Douala, la capitale commerciale del Camerun

Douala, la capitale commerciale del Camerun è il capoluogo del Litteral ed è posizionata sul golfo di Guinea, da dove esporta le numerose materie prime lavorate. Tra le cose da vedere a Douala citiamo il Palazzo degli antichi re Bell, situato nel quartiere di Bonanjo e costruito nel 1905 dal re Bell Auguste Manga Ndumbe, l'Espace doual'art, la galleria d'arte inaugurata nel 1995, il Museo Marittimo Nazionale, dove sono conservate ed esposte opere e oggetti relativi alla storia marittima del Camerun. Scopriamo Doula, Camerun.

Guida di Douala, Camerun

icona-articoloDouala è una città del Camerun sudoccidentale, oltre che è il capoluogo della regione del Littoral e del dipartimento di Wouri. La città gemellata con la nostra capitale conta quasi 3 milioni di abitanti è considerata la capitale commerciale del paese.

Douala si trova sul golfo di Guinea dove, grazie al porto, all’aeroporto e al mercato più importanti del paese, il maggior numero di esportazioni parte da qui. Tra queste principalmente petrolio, cacao e caffè passano dal suo porto, assieme alle esportazioni del Ciad, per poi partire per tutto il globo.

Dopo essere stata commercialmente sfruttata dai tedeschi e dai britannici, la città assunse il nome di Cameroons Town, nome che perse nel 1907 quando venne rinominata Douala.

Cosa vedere a Douala

Palazzo degli antichi re Bell 

Douala, statua colonialeSituato nel quartiere di Bonanjo, il Palazzo dei re Bell di Douala è un edificio costruito nel 1905 dal re Bell Auguste Manga Ndumbe, durante il periodo coloniale tedesco. Resta uno degli edifici più emblematici della città di Douala per la sua storia e per la sua architettura eclettica.

L’edificio fu utilizzato come casa della famiglia Bell fino al 1914, a seguito dell’impiccagione di Rudolf Manga Bell da parte dei tedeschi con l’accusa di alto tradimento. Nonostante ciò l’edificio continua ad essere di proprietà della famiglia reale Bell.

Dagli anni Venti il palazzo è gestito da diversi affittuari. Ospita gli uffici della società Sangha Oubangui e successivamente quelli della società navale dell’ovest, assieme al ristorante caffetteria “La Pagode Cafe”.

L’hangar retrostante ospita il primo cinema di Douala, poi ristrutturato nel 1995 dall’architetto Danièle Diwouta-Kotto per ospitare l’associazione d’arte doual’art, su iniziativa di Didier Schaub e Marilyn Douala Bell, un membro della famiglia reale Bell.

Espace doual’art 

Cosa vedere a Douala

Poco distante dal Palazzo dei re Bell di Douala, nella “Place du Gouvernement, troviamo una galleria realizzata nel 1995 per opera dell’architetto Danièle Diwouta-Kotto.
Il suo nome, Espace Doual’art, è esattamente quello dell’organizzazione che ha realizzato la galleria. Attualmente la galleria dispone di uno studio di produzione, di una biblioteca specializzata e anche di uno spazio espositivo in grado di accogliere mostre temporanea.

Due sono le sale di lavoro dedicate agli esperti e, aperto invece al pubblico, troviamo anche un centro di documentazione. Un giardino e una piccola caffetteria completano l’offerta di questo spazio culturale.
All’Espace Doual’art si svolgono anche seminari e workshop rivolti ai professionisti e agli appassionati di arte.

Museo Marittimo Nazionale 

Cosa vedere a Douala

Nato all’angolo di Court Street a Bonanjo nei primi anni ’80, il Museo Marittimo del  Camerun è stato creato allo scopo di raccogliere, conservare e esporre opere e oggetti relativi alla storia marittima del Camerun.

Nel 1989, a causa delle condizioni di mantenimento, il museo venne chiuso e solo vent’anni dopo, nel 2009, vennero poste le condizioni per la ricostruzione del Museo Marittimo di Douala.
Riaperto nel 2013, il Museo ha assunto la forma della poppa di una barca, per richiamare immediatamente la destinazione dell’edificio.

Oggi, infatti, si presenta come una nave che ha gettato l’ancora, creando un effetto estremamente scenografico. L’edificio, moderno e futuristico, dispone anche di una terrazza dalla quale è possibile ammirare il porto di Douala

Questo museo fa parte di un vasto programma di raccolta, conservazione e divulgazione del patrimonio culturale della costa del Camerun. Con una ricca e variegata collezione di sculture, fotografie, mappe e dipinti, i temi principali sono l’evoluzione delle imbarcazioni e la storia degli scambi commerciali.

Cattedrale di San Pietro e Paolo 

La Cattedrale di San Pietro e San Paolo appartiene all’arcidiocesi di Douala e in questo edificio religioso viene praticato il culto cattolico.

Sorta sulle rovine della prima chiesa cattolica costruita nel 1898, la costruzione iniziò il 6 agosto del 1933 e l’edificio fu completato nel 1936. Le sue colonne e le sue cupole gli conferiscono un’aria bizantina, nonostante siano presenti anche alcuni elementi architettonici neo-romani, come il suo portico. Due torri gemelle inoltre circondano il fronte centrale.

Il valore di questo edificio, più che architettonico, è il fatto che sia la prima importante chiesa dello Stato, cristianizzato solo nel 1890.

Collegio Libermann

ll college Libermann è una scuola cattolica di secondo grado posta nel centro cittadino.
La sua nascita risale al 1952 ed è gestita dai padri gesuiti. E’ un collegio misto in grado di ospitare oltre 1800 studenti.

Pierre Bonneau, il primo vescovo di Douala, fondò questa scuola per ragazzi nel 1952 e la affidò ai suoi confratelli, i missionari della Congregazione dello Spirito Santo. La scuola porta il nome di François Libermann, fondatore della congregazione citata.

Nel 1957 il direttore della scuola la affida ai gesuiti. I primi a laurearsi lasciarono l’università nel 1960 con il 100% di successo in lettere e il 46% di successo nella scienza.

Lo sviluppo del college è assai veloce, in una città come Douala, che diventò la capitale economica del Camerun. A partire dal 2001 il numero di ragazzi ammonta a circa 2000 contro i 19 del 1952.

Stadio di Akwa (Stade d’Akwa)

Passando infine alla trascurata parte atletica, lo stadio Akwa incarnava il volto del calcio camerunense: tribune abbandonate, sporche e un parco giochi non mantenuto.

Segnaliamo però questo stadio poichè con l’arrivo della Coppa delle Nazioni in programma in Camerun nel 2019, lo stadio è in ristrutturazione e le opere ammontano a diversi miliardi di franchi CFA, rendendolo probabilmente uno dei migliori stati della regione.

 

Condividi su: