Guida della Nigeria,
la nazione dei safari e delle 527 lingue

Tutti gli articoli della Nigeria

icona-articoloLa Nigeria è il Paese più popoloso dell’Africa, quasi 200 milioni di abitanti che vivono tra città caotiche e lunghi tratti di territorio completamente disabitati. Quasi un sesto degli abitanti del continente vive proprio in Nigeria, lo stato ricco di petrolio che ha subito decenni di guerra civile, carestie, dittature militari e corruzione. Sono oltre 500 i gruppi etnici che lo compongono con altrettanta varietà linguistica, costumi e culture che danno origine a una nazione piuttosto diversa dalle altre. Ecco perchè meglio sempre adottare qualche precauzione, nonostante un forte tentativo di guardare al futuro come nazione sempre più tranquilla.

Abuja è la capitale, ma il più grande centro economico e porto principale è l’ex capitale coloniale di Lagos. La capitale odierna è stata proclamata tale nel 1991 proprio come tentativo di diminuire il flusso migratorio verso Lagos, spesso anche da cittadini dei paesi vicini. Lagos, nonostante questa misura, rimane una metropoli industriale di ben 15 milioni di persone.

La stragrande maggioranza dei visitatori visita la Nigeria per affari, anche se negli ultimi anni il governo locale investe molto per sviluppare il potenziale turistico del paese. Con oltre 800 km di costa, la Nigeria è un territorio per ora riservato ai viaggiatori più avventurosi, anche se sono in corso investimenti per migliorare le infrastrutture turistiche e rendere anche il paese più popoloso dell’Africa interessante per il turista medio. Se avete intenzione di programmare un viaggio in Nigeria, preparatevi a scoprire spiagge sabbiose, foreste tropicali, magnifiche cascate e affascinanti siti storici e culturali.

La Nigeria

Nigeria, centro urbano

La composizione urbana della Nigeria è unica: è possibile in pochi minuti di auto uscire dalla metropoli e trascorrere ore senza raggiungere altre destinazioni abitate.

Con un territorio cosi vasto, occorre preventivare lunghe giornate da trascorrere in strada ma un itinerario ben pianificato potrà ridurle al minimo e permettervi di scoprire luoghi interessanti lungo il percorso. Sarà il verde il compagno di viaggio più frequente con una fauna e flora davvero ricca e muovendosi si potranno anche raggiungere i numerosi siti UNESCO. In direzione est del paese troverete Benin City e il Parco Nazionale di Okumu arrivando poi a Calabar e quindi all’altipiano di Obudu, a breve distanza dal Camerun.

Il turismo in Nigeria si indirizza soprattutto ai safari. Sono davvero tanti i luoghi dove è possibile praticare l’esperienza più consueta da fare in Nigeria. Tra le escursioni guidate merita raggiungere le cascate di Assop, un tragitto lungo e impegnativo che prevede generalmente una sosta notturna ma con un risultato che saprà ripagare gli sforzi.

 

Il multiculturalismo

Nigeria, scuola

La Nigeria è il terzo stato al mondo con il maggior numero di lingue parlate, 527 per l’esattezza.

Le varie etnie e culture sono infatti assemblate fra loro dando origine ad una moltitudine incredibili di linguaggi e modi di vivere estremamente diverse fra loro.
La lingua ufficiale è l’inglese ma spesso sentirete parlare in tantissimi altri linguaggi assolutamente incomprensibili. Molto spesso anche fra gli stessi nigeriani.

I nigeriani sono arguti, esilaranti, generosi, creativi, grandi chiacchieroni, fantastici aiutanti e padroni di casa superbi.
Da turista, troverai una ospitalità eccezionale. Non per nulla il popolo nigeriano è considerato tra i più amichevoli al mondo.

 

La Nigeria e la musica

Nigeria, musica

Lo spazio dedicato alla musica, al teatro e allo spettacolo in generale è in continua espansione.

I nigeriani hanno un senso del ritmo unico in tutto il mondo, riescono a trasmettere emozioni e sensazioni come poche altre popolazioni riescono. Il panorama musicale è infatti ricco di musica Afrobeat e Afropop, generi musicali che meritano di essere ascoltati e vissuti in loco. Passeggiando tra le varie città e cittadine non sarà difficile trovare qualcuno pronto a divertirsi ballando e ascoltando, spesso anche ad alto volume, musica. Ovviamente è possibile ritrovarsi, nelle grandi città, nei club dove il ballo è assolutamente il protagonista.

La Nigeria ha però una grande cultura musicale non solo con la musica leggera ma anche con musica classica e anche con l’opera, molto apprezzata. Anche la musica tradizionale ha una vera e propria funzione, spesso rituale più che artistica ma indubbiamente importante.

 

Le feste del popolo nigeriano

Nigeria, feste

I nigeriani inoltre festeggiano come pochi altri al mondo.

Ogni evento è occasione per divertirsi. Non solo i giovani, ma tutti sono pronti a svagarsi e a festeggiare, anche se non conoscono la ragione. Il divertimento in queste zone è davvero tutto ed è semplice passare qualche ora spensierata con i tanti nigeriani pronti a fare tardi a ritmo di musica.

Anche i matrimoni vengono celebrati in maniera maestosa. Spesso diventano momento di attrazione turistica e si protraggono anche per giorni interi e, come per le altre feste meno importanti, anche qui tutti sono i benvenuti.

Naturalmente sono presenti anche le feste tradizionali. La più sentita in Nigeria è quella relativa alle celebrazioni di Sallah, il cui periodo coincide con la fine del Ramadan.
Poco dopo il termine di questo periodo di celebrazioni è ancora il momento, per il popolo nigeriano, di tornare a festeggiare. Si svolge, di solito siamo intorno alla metà di Febbraio,  infatti il festival Argungu Fishing and Cultural, un evento tipicamente acquatico dove oltre alle abilità della pesca vengono proposte anche degli eventi sportivi acquatici.

 

Le spiagge della Nigeria

Nigeria, spiagge

Benché vi siano quasi 800 km di costa praticamente incontaminate, il mare della Nigeria non rappresenta una delle principali attrazioni.

Nessuna spiaggia in tutto il Paese è attrezzata ma nonostante ciò quelle principali, specie quelle vicino a Lagos, la città più importante della Nigeria, sono relativamente affollate, sia da turisti che dagli stessi abitanti. Rappresenta uno svago dal caldo e un momento di relax ma il marketing nigeriano non ha ancora iniziato a pensare alle località di mare come offerta turistica.
Quindi nessun mare caraibico, anzi. L’acqua da queste parti è molto meno pulita e cristallina di quanto si possa pensare.

Cosa mangiare in Nigeria

Nigeria, mercato

La Nigeria ha alcuni degli alimenti e delle ricette più salutari del pianeta. Oltre a questa peculiarità, il cibo nigeriano è in grado di soddisfare chiunque.

Provate ad esempio un classico bukas, una taverna di tipo tradizionale, ma non perdete di vista anche i locali più blasonati ed in grado di proporre una cucina moderna e creativa.

In entrambi i casi avrete una certezza. Qua il cibo è infatti ai massimi livelli e altrettanto le ricette che possono essere preparate con gli ingredienti base della cucina nigeriana.

Ovviamente la cucina locale è relativamente povera, con cereali al primo posto e con la carne, spesso cucinata dopo essere stata direttamente cacciata. In Nigeria troverete anche molte zuppe, stufati con del peperoncino rosso o preparate con la carne di capra a cui viene unito una massiccia dose di pepe.

Da provare il Fufu, una polenta la cui base è mais ed impasti ai cereali. Il Fufu sostituisce il pane usato da  noi occidentali.

Se volete provare ad assaggiare del pesce appena pescato, recatevi nella zona più meridionale della Nigeria. Non aspettatevi tuttavia delle preparazioni particolari: spesso il pesce finisce a completare una minestra o in versione stufata.

Se volete provare invece una delle bevande nazionali provate il vino di palma, ricavato naturalmente dalle tante palme qui ben presenti. Il suo costo, essendo estremamente diffuso, è anche notevolmente basso.

 

Storia, arte e tradizione

Nigeria, popolo in festa

È vastissimo il patrimonio culturale della Nigeria, dalle piccole tribù ai vari gruppi etnici, dalle sculture antiche in pietra a quelle più recenti in legno.
Non ci sono veramente limiti, la storia della Nigeria è un’enorme libro che merita di essere letto.

 

Continua a scoprire la Nigeria: