Parigi, ecco i trucchi per visitarla in alta stagione

Parigi, la Ville Lumiere in alcuni periodi dell'anno visitarla è davvero impossibile. I consigli per non perdervi nulla anche nel periodo di alta stagione.

In alta stagione, interi quartieri di Parigi diventano così affollati che la gente del posto li evita a tutti i costi.
Come turista potresti volerli visitare comunque.

Ecco alcuni consigli per visitare Parigi in alta stagione, sostituendo le attrazioni principali con alcune meno note ma assolutamente interessanti.

Indice

Monmartre e Pigalle

Visitare Parigi in alta stagione

È sconsigliatissimo fare un giro sul treno turistico Montmartre, il veicolo bianco e oro che addebita € 6 per 40 minuti di disagio e viste oscurate.
È preferibile scoprire il quartiere a piedi.

Sacré-Coeur oppure Eglise Saint-Jean de Montmartre

Il Sacré-Coeur è sempre bello da lontano ma non così tanto da vicino: in estate le sue gradinate si trasformano in un bar all’aperto. all’interno, invece, infuria una costante battaglia tra i turisti che fotografano nonostante i divieti e le guardie che inutilmente protestano con loro.

L’Église Saint-Jean de Montmartre presso la stazione della metropolitana di Abbesses è una splendida chiesa terminata un decennio prima della basilica, con tutto il suo fascino ma senza il suo affollamento.

Caffè di Place du Tertre oppure il Musée de Montmartre

Caffè di Place du Tertre o Musée de Montmartre, ParigiIl prossimo luogo sulla lista nera è Place du Tertre, un tempo il centro di una comunità bohémiene dove artisti e musicisti si trovavano a bere per alimentare la loro vena creativa. Ora è un mercato per caricaturisti e pittori che vendono rappresentazioni grossolanamente sentimentali di Parigi. I caffè attorno al perimetro sono costosi e presidiati dai venditori porta a porta.
Per fortuna, il Musée de Montmartre offre ancora una visione fondamentale della storia artistica del quartiere. Il museo, in passato residenza di artisti tra cui Pierre-Auguste Renoir e Suzanne Valadon , è lontano dalla confusione. La gente del posto si accalca nei ristoranti nella parte ovest del quartiere, lungo le strade come rue Caulaincourt o rue Lepic.
Il miglior luogo per bere, tuttavia, è South Pigalle, dove bar come il “Dirty Dick” catturano la squisita brillantezza di questa parte della città. Due strade con un numero sproporzionato di ottimi ristoranti sono la rue des Martyrs e la rue Henry Monnier. Si consiglia di prestare particolare attenzione a Buvette e Les Affranchis.

Moulin Rouge oppure Le Trianon e La Cigale

Visitare Parigi in alta stagione

Il Moulin Rouge era la discoteca al centro della società parigina fino all’incendio del 1915. Tuttavia, non solo l’attuale cabaret non ha alcuna somiglianza con quello di Baz Luhrmann , non è nemmeno una vera e propria reliquia della Belle Époque.
Fai un selfie veloce di fronte al mulino a vento (se puoi vederlo per via di tutti gli autobus turistici) e risparmia parecchie ore e centinaia di euro saltando il cancan e vedendo un concerto a La Cigale e Le Trianon , che hanno anch’essi il loro vivaci ristoranti e bar.

Louvre oppure Musée Des Arts Décoratifs

Visitare Parigi in alta stagione

Il Louvre contiene troppi oggetti affascinanti e preziosi per cancellarlo completamente dalla lista delle cose da vedere ma dovresti pensare seriamente alle ragioni che hai per visitarlo, specialmente durante l’alta stagione. Sei lì per vedere la Monna Lisa? Se è così, dimenticalo. La folla intorno sarà troppo grande e agitata per poterla apprezzare al meglio. C’è un’altra parte specifica della vasta collezione del museo che vuoi visitare? Se no, vale davvero la pena mettersi in fila per ore nel caldo bollente della Cour Napoléon per entrare?

Invece, perché non andare al Musée des Arts Décoratifs? Si tratta di un museo separato all’interno del Palais du Louvre specializzato in moda, pubblicità e grafica. Inoltre il suo negozio di articoli da regalo è uno dei migliori concept store riguardanti il design della città. Il ristorante, LOULOU , è anche un gradino sopra il tipico caffè del museo.

Jardin des Tuileries, Palais Royal oppure il Carré Louvois

Mentre il Jardin des Tuileries è un posto tranquillo per una passeggiata in primavera o in autunno, l’estate porta con sé una massa di turisti che non si fanno scrupoli a rinfrescarsi i piedi con le vesciche nelle fontane. (Questa scena si svolge anche nel famoso Jardin du Luxembourg sulla riva sinistra.)

Per un pò di ombra e di verde, prova prima a visitare il Palais Royal, che la maggior parte dei visitatori evita, o il Carré Louvois.

Negozi sugli Champs-Élysées o Av. Montaigne e Av. George V

Visitare Parigi in alta stagione

Come lo shopping sugli Champs-Élysées sia diventata un’attività così diffusa è un mistero. E’ frustrante che una strada così ampia sia così difficile da attraversare a causa di degli gli acquirenti che si muovono lentamente.

Se vuoi fare shopping tra la folla, prova i quartieri di Saint-Lazare o di Montparnasse, dove troverai tutti gli stessi marchi ma meno persone. E se è il mondo della moda parigina quello che cerchi, fai una passeggiata tra le boutique di lusso su Avenue George V, Avenue Montaigne o Rue Saint-Honoré.

Selfie al Trocadéro o al Pont de Bir-Hakeim

Visitare Parigi in alta stagione

Il selfie con la Torre Eiffel è diventato una parte essenziale dell’esperienza di vacanza parigina. Per la maggior parte delle persone, questo significa posare goffamente tra un mare di altre persone che posano in modo altrettanto goffo al Trocadéro o agli Champs de Mars.

Per una vista migliore e una fotografia che non sia rovinata dai passanti, dirigetevi verso il Pont de Bir-Hakeim sull’Île aux Cygnes.

Salire la torre Eiffel o vederla dal Tour Montparnasse

Vedere la Tour Eiffel dal Tour Montparnasse Aspettate a salire sulla Torre Eiffel durante l’alta stagione perchè potrebbe privarvi di tempo prezioso che potreste utilizzare per esplorare altre parti della città. Almeno fino a quando i lavori di ristrutturazione programmati non saranno finiti e il tempo di attesa ridotto, pensa di salire alla Tour Montparnasse.

Questo grattacielo è quasi altrettanto alto e offre splendide viste panoramiche su Parigi che includono il suo monumento più famoso. Ci sono molti altri punti panoramici da considerare: i tetti del grande magazzino su Boulevard Haussmann sono gratuiti e il Tour Saint-Jacques , aperto durante l’estate, è relativamente sconosciuto.

Museo d’Orsay e altri musei meno conosciuti di Parigi

Musei a Parigi

Tra ottobre e marzo, il Musée d’Orsay e gli altri grandi musei offrono l’ingresso gratuito a tutti la prima domenica del mese. Ogni altro giorno dell’anno, il prezzo del biglietto di € 15 (nel caso tu non sia uno studente) è piuttosto caro.

Tuttavia, i musei della città di Parigi sono numerosi e l’ingresso alle loro collezioni permanenti, che sono altrettanto buone ma attirano molti meno turisti, è gratuito.

Ristoranti di rue de la Huchette oppure Eateries nel Marais

Saint-Michel, e in particolare la rue de la Huchette, è diventata una delle parti più turistiche della capitale. I suoi negozi di regali, i ristoranti di crêpe di pessima qualità non sono niente di speciale.

Per un’esperienza più parigina meglio andare nella Rive Gauche, oltre il Boulevard Saint-Germain, o dirigiti al Marais sulla Riva destra. Si tratta di una delle parti più antiche e più anguste della città, potrà anche essere affollata, ma almeno sarà la gente del posto a spingerti e strattonarti. Per quanto riguarda il cibo, troverai i migliori panini con falafel e pastrami in Francia nei vicoli di questo quartiere.

Île de la Cité oppure la Ile Saint-Louis

Visitare Parigi in alta stagione

Le isole della Senna sono molto popolari tra i turisti. Il consiglio è di fare un giro veloce all’Île de la Cité, tenendo a debita distanza le grandi attrazioni come la Conciergerie e Notre-Dame e poi dirigersi verso l’Île Saint-Louis per una passeggiata più rilassante e uno spuntino.

Ancora meno frequentata è l’ Île Louviers (che in realtà non è più un’isola), dove si può godere di un pomeriggio senza pensieri al Pavillon de l’Arsenal , il museo di architettura della città.

Notre-Dame oppure il Musée de Cluny

Per quanto riguarda Notre-Dame, vale davvero la pena aspettare per entrare solo se vi capita di essere lì in una giornata tranquilla (che sono estremamente rare).

L’architettura gotica può essere goduta dall’esterno e il vicino Musée de Cluny contiene molti più tesori medievali della cattedrale e della sua cripta. Il museo riceverà anche una riqualificazione di milioni di euro nel prossimo futuro.

La Senna

Visitare Parigi in alta stagione

L’ultima trappola per turisti di Parigi è la Senna, o almeno le barche che vi operano. Una crociera di un’ora sui Bateaux Mouches o su uno dei suoi concorrenti ti costerà circa € 13,50 e, a seconda della stagione, può provocare un colpo di sole o un congelamento.
Inoltre dall’acqua non si vede nulla che non si possa ottenere una visione migliore dalle rive del fiume.

Se è il brivido di una gita in barca che stai cercando, prendi in considerazione di spendere qualche euro in più su un Batobus che almeno ti permette di salire e scendere da una navetta tutte le volte che vuoi su un percorso che corre tra il centro commerciale Beaugrenellee Les Docks . In alternativa, fatti una crociera sui canali di Parigi con la Marin d’eau douce. I prezzi partono da € 40 per una barca da cinque persone.

Scopri di più:

Lucca, la città monumentale
Ecco perchè è illegale fotografare la Tour Eiffel di notte

 

Condividi su: