Il Duomo di Firenze
Guida e storia della Cattedrale Santa Maria del Fiore

Tutti gli articoli della provincia di Firenze

icona-articoloLa Cattedrale Santa Maria del Fiore, il Duomo di Firenze, è indubbiamente uno dei punti di riferimento del capoluogo toscano. La sua progettazione avvenne per opera di Arnolfo di Cambio e i lavori ebbero inizio nel 1296 venendo conclusi nel 1359. La Cupola del Brunelleschi, vero simbolo del capoluogo toscano, venne invece aggiunta ancora tempo dopo, nel XV secolo. La Cattedrale di Firenze è la quarta più grande al mondo, superata da San Pietro, da St. Paul's a Londra e dal Duomo di Milano.

Il Duomo di Firenze

La Cattedrale Santa Maria del Fiore si trova nella centralissima Piazza Duomo e rappresenta una tra le attrazioni più visitate di tutta la Toscana. Iniziata a costruire nel XIII secolo rispettando il progetto del noto architetto Arnolfo di Cambio, alla sua morte la lavorazione venne interrotta e ripresa nel 1334 da Giotto, che ne ha progettato il campanile. La scomparsa anche del pittore e architetto allievo di Cimabue fu accompagnata da una nuova interruzione. Trascorsero vari anni prima che finalmente l'edificio religioso vide il suo completamento, nel 1358, grazie ad Andrea Pisano e Francesco Talenti.

La Cattedrale di Firenze, oltre a richiedere numerosi anni per la sua conclusione, fu realizzata durante il passaggio dallo stile romanico a quello gotico. Le parti iniziali vennero celate dietro l'utilizzo di materiali facilmente recuperabili come il bianco di Carrara, il marmo rosso di Siena e il verde di Prato. Fu in seguito Brunelleschi, già autore delle statue, a volerla impreziosire rendendola la più grande del tempo. Fu lui a dare il via ai lavori per realizzare il simbolo di Firenze, la Cupola, allora la più grande del mondo. Cento i metri di altezza e quarantacinque quelli di larghezza, misure imponenti che fecero conoscere la Cattedrale di Firenze anche molto lontano dai confini locali.

Oggi il Duomo di Firenze è una tra le chiese cristiane più grandi, con 160 metri di lunghezza e 43 di larghezza. Tra i capolavori più importanti del gotico e del Rinascimento italiano, la Cattedrale Santa Maria del Fiore deve il suo nome al giglio, la pianta anch'essa simbolo di Firenze e in passato nome antico della città, Fiorenza. Con i suoi 30.000 fedeli contemporaneamente presenti, l'edificio è superato dalla Basilica di San Pietro in Città del Vaticano, dalla Cattedrale di San Paolo a Londra e dal Duomo di Milano.

 

La più grande cupola in muratura del mondo

Oltre 4 milioni di mattoni per un totale di circa 40.000 tonnellate. Questi in sintesi i numeri della cupola del Brunelleschi, un monumento che supera i 10 piani di un palazzo residenziale.

Siamo di fronte all'opera forse più rappresentativa dell'intero Rinascimento, la cui lavorazione fu iniziata nel 1420 e completata nel 1436. Per la sua realizzazione il Brunelleschi scelse alcune strategie, organizzando un cantiere che fosse stabile ma senza utilizzo di alcuna struttura in legno o ferro. Fu lui stesso a realizzare alcuni dei macchinari necessari per affrontare l'altezza in cui doveva essere collocata, senza però mai fornire dettagli sulla loro preparazione. La loro importanza fu talmente di eco internazionale che numerosi furono gli ingegneri accorsi in visita al cantiere, tra cui anche Leonardo da Vinci che le descrisse nei suoi tanti disegni.

L'effettiva conclusione del progetto avvenne tuttavia solo nel 1471 grazie al posizionamento della lanterna. Per la sua collocazione vennero utilizzate sempre le stesse macchine ideate dal Brunelleschi. Nel 1601 un fulmine la distrusse venendo tuttavia prontamente restaurata.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Ecco le 10 chiese più belle al mondo

Cosa vedere all'interno della Cattedrale di Firenze

Il Duomo di Firenze, la facciata

Una volta varcato l'accesso, la maestosa Cattedrale di Firenze regala il suo tipico stile gotico. Il suo interno è piuttosto sobrio, quasi spoglio, una scelta voluta e dettata da quelli che è lo stile austero dei religiosi ma molti sono le decorazioni perse nel corso dei secoli, oltre a quelle trasferite nel Museo dell'Opera del Duomo.

Merita tuttavia una visita per ammirare quello che è il più grande complesso di vetrate mai prodotto in Italia. Realizzato tra il XIV e il XV secolo, sono ben 44 le vetrate delle navate, ognuna con una rappresentazione riferita al Nuovo Testamento. Le finestre circolari, come quelle presenti sopra l'ingresso, hanno invece come soggetto la Vergine e Cristo. Tra gli artisti che le hanno realizzate merita ricordare Paolo Uccello e Donatello.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Scopriamo Certaldo, il borgo dove è nato Boccaccio

Come visitare la Cattedrale di Santa Maria del Fiore

 

La Cattedrale di Firenze è facilmente riconoscibile sia per la Cupola che per l'alto Campanile di Giotto. Siamo in Piazza Duomo, nel pieno centro del capoluogo fiorentino, e l'accesso è naturalmente gratuito. Se il tempo ve lo permette, scegliete di avere una guida in modo da scoprire tutti i dettagli di questa maestosa opera. Provate a prenotarne una davanti proprio al Campanile oppure prenotatela direttamente a:

commerciale@duomo.firenze.it 

In questo caso meglio prenotare con discreto anticipo per evitare che nella giornata scelta non vi sia più spazio. I tour guidati sono disponibili in italiano e inglese, ma è possibile richiedere le visite anche in francese, tedesco e spagnolo.

 


» Ti potrebbe interessare... «