della prima, che offre anche le catacombe di Kom el Shokafa, e la famosa Biblioteca, delle più antiche al mondo. Il Cairo, invece, è il punto di partenza perfetto per partire alla scoperta delle piramidi, con la necropoli di Giza, il Museo egizio e la Torre del Cairo.

Luxor potrebbe essere una destinazione da scegliere per festeggiare l'arrivo del nuovo anno. Gli appassionati della storia potranno visitare La Valle dei Re, dove nel 1922 Howard Carter ha trovato la tomba di Tutankhamon, l'ampia area che ospita anche numerose altre tombe di altrettanti faraoni. Perché non valutare anche una crociera sul Nilo per scoprire il Tempio di Luxor mentre sulla vostra nave avrete modo di divertirvi con feste e vari spettacoli. Se volete una meta alternativa perché non valutare allora Assuan, città perfetta da scoprire durante i mesi invernali. Anche qua meritano una visita i tanti templi, tra cui imperdibile è quello di Kom Ombo. Sceglietela anche per salire su una Felouca, la tipica imbarcazione marittima, con cui raggiungere l'isola di Elefantina.

 

OneMag - Logo Micro
Link-uscita icona  Marsa Matruh, la costa settentrionale dell’Egitto

Le località balneari dell'Egitto da scegliere in inverno

Egitto in inverno, spiaggia

Indubbiamente chi sceglie di visitare l'Egitto in inverno lo fa per scappare dal grigiore e dal freddo delle città europee.

Difficile resistere al richiamo di località come Sharm el Sheikh che offre alcune tra le più belle spiagge della zona. Siamo in una delle città più calde di tutto il paese, ottimo anche per ammirare la barriere corallina, come in tantissime altre località balneari del Mar Rosso. Se oltre al mare volete una pausa, provate a visitare il monastero di Santa Caterina posto nel Sinai, giusto al centro di un'area desertica. Non dimenticatevi poi di Marsa Alam, con la sua distesa desertica di sabbia dorata, la riserva naturale di Ras Mohammed e il famoso Canyon Colorato. Tappa obbligata il Tempio di Philae ad Assuan, inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. L'edificio, dedicato alla Dea Iside, è caratterizzato da un paesaggio unico tra le acque del Nilo è visitabile anche di notte.

Sono solo alcune delle idee di viaggio per visitare l'Egitto in inverno, mete che racchiudono il loro fascino a prescindere dalla stagione. Durante il periodo natalizio riescono tuttavia a offrire varie soluzioni ideali per una vacanza al caldo e di tutto relax.

 

Il clima dell'Egitto

Egitto in inverno, il lago Wadi Al Rayan

Il territorio dell'Egitto ha un clima differente in base al luogo di destinazione. Sono sostanzialmente tre le fasce climatiche che lo riguardano. Al nord il clima è di tipo mediterraneo, al centro un clima desertico e nelle zone del Mar Rosso sempre desertico ma con escursioni climatiche più dolci.

Il meteo invernale è quello che per il territorio egiziano corrisponde all'alta stagione turistica. Di notte le temperature possono anche scendere di qualche grado, rendendo di sera indispensabile uscire con un maglioncino. Di giorno la media climatica è intorno ai 24°C.  Sono temperature, quelle diurne, piacevoli, senza particolari giornate umide e afose e sia che si scelga di trascorrere la giornata al mare che in qualche escursione, la giornata sarà indubbiamente piacevole.

Le piogge
sono localizzate in special modo nella zona nord, mentre nell'area del Mar Rosso, non si dovrebbero trovare fenomeni, tranne rovesci sporadici e localizzati.


» Contenuti suggeriti «

 

 

Condividi su: