Il Duomo di Ancona, la Cattedrale di San Ciriaco

Tutti gli articoli della provincia di Ancona

Icona articoloNell'omonima Piazza del Duomo troviamo la struttura emblema di Ancona, ubicato sulla cima dello scenografico Colle Guasco. Di fondamentale importanza non solo per la sua importanza religiosa ma anche per il significato storico, la Cattedrale di San Ciriaco è intitolata al santo Patrono della città. Il Duomo di San Ciriaco dalla sommità del Colle Guasco domina tutto il golfo e il porto di Ancona: la sua posizione lo rende uno dei primi edifici che si vedono arrivando dal mare, anche per questo è uno dei simboli della città. Scopriamo il Duomo di Ancona.

 

Cenni storici

Gli ambienti interni della Chiesa dei Domenicani di BolzanoQui in precedenza sorgeva un tempio dedicato alla protettrice della navigazione, Afrodite Euplea, e nel VI secolo venne fondata la basilica intitolata a San Lorenzo, rimaneggiata e ampliata poi nel IX secolo a causa delle distruzioni avvenute per mano dei saraceni. I resti di questa basilica sono ancora oggi visibili dove sorge la cripta dei protettori.

Divenne la chiesa principale della città solo alla fine del X secolo quando Ancona divenne Repubblica Marinara. Fu questa la causa del suo ampliamento a cui fecero seguito le trasformazioni avvenute nel XV secolo, quelle che permisero l'aspetto attuale. Oggi quindi siamo di fronte a uno stile particolare, misto tra quello bizanino e quello romanico. Al suo interno la struttura si esprime su tre navate con varie colonne romane. Da notare il campanile, non connesso alla chiesa pur presente sul medesimo spiazzo, risalente al Trecento su quella che era una torre militare.

La Cattedrale è edificata sopra a quella che fu l'Acropoli della città dorica e precisamente laddove si pensa ci fosse un tempio dedicato ad Afrodite. Sopra il tempio, nel VI secolo venne eretta una basilica paleocristiana dedicata a San Lorenzo che si trasformò in seguito architettonicamente, quando venne dedicata a San Ciriaco, tra il XIII e XIV secolo. Il Duomo di San Ciriaco conserva un quadro della Madonna, molto caro agli anconetani, in quanto protagonista, secondo la tradizione, di un miracolo: la sera del 25 giugno 1796 il quadro si sarebbe animato, la Madonna avrebbe sorriso ed aperto gli occhi ad un gruppo di fedeli riuniti in preghiera.

 

Descrizione del Duomo di Ancona

Oggi la cattedrale è meta di fedeli e pellegrini provenienti da tutto il mondo. Le spoglie del Santo sono conservate proprio nella Cripta insieme alle altre urne dei Patroni della diocesi, S. Liberio e S. Marcellino. L’architettura romanica si fonde e si intreccia con quella bizantina vista l’influenza che l’Oriente ha avuto sempre nei confronti del capoluogo delle Marche, Ancona. L’interno del Duomo di San Ciriaco è a croce greca e a tre navate su colonne romane dai capitelli bizantini. Al centro, retta da quattro robusti pilastri con pennacchi ornati di decorazioni architettoniche e da quattro figure di Angeli in bassorilievo si apre la cupola dodecagonale a costoloni.

 

Continua a scoprire le Marche: