Cosa vedere nella provincia di Cunene in Angola

Cunene, Angola | Cosa vedere nella provincia di Cunene in Angola


Condividi su:

Cunene, la provincia dell’Angola

Tutti gli articoli dell’Angola

Mappa di Cunene, AngolaIcona articoloSiamo nel sud dell’Angola dove troviamo Cunene, la provincia più meridionale suddivisa in 6 distretti, Kuanhama, Ombadja, Cuvelai, Kuroca, Kahama e Namacunde. Con una superficie di circa 89.000 km quadrati, la provincia di Cunene confina con la Namibia e con le province di Cuando Cubango, Huila e Namibe.
ll suo capoluogo è Ondjiva, posta nel distretto di Ombadja.

Il clima della provincia è tropicale secco con luglio come mese più freddo e ottobre come mese più caldo, con una temperatura di 17°C nel primo caso e di 25°C in ottobre. Prevalentemente dedita all’agricoltura e all’allevamento del bestiame, la provincia di Cunene in Angola ha un tipico paesaggio di foreste, steppe e savana.
Nell’intera provincia si parla Kwanyama, la lingua parlata anche in Namibia e tipica della popolazione di origine Ambo, diversa da quella di origine Bantu, come nel resto del paese.
Le aree più popolate sono vicine ai fiumi principali, il Cunene, il Calonga e il Cuvelai.

La regione è ben servita, raggiungibile dai due aeroporti locali di Ondjiva e di Kahama. Sono anche presenti altri piccoli aeroporti che servono più che altro le regioni vicine, come quello di Xangongo, Namacunde e Kuroca, in grado di ospitare unicamente piccoli aerei. Se vi trovate a Luanda, la provincia di Cunene è raggiungibile su strada.

OneMag-logo
Link-uscita icona  In visita nel Benguela, una delle 18 province dell’Angola

Cosa vedere nella provincia di Cunene, Angola

Cosa vedere nella provincia di Cunene, Angola
La cascata del fiume Cunene, provincia di Cunene Angola

Le attrazioni della provincia, come per quasi tutto il territorio dell’Angola, sono in particolar modo naturali.

Merita tra queste la Riserva naturale della Mupa, nella parte nord della provincia, un territorio di 6.600 km quadrati al cui interno trovano habitat naturali giraffe, rinoceronti, ippopotami, zebre, elefanti e leoni.
Al confine tra la Namibia e Kalueke, giusto lungo il fiume Cunene, troviamo la Diga di Ruacanà che forma delle imperdibili piccole cascate a soli 100 metri di altezza. Più alte invece le cascate Epupa del Montenegro, nella regione di Kuroca.
Nel distretto di Ombadja, nella regione di Péu-Péu, troviamo invece il più grande albero di baobab presente in tutto il continente.

A livello di monumenti e altre attrazioni merita una visita il King Mandume Memorial, posto a 42 km da Namacunde, nel luogo dove è stato seppellito l’ultimo re Kwanyama. Nei suoi dintorni è presente un resort turistico che organizza visite guidate in questo memoriale interamente circondato da tronchi, simbolo della conquista contro il potere portoghese.
La storia della provincia può essere ricordata nella Fortezza di Rocada, una base militare utilizzata in passato per occupare il sud di Xangongo. Posta sulla riva destra del fiume Cunene, la Fortezza è nel distretto di Ombadja.

Merita infine, prima di lasciare la provincia, il Monumento di Mufilo, posizionato nel luogo in cui re Mandume, ancora oggi un riferimento per ricordare la lotta contro i colonizzatori portoghesi, assaltò gli europei insieme alle truppe del re Thchetekela di Cuamato.


 

Condividi su: