Condividi su:

Cosa vedere a Dunkerque, Francia

Tutti gli articoli della Francia

 

location_icon onemag

Siamo nel nord della Francia, a breve distanza da Calais, dove troviamo Dunkerque, una delle città più conosciute per la sua storia legata alle battaglie combattute nella seconda guerra mondiale. Qui infatti avvenne uno storico scontro tra le truppe francesi e quelle britanniche causando per entrambi le fazioni una importante perdita in termini di vita umane. Dunkerque è il terzo porto della Francia, dopo quello di Marsiglia e Le Havre, e tutte le attività commerciali della città gravitano intorno al porto.

 

Cenni storici

Cosa vedere a Dunkerque, centro storicoLa fondazione di Dunkerque risale intorno all’anno mille e, per la sua posizione strategica, oggi quasi al confine con il Belgio, venne subito contesa da varie popolazioni. Furono infatti i francesi, gli inglesi ma anche gli olandesi e persino gli spagnoli a volerla conquistare per poter disporre della sua invidiabile posizione. Furono i francesi a riuscirci, molti secoli dopo, quando nel 1600 fecero breccia nella città. Fu una conquista estremamente breve, gi spagnoli tornarono presto a riprenderne il possesso e, nel 1657, passare nel Commonwealth of England dopo lo scontro tra gli Asburgo e gli inglesi. Fu Carlo II d’Inghilterra a cederla poi alla Francia.

La storia più recente la ricorda protagonista dei tragici eventi noti come Battaglia di Dunkerque

 

OneMag-logo
Link-uscita icona  Cosa vedere a Perpignan, la città catalana della Francia

 

Cosa vedere a Dunkerque

Cosa vedere a Dunkerque, veduta notturna

Iniziamo a scoprire cosa vedere a Dunkerque ricordando che oltre agli eventi legati al secondo conflitto mondiale, la città francese è anche rinomata per il suo Carnevale, uno degli eventi in grado di chiamare numerosi turisti anche dal Belgio e dal Regno Unito.

Il Museo Portuale è la prima tappa di questo nostro viaggio. Situato all’interno di quello che in passato era un magazzino di tabacco, l’edificio è indirizzato a tutti coloro che sono appassionati di mare e ai modelli di barche. Qui sono infatti presenti tre battelli, il Duchesse Anne, un tre alberi, il battello Sandettie e la chiatta Guilde. Uscendo dal museo sarà perfetto concludere la visita con una gita in barca che può partire dalla banchina del Bassin du Commerce, quella in cui ha proprio sede il Museo Portuale.

Dunkerque è anche sede di un acquario, il Malo-les-Bains Aquarium-Museum: siamo a 500 metri dalla spiaggia dove ha sede questo acquario municipale che comprende ben 21 acquari differenti. Otto sono dedicati ai pesci marini tropicali dove è possibile osservare murene, cernie ma anche coralli, anemoni e altri invertebrati marini.  I pesci più tipici della costa del Mare del Nord sono invece conservati all’interno di ulteriori tre acquari mentri le ultime nove vasche propongono pesci d’acqua dolce come carpe koi e piranha. L’acquario ospita anche varie piante all’interno di quattro acquaterrari.

Dunkerque è ricordata per le battaglie di cui fu teatro durante la Seconda Guerra Mondiale. Durante uno dei pomeriggi in sosta in città è assolutamente d’obbligo la visita al Mémorial du Souvenir, il memoriale dedicato alla battaglia di Dunkerque del 1940, gestito ancora oggi da un gruppo di volontari con uno stretto legame personale con l’evento storico. La visita al memoriale include anche la proiezione di un filmato di dodici minuti circa, diversi modelli in scala, immagini e uniformi evocative. Il memoriale rende omaggio agli oltre 4500 soldati britannici che non hanno ricevuto una sepoltura e che non riposano in una propria tomba.

OneMag-logo
Link-uscita icona Villeneuve-d’Ascq, la città più popolosa del Mélantois

Luoghi di cultura di Dunkerque

Interessante nel centro città è la Place du Minck, una delle principali della cittadina, nota per ospitare il mercato del pesce di Dunkerque. Il mercato, soprattutto alle prime ore del mattino, è notevolmente affollato, data la primissima qualità dei prodotti venduti: eccellente il baccalà salato e le aringhe affumicate. Un’attrazione alternativa, abbastanza interessante, è il Frac Grand Large, il Fondo Regionale d’Arte, una piccola collezione museale, situata lungo la costa in un edificio moderno, dedicata all’arte contemporanea. Altrettanto importante è il LAAC, altro centro espositivo d’arte nato nel 1982 composto da una ricca collezione di opere realizzate a partire dal secondo dopoguerra, in costante arricchimento grazie ad acquisti e donazioni

Suggeriamo, infine, di fare visita al B!B di Dunkirk, la biblioteca contemporanea della città. Il B!B è un luogo di cultura moderno, nato con la collaborazione dei cittadini, che serve come punto di incontro per giovani e meno giovani. La struttura, che funziona principalmente come biblioteca, rappresenta una delle più avveniristiche aree culturali d’Europa, composta da un’area caffè, un auditorium e perfino un angolo dedicato ai videogiochi. Qua si può leggere in completo relax un libro, come guardare un film o partecipare un laboratorio, il tutto beneficiando della connessione wifi gratuita. Possiamo descrivere il B!B come il miglior esempio di biblioteca contemporanea, al passo con i tempi e che riesce a coinvolgere i più giovani nell’arte stimolando la creatività e offrendo l’opportunità di conoscere nuove persone.


 

Condividi su: