Èfeso, il fascino e la storia della Turchia

Èfeso, chiamata anche Efes, è una città delle più antiche della Turchia. Qui viene prodotta la bionda birra locale, ossia birra Efes, la più famosa in Turchia e conosciuta anche fuori Paese. Tra le cose da vedere a Efeso segnaliamo la Grotta dei sette dormienti, la Chiesa Doppia, altro modo per indicare la Chiesa della Vergine Maria, e un maestoso tempio, dedicato ad Adriano, Artemide ed alla popolazione di Efeso. Tra le cose da visitare ad Efeso ricordiamo gli scavi archeologici. Ecco cosa vedere ad Efeso.

Guida di Efeso, Turchia

icona-articoloIl territorio della Turchia rimane una sorta di terra di mezzo sulla quale si incontrano ed a tratti si scontrano la realtà europea e quella asiatica. Qui si trovano città pregne di fascino e di cultura e, tra quelle più antiche, Efeso è sicuramente quella conservata meglio.

Cosa vedere a Efeso

Efeso, veduta

Èfeso, com’è chiamata in greco Efes, fu una delle più grandi città ioniche in Anatolia, situata alla foce del fiume Caistro, a metà strada tra quelle che erano le antiche città di Smirne e Aydın.
La sua storia, tra commercio e culti religiosi, richiama i fasti di epoche diverse, per i quali è considerata la più bella città classica del Mediterraneo.

Imperdibili gli scavi archeologici, da visitare per poter apprezzare la grandezza di una vivace capitale dell’Impero Romano e scoprire la connessione con il cuore della storia. Diventa così spontaneo immaginare la vita che un tempo, tra le odierne rovine, rendeva speciale la città, i luoghi di maggiore attività, come il tempio di Artemide che era considerato una delle sette meraviglie del mondo arcaico.

OneMag-logo
Guida di Mersin, la costa sudorientale della Turchia

Le attrazioni di Efeso

La Chiesa della Vergine Maria
La Chiesa della Vergine Maria

Poco lontano, sorge la Grotta dei sette dormienti nella quale, secondo la tradizione religiosa, dormirono per ben due secoli sette giovani cristiani perseguitati. Al loro risveglio tornarono in città dove tra sorpresa e sgomento, scoprirono che tutti quelli che conoscevano prima del lungo sonno, erano ormai morti.

Poco distante c’è la Chiesa Doppia, altro modo per indicare la Chiesa della Vergine Maria, nata come tempio sacro alle muse e poi ricostruita nel IV secolo, dopo un incendio, come chiesa. Lungo la strada del porto si ammira la Via Arcadia, tutta lastricata di marmo ed imponente opera di ingegneria considerato che, nel periodo di massimo splendore della città, sotto quella strada scorrevano i condotti di acqua e fogna.

Lungo i lati della strada c’erano negozi e botteghe, mentre accanto al porto si trovavano le terme.
Proseguendo il tour, ci si trova al cospetto di un maestoso tempio, dedicato ad Adriano, Artemide ed alla popolazione di Efeso. L’edificio, tutto in stile corinzio, si trova di fronte alle case a terrazza, fulgido esempio dell’opulenza della classe abbiente dell’Impero romano.

OneMag-logo
Antalya, la capitale turca del turismo

Birra Efes

La birra Efes

Per rinfrancarsi dal caldo e dalla fatica del giro, è possibile raggiungere la costa di Kusudasi per un bagno rinfrescante ed una fresca bionda locale, ossia una birra Efes, la più famosa in Turchia e conosciuta anche fuori Paese.

La birra è prodotta da un’azienda di alcolici tra le più grandi al mondo, e si presenta come un prodotto in media con il target dell’area mediterranea.

Condividi su: