Cuenca, città di storia e tradizioni della sierra andina

Cuenca, città di storia e tradizioni della sierra andina posta a 2500 metri di altezza con un centro storico inserito nei patrimoni dell'UNESCO. Conosciamo Cuenca

Ecuador, scopriamo Cuenca

Santa Ana de los Ríos de Cuenca, spesso semplicemente Cuenca, si trova nella Sierra delle Ande dell’Ecuador, a 2500 metri di altezza, ed il suo centro storico è stato inserito nell’elenco dei patrimoni dell’umanità dall’Unesco.

La parte più vecchia della città, infatti, conserva i tratti della sua epoca coloniale determinata dall’arrivo degli spagnoli. Prima di loro, però, c’erano stati gli Inca e prima ancora i Cañari, i più accreditati fondatori nel sesto secolo, che avevano battezzato la città Guapondeleg, terra grande come il cielo.

Tutta la cultura e le tradizioni tramandate sotto le varie influenze dei popoli governanti hanno continuato a tramandarsi nel tempo, rimanendo ancora oggi visibili. Dedicandosi alla visita della città sono molte le attrazioni da  non perdere.

Cosa vedere a Cuenca

Ecuador, cosa vedere a Cuenca

La nuova cattedrale dell’Immacolata Concezione, uno dei simboli di Cuenca, fu costruita in stile neogotico verso la fine dell’Ottocento per sostituire la vecchia El Sagrario, ormai troppo piccola per la popolazione locale. Un grosso errore di progettazione impedì di completare la costruzione delle due torri che altrimenti sarebbero state troppo pesanti per le fondamenta realizzate.

Il Parque Abdon Calderon si trova tra le due cattedrali ed è un punto di riferimento valido per orientarsi in ogni spostamento cittadino. L’area verde, molto ben curata è una delle attrazioni turistiche della città e mostra al suo interno un monumento ad Abdón Calderón, eroe delle lotte per l’Indipendenza.

Sul Parco si affaccia anche il palazzo della Corte Suprema che è possibile visitare soprattutto per ammirarne le eleganti e sfarzose architetture interne ed il bellissimo patio. In città non mancano musei e gallerie d’arte. In particolare il Museo de Las Culturas Aborigenes, la Casa de la Cultura ed il MMAM – Museo Municipale di Arte Moderna valgono una visita per ammirare le collezioni esposte, ma anche per poter ammirare la bellezza degli edifici che li ospitano.

Altro da vedere a Cuenca

Cosa vedere a Cuenca, cattedrale

Gli oggetti realizzati in paja toquilla, tra i quali il celebre cappello panama, originale proprio dell’Ecuador, si trovano al Centro Municipal Artesanal con i suoi 84 stand e manufatti di ogni tipo e gusto. In Plaza San Francisco, invece, si trova il mercato con i prodotti di lana provenienti da Otavalo.

Il mercato alimentare in Calle Larga è un tripudio di profumi e colori, straripante di fiori e spezie nel quale si può assistere al rituale della limpieza dalle energie negative con l’aiuto di fascine d’erba, uuova crude, litanie e massaggi. 

Lasciati i mercati, si percorre La Condamine, una strada corta solo pedonale nella quale si incontrano un centro culturale alternativo, un negozio di antiquariato ed il negozio di un cappellaio. Raggiunta la Bajada del Vado sarà curioso osservare la casa che si troverà alle vostre spalle.

Non si tratta di una costruzione di rilevanza storica ma nasconde una curiosa caratteristica. Avvicinandosi, infatti, si nota che il suo rivestimento esterno è peloso. Essa rappresenta un valido esempio, molto ben conservato, di architettura coloniale  realizzata con argilla e paglia, utilizzate come isolanti evidentemente molto resistenti.

Viaggio in EcuadorPerché alla fine… All you need is Ecuador
Perché alla fine… All you need is Ecuador, parafrasando la campagna di promozione turistica che ha fatto scoprire la destinazione paradisiaca.

Cuenca e il Rio Tomebamba

La città di Cuenca è attraversata dal Rio Tomebamba con una gradevole passeggiata di fianco che è molto frequentata e ricca di locali ed aree verdi. Proseguendo lungo la passeggiata si incontra il Museo Pumapungo ed il vicino sito archeologico di epoca incaica.

Al Parque El Paraiso, polmone verde della città ci si può concedere una sosta approfittando delle aree attrezzate o esplorare il parco con i suo percorsi tra ponti e lagune, ammirando i suoi scorci suggestivi su paesaggi ricchi di una flora rigogliosa ed una fauna ricca e particolare.

Cuenca si rivela una meta ricca di attrazioni ed è una piacevole sorpresa per il visitatore curioso ed attento che potrà cogliere il fascino della città nutrito di storia e tradizioni.

Scopri di più:

Quito, la capitale dell’Ecuador
Quattro edifici più alti del mondo
Condividi su: