Condividi su:

Duomo di San Bartolomeo, Francoforte

Tutti gli articoli della Germania
Il Duomo di Francoforte, mappa
© Apple Maps

Icona articolo

Il Duomo di Francoforte, Dom St.Bartholomaus, è in pieno centro storico di Francoforte, il principale luogo di culto della città e ricordato per essere stato l’edificio dove vennero incoronati gli imperatori del Sacro Romano Impero a partire dal 1562 e fino alla sua caduta nel 1806. La sua costruzione risale al 1250 sul sito dove in precedenza erano presenti altri istituti religiosi, quattro chiese la cui prima risale al settimo secolo. La prima chiesa venne infatti istituita in epoca Merovingia mentre quella che oggi possiamo ammirare rispecchia lo stile gotico tipico del XV secolo.

La Cattedrale di San Bartolomeo a Francoforte

Il Duomo di San Bartolomeo e le distruzioni
© Thomas Lautenschlag/Flickr

Il Duomo di Francoforte ha richiesto quasi tre secoli di lavorazioni prima di essere completato. Iniziata nel 1250, la Cattedrale vide il termine delle lavorazioni nel 1514, anno in cui la mancanza di fondi la fece concludere con una cupola piana, una copertura insolita ma che le permise di essere in ogni caso definita il simbolo di Francoforte. La sua importanza deriva proprio dal ruolo della città durante il Sacro Romano Impero, qui infatti venivano incoronati gli imperatori appartenenti all’impero sorto nell’Alto Medioevo.

L’edificio è intitolato a San Bartolomeo, le cui reliquie sono ospitate proprio al suo interno, uno dei dodici apostoli cosi chiamato unicamente nei sinottici, mentre nel vangelo secondo Giovanni il suo nome è invece Natanaele. Il Duomo di Francoforte era anche il luogo dove venivano eletti, oltre che successivamente incoronati, gli imperatori. Il luogo dove la cerimonia si svolgeva era nota come Cappella dell’elezione, una biblioteca che veniva appositamente trasformata durante il periodo delle votazioni, sempre avvenute in segreto.

La sua storia più recente lo ricorda come protagonista di due importanti danneggiamenti, la prima nell’agosto del 1867 quando un incendio in una birreria poco distante ha coinvolto anche la Cattedrale. La seconda risale invece alla seconda guerra mondiale quando i bombardamenti avvenuti nel centro storico hanno incendiato gli interni, senza però compromettere in modo serio la struttura esterna. La sua ricostruzione avvenne a partire dal 1948 e richiese qualche anno, completandosi però solo negli anni ’70 quando gli interni vennero abbattuti e ricostruiti.

OneMag-logo
Link-uscita icona  Ecco la guida per visitare Francoforte

Visitare la Cattedrale di Francoforte

Il Duomo di Francoforte, interni
© RFRumbao/Flickr

L’interno del Duomo di Francoforte richiama l’esterno, in stile gotico. Composto da tre navate della medesima altezza, l’edificio è particolarmente visitato per il suo panorama, osservabile salendo in cima alla guglia. L’accesso alla guglia, a pagamento, è aperto da Aprile a Ottobre e una volta saliti avrete modo di ammirare un panorama esclusivo di Francoforte e le sue abitazioni caratterizzate dai tetti spioventi che contrastano le strutture più moderne.

La visita agli interni del Duomo sono invece libere mentre il piccolo museo contenuto al suo interno vi permetterà di ammirare le vestigie e i gioielli utilizzati dagli imperatori qua incoronati durante il Sacro Romano Impero. Nel museo si potrà conoscere la storia della chiesa con le sue cerimonie di incoronazione, gli incendi e i vari progetti che hanno poi portato alla ricostruzione. L’accesso al museo, chiuso il lunedì, è alla sinistra dell’entrata principale del Duomo.

Immagine in evidenza: © Zug55/Flickr


 

Condividi su: