Tipica stradina lastricata in Francia nel mese di settembre

Dove andare in Francia a settembre | Le mete francesi perfette da visitare a settembre


Condividi su:

Francia, le quattro destinazioni da visitare a settembre

Leggi tutti gli articoli della Francia

Icona articoloIl sole ancora risplende caldo su alcune zone meridionali della Francia. A nord, invece, è il clima temperato a essere il protagonista. Il mese di settembre è particolarmente interessante per il turismo in Francia. La Provenza e la Costa Azzurra mantengono più o meno stabili le temperature calde, ma con un deciso calo di affollamenti.

Più a nord, in Île-de-France o in Normandia, le giornate iniziano ad annuvolarsi e piano piano le temperature van sempre più a calare. Le serate sono piacevolmente più lunghe e fresche, in tutto il paese, e l’atmosfera più rilassata rende ancor di più interessante visitare la Francia a settembre. Abbiamo individuato quattro destinazioni, per i quattro weekend di settembre, che reputiamo perfette da visitare durante questo mese. Ecco le quattro destinazioni in Francia da visitare a settembre.

Perpignan

Il centro storico di Perpignan
Il centro storico di Perpignan

La prima destinazione in Francia da visitare a settembre è Perpignan, grande città dell’estremo sud-ovest del paese. Capitale del Dipartimento dei Pirenei Orientali, nella Linguadoca-Rossiglione, Perpignan rappresenta l’ultima grande città prima dl confine con la Spagna. Oltrepassando il confine tra i due stati, si incontrerebbe la vivace Catalogna, lambita dalle sue famose spiagge e città graziose.

Tuttavia, non serve “oltrepassare il confine” per scoprire l’anima catalana. Perpignan è l’unica città francese a possedere un carattere fortemente influenzato dalla Catalogna e da Barcellona. L’architettura è tipicamente catalana, anche la lingua è ben parlata in città, considerata lingua ufficiale – al pari di quella francese – dal 2010.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Perpignan: la città “catalana” in Francia

Roussillon

Cosa vedere a Rousillon, il sentiero dell'ocra

Una destinazione che non ha molti eguali al mondo. Roussillon, 1500 abitanti circa, è un pittoresco borgo incastonato in un paesaggio naturalistico davvero peculiare. L’ambiente circostante, infatti, si presenta di un saturo color ocra molto particolare. La cittadina ospita infatti uno dei più grandi giacimenti di ocra di tutto il mondo e, un tempo, si lavoravano ben diciassette tonalità di terra differenti, dal rosso al giallo, dall’arancio al viole, e così per tutte le gradazioni intermedie. Il color ocra è un elemento anche ben presente nel centro abitativo stesso, in quanto utilizzato per le pitture degli edifici e delle abitazioni, alcune perfino situate sull’orlo di un canyon vermiglio.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Roussillon, il pittoresco borgo rosso

Fontainebleau

Fontainebleau, la città del Castello Reale francese

In Île-de-France, alle porte di Parigi, si può visitare Fontainebleau: piccola cittadina da 15 mila abitanti nota soprattutto per il suo maestoso castello. Dimensioni imponenti, vasti giardini, saloni lunghissimi. Il Castello di Fontainebleau riesce a distinguersi bene tra i tanti manieri francesi, offrendo uno scenario architettonico davvero suggestivo. Costruito dal XII secolo, il grande maniero ospitò, nei secoli, numerosi aristocratici, nobili e sovrani francesi. E sempre con il trascorrere dei secoli, la struttura fu via via ingrandita, modificata, rielaborata, fino al suo attuale aspetto.

Al suo interno sono custodite opere d’arte di inestimabile valore, mentre il complesso presenta alcuni edifici aggiuntivi molto interessanti, come la Chapelle de la Trinité, realizzata nel XVII secolo. Dentro il castello ha sede una delle migliori scuole di business in Europa, quanto anche il il Musée de l’Chinois Impératice Eugénie (museo cinese di Imperatrice Eugenia), creato nel 1863 per esporre l’arte asiatica.

 

OneMag-logo
Link-uscita icona Fontainebleau, la città dell’antico castello in Francia 

Giverny

Giverny, la città del grande Claude Monet

Giverny è una cittadina davvero graziosa. Più correttamente, un villaggio. Situata in Normandia, Giverny ospita poco più di 500 residenti e si trova lungo le idilliache sponde del fiume Senna. La cittadina di Giverny è strettamente legata al ben noto artista Claude Monet, dove vi morì nel 1926 dopo più di quarant’anni in cui vi risiedeva. Monet, il più importante artista dell’impressionismo, scelse Giverny come propria dimora per cercare ispirazione nel paesaggio cittadino.

Fiori, tantissimi fiori, si mescolano con il paesaggio offerto dalla Senna, creando a tutti gli effetti un panorama eccellente in cui potersi ispirare e sfogare la propria creatività. Nel mese di settembre, oltretutto, la località presenta una certa atmosfera caratteristica, difficilmente descrivibile. I fiori, il paesaggio, la città in generale sembra ancora vivere in piena estate, ma il tutto con un clima più piacevole e una maggiore tranquillità.

OneMag-logo
Link-uscita icona Giverny: tutte le cose da scoprire nella graziosa città di Monet

 

Condividi su: